Principale / Assorbente interno

Periodi dolorosi

Il sito fornisce informazioni di riferimento a solo scopo informativo. La diagnosi e il trattamento delle malattie devono essere effettuati sotto la supervisione di uno specialista. Tutti i farmaci hanno controindicazioni. È richiesta la consultazione di uno specialista!

Nella vita di ogni ragazza, arriva un momento in cui cresce e questo si esprime non solo nel fatto che diventa più intelligente e più alta, ma anche nei cambiamenti che influenzano il corpo femminile. L'aumentata produzione di ormoni durante la pubertà si esprime nell'acquisizione di caratteristiche costituzionali tipicamente femminili: si forma una figura, il seno aumenta di dimensioni.

La manifestazione più sorprendente di crescere è che arriva il momento della prima mestruazione. È da questo momento che finisce l'infanzia e inizia una nuova fase della vita. Per ogni ragazza, questo periodo passa in modi diversi e molto dipende da quanto è preparata per questo, in cui, naturalmente, la madre svolge il ruolo principale.

Di norma, la paura dei cambiamenti ci sta facendo riflettere sul perché ci siano periodi dolorosi. Oltre al fatto che questo problema inizia a preoccuparsi durante la pubertà, rimane rilevante per le ragazze e le donne anziane.

Ci sono donne che per quasi tutta la loro vita vivono periodi dolorosi e cercano tutti i tipi di modi per sbarazzarsi di questo. Per molti, questo sta diventando un vero problema. Le ragioni di questa caratteristica del corpo femminile e i metodi di trattamento che considereremo in questo articolo e proveremo a capire se la condizione fisiologica o patologica è un periodo doloroso.

Concetto. Definizione

I periodi dolorosi (il nome medico è algomenorrea) è una sindrome del dolore che si verifica durante le mestruazioni e pochi giorni prima della sua insorgenza. Sono caratterizzati periodi dolorosi con dolori dolorosi o crampi nell'addome inferiore, nella regione lombare e nell'osso sacro. Possono essere accompagnati da un malessere generale..

Sintomi clinici

Altri sintomi che accompagnano periodi dolorosi possono unirsi alla sindrome del dolore: nausea, mal di testa, vomito, vertigini. In alcune donne, il sonno è disturbato, l'appetito aumenta o diminuisce bruscamente, la sensibilità ai vari odori aumenta e le sensazioni del gusto cambiano. Nel corso più grave dei periodi dolorosi, una donna può aumentare la pressione, apparire o peggiorare l'emicrania. Inoltre, un ciclo mestruale doloroso può causare palpitazioni e svenimenti. Possono verificarsi periodi dolorosi con coaguli di sangue e intensità di sanguinamento variabile..

Un aumento della temperatura con periodi dolorosi è un sintomo piuttosto raro. Si osserva nei casi in cui una donna soffre di algomenorrea secondaria, che si è sviluppata sulla base dell'endometriosi..

Una caratteristica dei periodi dolorosi è il periodo in cui si verificano. Di norma, si verifica in 1-1,5 anni dopo la prima mestruazione. Si noti inoltre che l'algomenorrea è più comune nelle donne con un ciclo mestruale ovulatorio e regolare..

Epidemiologia. Dati statistici

I periodi dolorosi sono una condizione abbastanza comune. Secondo le statistiche, le donne di età compresa tra 14 e 44 anni (per l'algomenorrea primaria) e le donne di età compresa tra 30 e 40 anni (per l'algomenorrea secondaria) sono sensibili a questa patologia. Periodi dolorosi in questa categoria di età si trovano nel 31-52% delle donne. Del numero totale di donne che hanno un ciclo mestruale doloroso, circa il 10% delle donne perde la capacità di lavorare con l'inizio delle mestruazioni.

Le ragioni

I periodi dolorosi possono essere primari e secondari. L'algodismenorea primaria è considerata funzionale, poiché non è associata a cambiamenti negli organi genitali interni di natura anatomica. L'algomenorrea secondaria è uno dei sintomi della patologia congenita degli organi genitali interni (malformazioni) o malattie ginecologiche: endometriosi, malattie infiammatorie croniche dell'utero.

Fino alla fine, tutte le cause che possono causare periodi dolorosi non sono state ancora chiarite. Con l'algomenorrea primaria, le donne non mostrano alcuna deviazione con un esame approfondito. Nella forma secondaria, possono essere rilevati segni di endometriosi o malattie infiammatorie delle appendici..

Nell'algomenorrea secondaria, alle donne viene spesso diagnosticata un'endometriosi interna o esterna. In questi casi, il dolore dura più di 1-2 giorni.

Le cause dell'algomenorrea secondaria possono anche essere: parto, aborto, interventi chirurgici sulle appendici e sull'utero, fibromi uterini (con un sito sottomucoso del nodo), l'uso di contraccettivi intrauterini (spirali).

Un'altra delle cause di periodi dolorosi può essere le vene varicose del bacino, nonché le rotture dell'ampio legamento dell'utero (questa patologia è nota in medicina come Allen-Masters). La dilatazione pelvica è raramente una malattia indipendente. Molto spesso, è una manifestazione di una malattia sistemica che si verifica con le vene varicose degli arti inferiori e le vene emorroidali. Rotture dell'ampio legamento dell'utero possono verificarsi con lesioni alla nascita e con curettage molto approssimativo della cavità uterina.

Il meccanismo del dolore in un doloroso ciclo mestruale

Perché ci sono periodi dolorosi, o meglio, qual è il meccanismo di sviluppo della sindrome del dolore in questo caso? La causa immediata del dolore sono le contrazioni uterine, che causano vasospasmo, che porta alla malnutrizione dei tessuti. Le contrazioni uterine sono a loro volta causate da elevate prostaglandine..

Oltre ai motivi associati direttamente agli organi genitali interni, si possono osservare periodi dolorosi nei casi in cui una donna ha i piedi piatti, una cattiva postura. Un certo ruolo è anche assegnato allo stato psicologico delle donne. Alcune donne hanno un'inconscia aspettativa dell'inizio di un doloroso ciclo mestruale, in relazione al quale, con l'inizio o l'approccio delle mestruazioni, una donna sperimenta la paura, che aggrava anche il solito disagio che caratterizza questi giorni del mese. Ecco perché in ogni caso è importante determinare quale componente svolge un ruolo fondamentale: biologico o psicologico, e se entrambi sono presenti, il medico dovrebbe determinare quale è dominante.

Classificazione

I periodi dolorosi sono classificati in base a vari segni.
A seconda della causa dell'evento, l'algomenorrea è divisa in:

  • Primario;
  • Secondario.

I periodi dolorosi sono di tre gradi di gravità:
  • Facile;
  • Secondario;
  • Grave (con disabilità),

complicazioni

Con complicazioni mensili dolorose e con gravità lieve o moderata non si osserva. Nei casi più gravi sono possibili la disabilità (a breve termine, temporanea) e lo sviluppo di forme gravi di depressione. Con l'algomenorrea secondaria, le complicanze non sono direttamente correlate al dolore, ma sono determinate dalla malattia di base e dal suo decorso..

Diagnostica e diagnostica differenziale

A fini diagnostici, è prescritto quanto segue:

  • Esame clinico generale;
  • Ultrasuoni degli organi pelvici;
  • Laparoscopia;
  • Dopplerografia dei vasi sanguigni (per rilevare le vene varicose della piccola pelvi);
  • Consultazione psicologa.

Trattamento

Nel trattamento delle mestruazioni dolorose, non solo l'eliminazione del dolore, ma anche un trattamento adeguato della malattia di base è di grande importanza.
I metodi di terapia sono divisi in droga e non droga.

Terapia farmacologica per periodi dolorosi
I principali farmaci per il trattamento dei periodi dolorosi sono: antispasmodici e analgesici. Si noti che una combinazione di no-shpa e nurofen dà un buon effetto. Inoltre, in molti casi, la nomina dei contraccettivi orali è efficace, ad esempio Diane-35, Yarina. La vitamina E, che devi seguire nei corsi, è di grande aiuto..

Terapie non farmacologiche per periodi dolorosi
Se hai periodi dolorosi, le pillole non sono sempre l'unico modo per ridurre il dolore. Esistono molti altri metodi non farmacologici che potrebbero non eliminare completamente il dolore, ma aiuteranno a ridurne significativamente l'intensità e la durata..

Le seguenti misure sono raccomandate per le donne con un ciclo mestruale doloroso:

  • Rispetto della routine quotidiana;
  • Sonno completo;
  • Attività sportive (per rafforzare la stampa);
  • Dieta (riduzione del consumo di cibi ad alto contenuto calorico, aumento del menu di frutta, verdura e liquidi);
  • Completa cessazione del fumo e dell'alcool;
  • Ridurre il superlavoro emotivo, minimizzando le situazioni stressanti;
  • Lezioni di yoga;
  • Agopuntura;
  • Digitopressione e massaggio generale;
  • Elettroforesi con novocaina nell'area del plesso solare (6-8 sessioni sono nominate in modo tale da terminarle all'inizio delle mestruazioni).

Rimedi popolari

La prognosi per periodi dolorosi

Con periodi dolorosi di natura primaria, la prognosi è favorevole. Se l'algomenorrea è secondaria, la prognosi è determinata dalla malattia di base.

Misure preventive

Se una donna soffre di un doloroso ciclo mestruale, la prima cosa da fare è consultare un medico. Solo una consultazione competente con un medico aiuterà a scoprire la vera causa e prendere in considerazione soluzioni al problema.

Inoltre, ci sono una serie di misure, osservando che è possibile ridurre l'intensità del dolore. Alcuni di essi devono essere applicati costantemente, cioè per rendere parte del loro stile di vita (praticare sport, visitare la piscina, smettere di fumare e bere alcolici, stare a dieta) e ci sono quelli che devono essere utilizzati immediatamente prima dell'inizio della prossima mestruazione.

Quest'ultimo include quanto segue: prima dell'inizio delle mestruazioni, puoi fare un bagno caldo con oli essenziali, bere il tè con erbe rilassanti e dormire bene. È anche molto importante sintonizzarsi con le emozioni positive. Questa serie innocua di misure migliorerà il tuo benessere generale e i prossimi periodi non saranno così dolorosi.
Stai in salute!

Dolore nelle mestruazioni: cause, metodi per sbarazzarsi della dismenorrea

Tale "seccatura" come periodi dolorosi è familiare a molte donne. Le statistiche di tali reclami si mantengono stabilmente al 30-60% del numero totale di donne in età fertile, mentre nel 10% dei pazienti ciò porta a un significativo deterioramento del benessere e persino della disabilità [1,2]. La domanda sul perché i dolori durante le mestruazioni sono così gravi nell'ufficio dei ginecologi suona molto spesso. La ginecologia moderna chiama tali dolori una manifestazione di una malattia come l'algodismenorrea o la sindrome mestruale dolorosa.

Va notato che i medici usano contemporaneamente due termini: "algodismenorea" e "dismenorrea" - in modo intercambiabile. Un termine più preciso (ma più lungo) per determinare i periodi dolorosi è il termine "algodismenorea", derivato dalle parole greche: algos - "dolore", dis-prefisso - "deviazione dalla norma", mēn - "mese", rhein - "scadenza". Ma per facilità d'uso, è consuetudine ridurlo, combinandolo con uno più stretto - "dismenorrea". Indipendentemente dalle sfumature terminologiche, la dolorosa sindrome mestruale può letteralmente abbattere una donna apparentemente perfettamente sana per diversi giorni. Qual è la ragione e cosa fare quando durante le mestruazioni fa male l'addome inferiore? Capiamo.

Perché le mestruazioni fanno male durante le mestruazioni?

Per capire perché il dolore durante le mestruazioni è grave, è necessario ricordare qual è il ciclo mestruale. Questo è un processo di preparazione alla concezione di un bambino, costituito da due fasi, ripetute regolarmente nel corpo di una donna in età riproduttiva. Inizialmente, i follicoli con le cellule uovo maturano nell'ovaio, uno (o talvolta due) diventerà dominante. Quindi, la preparazione per la fecondazione inizia nella cavità uterina e, nel caso in cui non si sia verificata, la morte e il successivo rigetto dell'endometrio, la mucosa interna dell'utero, seguono.

  • 1 giorno di mestruazioni è l'inizio della fase di rifiuto. La mucosa esfolia dalle pareti dell'utero e, insieme al sangue, fuoriesce. L'utero allo stesso tempo esegue movimenti contrattili, che possono essere accompagnati da un aumento del dolore. Spesso, la medicina traccia anche un'analogia tra questo processo e il processo del parto, rilevando che l'accompagnamento ormonale in entrambi i casi (un aumento significativo del progesterone ormonale con una diminuzione dei livelli di estrogeni avvenuta alla vigilia del processo) ha molto in comune [3]. Questo periodo richiede normalmente 3-5 giorni.
  • Dal 4 ° al 6 ° giorno, la fase di recupero si svolge nel corpo - questo è il periodo di rigenerazione dell'epitelio che copre la superficie della ferita dell'utero.
  • Dal 6 ° al 14 ° giorno del ciclo, la mucosa uterina viene aggiornata - la fase follicolare. Allo stesso tempo, i follicoli con gli ovuli maturano nell'ovaio. Questa fase termina con l'ovulazione; i follicoli vengono convertiti nel cosiddetto corpo luteo, che prepara la mucosa per ricevere un uovo fecondato.
  • Dal 14 ° al 28 ° giorno del ciclo, si verifica la fase luteale, durante la quale l'endometrio si ispessisce a causa della secrezione delle ghiandole uterine e la mucosa uterina si gonfia, creando condizioni favorevoli per l'ingresso dell'embrione. L'uovo che lascia il follicolo si muove lungo l'ovidotto in previsione della fecondazione. Questa fase termina con la fecondazione o il rifiuto della mucosa obsoleta e il riassorbimento del corpo luteo.

In termini ormonali, dal 1 ° al 14 ° giorno del ciclo, il corpo della donna è influenzato dagli estrogeni (principalmente estradiolo) e dal 15 al 28 ° giorno il massimo è l'effetto del progesterone, secondo questo segno il ciclo mestruale è suddiviso nelle fasi estrogeni e progesterone. Il primo corrisponde alla fase follicolare del ciclo ovarico, il secondo alla fase luteale dei cambiamenti nelle ovaie.

Dovrebbe essere chiaro che la suddetta distribuzione per fase si applica solo a quei casi in cui il ciclo mensile è il classico 28 giorni. Tuttavia, poiché il tempo di ciclo per ogni donna è individuale, anche la durata delle fasi può variare leggermente.

Normalmente, questi processi, che sono completamente naturali per il corpo femminile, dovrebbero avvenire senza dolore. Tuttavia, in molte donne, il processo di rigetto della mucosa è accompagnato da un dolore significativo.

Il dolore durante le mestruazioni di solito si verifica 2-3 ore prima dell'inizio delle mestruazioni o immediatamente con la comparsa di perdite di sangue. Sono localizzati nell'area pelvica, a volte danno alla zona lombare o alla coscia.

Spesso questo è accompagnato da ulteriori sintomi: mal di testa, disturbi dispeptici (disturbi dell'apparato digerente), nausea, vomito, debolezza generale.

Tali manifestazioni possono durare da alcune ore a diversi giorni, a volte intensificandosi nel mezzo o alla fine delle mestruazioni. È per questa sintomatologia che viene fatta la diagnosi di "dismenorrea" ("algodismenorea").

La dismenorrea può avere molte cause, che vanno da un fattore psicogeno: una diminuzione della soglia del dolore individuale a patologie organiche come l'endometriosi o l'iperflessione uterina [4].

Tipi e gradi di dismenorrea

Nel classificatore internazionale delle malattie, la dismenorrea è divisa in primaria (funzionale), secondaria (organica) e non specificata (di origine sconosciuta) [5].

Nella dismenorrea primaria, i suddetti sintomi si verificano sullo sfondo dell'assenza di cambiamenti strutturali (patologie) negli organi genitali, che è confermato da un esame ecografico al momento delle mestruazioni dolorose [6]. In altre parole, si verifica un forte dolore durante le mestruazioni in cui tutto sembra essere normale e nulla dovrebbe ferire.

Nella scienza moderna, ci sono due punti di vista principali su questo problema [7,8]:

  • Il primo tiene conto del ruolo del fattore psicologico e del tipo fisiologico delle donne inclini alla dismenorrea primaria: si tratta di ragazze di tipo astenico, con una personalità neurastenica o labile-isteroidea. L'attesa dell'inizio delle mestruazioni può causare loro disturbi ansia-nevrotici e una diminuzione psicogena della soglia del dolore, portando al fatto che anche i dolori minori saranno percepiti molte volte più forti.
  • Un altro punto di vista si basa sul fatto che un aumento del contenuto di prostaglandine come EP3 e F2α, sostanze biologicamente attive che regolano le contrazioni uterine, il funzionamento dei suoi vasi, l'intensità della sensazione di dolore e molto altro, viene rivelato nel sangue mestruale. L'eccessiva produzione di queste sostanze può portare a carenza di circolazione uterina, spasmi acuti dei muscoli uterini e sensazioni dolorose oggettivamente forti..

L'attivazione della produzione di prostaglandine nell'utero è associata agli effetti ormonali dell'estradiolo e del progesterone. È il loro rapporto proporzionale, e non il livello assoluto, che innesca o inibisce la produzione di prostaglandine.

Con dismenorrea secondaria, il corpo di una donna osserva malattie e cambiamenti strutturali negli organi genitali. Le malattie più comunemente diagnosticate sono [9], come l'endometriosi; processi infiammatori dei genitali, infiammazione delle tube di Falloppio, anomalie degli organi genitali, fibromi uterini.

In base alla gravità del dolore, si dividono 4 gradi di dismenorrea [10]: dismenorrea lieve, moderata, grave, il grado massimo di dismenorrea.

Secondo i medici, il grado più pronunciato di dismenorrea nel 96% delle donne è anche accompagnato da vari sintomi della sindrome premestruale.

Cosa fare per ridurre il dolore durante le mestruazioni?

Nei casi in cui, durante le mestruazioni, l'addome inferiore o la testa fanno male, non dovresti sopportare il dolore. Puoi alleviare le tue condizioni e riacquistare capacità lavorativa, usando le conoscenze accumulate dalla scienza moderna.

Terapia sintomatica - eliminazione del dolore al momento del suo aspetto

A giudicare dalla ricerca degli scienziati, i seguenti tipi di farmaci eliminano in modo più efficace il dolore durante le mestruazioni [11]:

  • farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS);
  • antidolorifici combinati contenenti FANS in varie proporzioni, un analgesico, uno psicostimolante debole e un antispasmodico, che eliminano completamente il dolore nel 71% dei pazienti;
  • antispasmodici miotropici.

Come agente ausiliario, non scartare la fitoterapia. Nella maggior parte dei casi, estratti di piante vengono utilizzati in tinture, preparazioni omeopatiche complesse e integratori alimentari progettati per alleviare i sintomi della dismenorrea. Sono spesso usati estratti del sacro Vitex (Vitex agnus-castus), erba di San Giovanni (Hypericum perforatum), maggiorana (Orīganum majorāna), lombaggine di prato (Pulsatilla pratensis), rosmarino medicinale (Rosmarinum officinalis), ecc..

Lavora con ragioni e prevenzione

Non dimenticare che, alleviando il dolore, dovresti andare da un ginecologo per identificare la causa dei sintomi, altrimenti il ​​dolore tornerà di nuovo nel ciclo successivo. Va ricordato che il trattamento della dismenorrea secondaria comprende la terapia obbligatoria per la malattia di base.

Nella dismenorrea primaria, i fatti sull'influenza dello stile di vita e della nutrizione sulla gravità del dolore durante le mestruazioni sono stati scientificamente provati [12]. Secondo le osservazioni, i sintomi della dismenorrea si manifestano più spesso nelle ragazze e nelle giovani donne il cui lavoro è associato a stress neuropsichico o a una lunga postura statica durante il lavoro.

Studi scientifici dimostrano anche che le donne con sintomi di dismenorrea presentano una carenza di determinate vitamine e minerali e in genere si manifestano segni clinici di ipovitaminosi [13]. Pertanto, si raccomanda di assumere complessi vitaminici come misura preventiva. Questo metodo di prevenzione può essere raccomandato alle ragazze con dismenorrea primaria non complicata che non vogliono usare contraccettivi.

Nella dismenorrea primaria, l'ostetrico-ginecologo spesso prescrive COC (contraccettivi orali combinati) [14], che vengono utilizzati nel regime contraccettivo per 3-4 mesi. Questi farmaci riducono la quantità di sanguinamento durante le mestruazioni controllando la crescita dell'endometrio e sopprimendo l'ovulazione. La selezione di tali farmaci viene effettuata esclusivamente individualmente. Se necessario, i contraccettivi orali combinati sono combinati con analgesici..

  • Sedativi di varia intensità in combinazioni (dai rimedi erboristici ai tranquillanti).
  • Antiossidanti (vitamina E) progettati per normalizzare la produzione di prostaglandine.
  • Preparati di magnesio (ascorbato di magnesio, citrato di magnesio), che riducono i sintomi di disidratazione e alleviano la sensazione di ansia (ad esempio "Magnelis").
  • A volte i fitoestrogeni sono prescritti in alternativa alla terapia ormonale sostitutiva, ma i dati sperimentali su questo argomento sono contraddittori [15].

Le osservazioni delle donne che visitano attivamente e regolarmente la palestra confermano che dopo l'allenamento durante il periodo premestruale e direttamente durante le mestruazioni, notano spesso una diminuzione del dolore [16].

È importante capire che il dolore nei primi giorni delle mestruazioni non è la norma, può essere un segnale della presenza di problemi più gravi. Oltre ad alleviare i sintomi con antidolorifici, è importante occuparsi del controllo della salute femminile. Utilizzando un approccio integrato, è possibile raggiungere il successo nel trattamento di questa patologia e migliorare significativamente la qualità della vita.

Farmaco complesso vitaminico per dismenorrea

Per correggere i sintomi dolorosi delle mestruazioni con vitamine e minerali, gli scienziati russi hanno sviluppato un integratore biologicamente attivo Cyclovita ®, che non ha analoghi sul mercato russo.

L'unicità dello sviluppo scientifico incarnato nel complesso vitaminico-minerale CYCLOVITA ® è confermata dal brevetto n. 2 443 422 [17] dell'invenzione. Lo sviluppo si basa sul fatto che nelle donne di età compresa tra 18 e 35 anni, in diverse fasi del ciclo mestruale, viene rilevata una carenza di diverse vitamine e minerali. Ad esempio, nella fase estrogenica (follicolare o proliferativa) delle mestruazioni, il corpo di una donna è particolarmente esigente per la presenza di vitamine del gruppo B e zinco, e nella fase del progesterone (luteale o secretoria), la necessità di vitamine A, C, E, nonché di selenio e rame.

CYCLOVITA ® è un complesso vitaminico-minerale a due fasi bilanciato, progettato specificamente per i cambiamenti ciclici nel corpo della donna e ha due composizioni uniche per ogni metà del ciclo mestruale - CYCLOVITA ® 1 e CYCLOVITA ® 2. In totale, contengono:

  • 12 vitamine: A, B1, B2, B5, B6, B9, B12, C, D3, E, N, PP.
  • 5 minerali: rame, zinco, iodio, selenio, manganese.
  • Rutina e luteina.

I componenti sono in rapporti di dose unici che sono ottimali per le fasi I e II del ciclo mestruale e sono destinati all'uso nei giorni appropriati. Consigliato di prendere:

  • CYCLOVITA ® 1 - nei giorni 1–14 del ciclo, 1 compressa al giorno ai pasti;
  • CYCLOVITA ® 2 - nel 15-28 ° giorno del ciclo, 1 compressa 2 volte al giorno.

Durata del corso - 1 mese.

Controindicazioni per l'uso sono: intolleranza individuale ai componenti, gravidanza e allattamento. Prima dell'uso, si consiglia di consultare un medico.

P. S. Informazioni più dettagliate e raccomandazioni sull'assunzione del complesso vitaminico-minerale Cyclovita ® sono disponibili sul sito ufficiale.

* Il numero di additivi alimentari biologicamente attivi “Complesso vitaminico e minerale CYCLOVITA ®” nel Registro dei certificati di registrazione statali di Rospotrebnadzor è RU.77.99.11.003.E.003222.07.17, la data di registrazione è il 24 luglio 2017.

Spesso, si può raccomandare una terapia con vitamina ciclica per mantenere un ciclo regolare. È selezionato tenendo conto delle esigenze del corpo nei micronutrienti secondo le fasi del ciclo mestruale.

Lo squilibrio ormonale è una delle cause del disagio durante le mestruazioni..

La mancanza di vitamine e minerali nel corpo di una donna può portare a uno squilibrio ormonale, che a sua volta può contribuire allo sviluppo di vari disturbi nell'area genitale femminile.

Gli ormoni sono responsabili non solo dello stato emotivo e del benessere di una donna, ma anche del suo aspetto. Ciò è particolarmente vero durante le mestruazioni..

L'assunzione del corso del complesso CYCLOVITA aiuta a ridurre le manifestazioni della sindrome premestruale, migliorare il benessere durante le mestruazioni, stabilire un ciclo mestruale regolare e avere anche un effetto benefico sulle condizioni della pelle del viso, dei capelli e delle unghie. *

* "Lo studio dell'efficacia e della sicurezza degli integratori alimentari" CYCLOVITA "nel trattamento delle irregolarità mestruali e della sindrome da tensione premestruale." Gromova O.A. 08/22/2011
** L'efficacia della correzione ciclica dei micronutrienti per la regolazione della funzione mestruale in caso di violazioni della formazione di menarca. DI. Limanova, et al., Ginecologia n. 2, Volume 14/2012

  • 1,3,4,6,8,9 https://clck.ru/EdXdD
  • 2,10,11,12,14 https://clck.ru/EdXby
  • 5 http://apps.who.int/classifications/icd10/browse/2016/en#/N94
  • 7 https://medintercom.ru/articles/algodismenoreya-pervichnaya-i-vtorichnaya
  • 13 https://clck.ru/EdXcG
  • 15 https://www.nkj.ru/archive/articles/13952/
  • 16 https://clck.ru/EdXcb
  • 17 http://www.freepatent.ru/patents/2443422

Oggi, numerosi laboratori indipendenti hanno sistemi di test per determinare determinate vitamine nel sangue del corpo critico di una donna, come acido folico, vitamina B12, vitamina D, nonché lo screening di tutti i microelementi di vitale importanza e tossici disponibili per la determinazione per controllare i loro valori di riferimento. Sfortunatamente, mentre tali studi non sono economici, ma se possibile, si raccomanda di condurli prima e dopo l'assunzione di complessi vitaminico-minerali.

Grave dolore durante le mestruazioni: la norma o la ragione per consultare un medico?

Nella terminologia medica, il flusso mestruale è il processo di rimozione della vecchia mucosa e dell'endometrio dalla cavità uterina attraverso il sanguinamento. L'inizio del periodo mestruale è la prima festa della donna.

In questo momento, non si può parlare di concepimento, poiché i muscoli lisci dell'utero producono forti contrazioni e, per così dire, aiutano a respingere l'endometrio speso. Inoltre, lo spasmo delle vene e dei capillari è accompagnato da questo processo e, di conseguenza, non abbastanza ossigeno e sostanze nutritive penetrano in tutti i tessuti e gli organi..

Pertanto, il dolore intenso appare nei giorni critici. I motivi di questo corso di eventi sono ormoni - prostaglandine. Se consideriamo più in dettaglio, nel corso di 25-30 giorni l'utero, preparandosi per la fecondazione, è saturo all'interno di molti capillari, la cui funzione principale è quella di fertilizzare l'utero, fornire nutrienti e ossigeno al feto.

Nel caso in cui non si verifichi la fecondazione, la presenza di questo strato di tessuto nella cavità uterina scompare e, attraverso la sintesi di prostaglandine, viene rimossa. Questa è una specie di "mini-nascita": l'organo riproduttivo si contrae e cerca di liberarsi dall'endometrio non necessario, rivelando in qualche modo la cervice.

Il dolore di questo processo fisiologico può essere presente, tuttavia, se a volte si intensifica, è necessario consultare un ginecologo. È possibile sopportare tale dolore, ma è meglio eliminare la causa dell'intensificazione della sindrome del dolore.

Dolore mestruale

Il dolore durante i giorni critici è espresso in modo diverso:

  • mal di testa (emicrania);
  • disagio, occhi feriti;
  • improvviso aumento e diminuzione della pressione;
  • aritmia, nausea, vomito;
  • aumento della sudorazione;
  • nervosismo, irritabilità; un forte cambiamento di umore;
  • riposo inferiore, affaticamento, gonfiore;
  • tenerezza al petto, mal di schiena;
  • interruzioni del tratto digestivo (disturbi, costipazione, diarrea, ecc.).

La natura del dolore durante le mestruazioni

Le mestruazioni sono un processo naturale attraverso il quale il corpo di una donna si sbarazza del vecchio.

Poiché il processo di rimozione dei tessuti è controllato dal sistema nervoso, il disagio e alcune sensazioni dolorose non sono esclusi, ma se questa sensazione è più pronunciata, potrebbero esserci malfunzionamenti nella salute generale della donna.

Normalmente, un leggero disagio doloroso può iniziare qualche tempo prima dell'inizio del flusso sanguigno e dura due giorni..

Secondo le descrizioni, le manifestazioni del dolore sono simili alle contrazioni, acute, doloranti con un ritorno all'addome inferiore e lombare.

Gradi di dismenorrea

Come intensità, le sensazioni sono divise in 4 gradi:

  1. 0 gradi. I dolori addominali sono insignificanti, non c'è bisogno di antidolorifici;
  2. 1 grado Malessere generale moderato, può essere tollerato. Può essere accompagnato da malinconia, emicrania, disturbi digestivi. Usa e getta con l'uso di un antidolorifico;
  3. 2 gradi. Il dolore nei giorni critici è manifestazioni gravi e concomitanti: vertigini, brividi, lieve debolezza, mal di testa, nervosismo. Col passare del tempo, i disturbi si intensificano. Lenitivi e antidolorifici ti fanno sentire meglio.
  4. 3 gradi. Il dolore pronunciato nell'addome inferiore si verifica pochi giorni prima della prima dimissione e dura l'intero periodo delle mestruazioni. I sintomi sono i seguenti: febbre, forte dolore alla testa, aritmia, perdita di coscienza è possibile.

Cause di periodi dolorosi

Perché sorge il dolore? Il dolore durante le mestruazioni può verificarsi a causa della posizione errata degli organi riproduttivi, vulnerabilità ai minimi cambiamenti nel corpo, forte emotività, a causa del blocco del tratto escretore con aderenze e cicatrici da aborti.

Colpisce anche ereditarietà, carenza di calcio e magnesio, carenza di vitamine e mancanza di esercizio fisico (mancanza di attività fisica).

Tutto quanto sopra può essere attribuito a interruzioni nella sintesi degli ormoni, con un aumento delle prostaglandine, l'impulsiva tensione uterina aumenta, rispettivamente, il lume nei vasi si restringe.

L'uso di contraccettivi, come una spirale, può anche provocare l'insorgenza di dismenorrea primaria. L'endometriosi, il mioma dell'organo riproduttivo, la gravidanza nelle appendici, le malattie infiammatorie e infettive degli organi genito-urinari provocano dismenorrea secondaria. Il dolore intollerabile nei giorni critici è dovuto alla comparsa di cisti e polipi nella cavità uterina.

Diagnostica

Per ogni donna, le manifestazioni di dolore grave si trasformano in una costante attesa depressa di giorni critici.

Questo problema richiede una soluzione rigorosa visitando un ufficio ginecologico, eseguendo test appropriati per la quantità di ormoni femminili, conducendo una diagnosi ecografica.

Inoltre, uno specialista può chiedere una raschiatura della cavità intrauterina, laparoscopia, dopplerografia di vene e capillari, visite ad altri medici (neuropatologo, chirurgo, psichiatra).

Inoltre, il paziente è tenuto a tenere continuamente un diario e un calendario del ciclo mestruale.

Cosa fare con il dolore il primo giorno delle mestruazioni?

Ecco alcuni modi per eliminare il dolore nei giorni iniziali e successivi, a condizione che il malessere sia lieve:

  • bere più liquidi;
  • fare movimenti attivi (l'attività fisica allevia gli spasmi);
  • procedure idriche con acqua calda;
  • antidolorifici di alta qualità.

Ma quando c'è un forte dolore all'inizio delle mestruazioni, semplicemente non c'è forza per alzarsi dal letto, dovresti consultare immediatamente uno specialista. Tali condizioni indicano significativi problemi riproduttivi..

Come ridurre il dolore durante le mestruazioni?

Per ridurre al minimo il dolore prima, durante e dopo le mestruazioni:

  1. Prodotti contenenti potassio e calcio. La carenza di queste sostanze provoca tensione e dolore;
  2. Chirurgia o trattamento ginecologico degli organi riproduttivi;
  3. Medicinali
  4. Medicina alternativa e attività fisica

Quando vedere un dottore?

Senza eccezioni, le donne dovrebbero essere consapevoli delle situazioni in cui è pericoloso trattare in modo indipendente un forte dolore nell'addome inferiore:

  1. Quando la sindrome dolorosa non scompare per 2 giorni dopo la prima dimissione;
  2. Quando antispasmodici e antidolorifici non funzionano;
  3. Emorragia eccessiva, insieme a grossi grumi;
  4. Fallimento temporaneo delle mestruazioni, perdita di peso;
  5. Quando c'è vomito insolito, sensazione di nausea, feci molli durante le giornate delle donne.

Le conseguenze di periodi dolorosi

Secondo la fisiologia naturale, l'endometrio è il rivestimento interno dell'utero, ogni mese viene sostituito da una nuova mucosa. La rimozione del tessuto obsoleto viene effettuata attraverso contrazioni uterine e, di conseguenza, compaiono la compressione delle fibre nervose sensibili e il restringimento del lume delle navi.

Questo è ciò che provoca dolore durante le mestruazioni. Lombare e osso sacro sono coinvolti nel dolore. La manifestazione della dismenorrea nel tempo è caratteristica dell'inizio e dei primi due giorni di giorni critici.

Trattamento

Il modo più accettabile è usare un qualche tipo di medicinale con un effetto analgesico. Tuttavia, non è possibile assumere aspirina e tutte le compresse contenenti aspirina..

antispastici

Quasi tutti i medici prescrivono di eliminare le manifestazioni mestruali di antispasmodici, con il seguente nome:

Oggi, le supposte per uso rettale e vaginale sono ampiamente utilizzate. Le candele non hanno limiti di età e quando si verificano manifestazioni spiacevoli, vengono utilizzate per le mestruazioni.

Il paracetamolo nelle supposte è il principale principio attivo. Imitando le proprietà dell'analgin e grazie all'azione antinfiammatoria, questo metodo rimuove qualitativamente tutti i spiacevoli sintomi delle mestruazioni.

Molti ginecologi prescrivono le seguenti supposte topiche:

Poiché le controindicazioni sono peculiari di ogni medicinale, prima di usare le candele, la consultazione con un medico diventa superflua.

altri metodi

Per eliminare il dolore durante le mestruazioni, puoi prendere:

  • Farmaci ormonali (con l'uso di contraccettivi in ​​compresse, l'intensità del dolore diminuisce).
  • Sedativi (normalizzare lo stato emotivo, portare al rilassamento, alleviare la tensione nervosa).
  • Rimedi omeopatici (spesso svolgono un ruolo aggiuntivo nella lotta contro il dolore mestruale).
  • Fisioterapia (ultrasuoni, correnti e altri, escluse le procedure di riscaldamento).
  • Associazioni vitaminiche.
  • Agopuntura.

Trattamento non farmacologico

Considera alcune raccomandazioni generali per alleviare il dolore durante le mestruazioni:

Dieta sana

La manifestazione di una sindrome dolorosa è influenzata dal cibo durante le giornate delle donne..

L'inclusione dei seguenti prodotti nella dieta funziona bene:

  • carne di pesce di mare,
  • olio e semi di girasole,
  • semi di soia,
  • arachidi, nonché noci, mandorle,
  • pesce grasso e semi-grasso.

Tutti questi alimenti hanno acidi grassi omega-tre, che aiutano a ridurre le contrazioni muscolari..

Allo stesso modo, l'assunzione aggiuntiva di calcio e magnesio. L'assunzione giornaliera di questi elementi è rispettivamente di 800 e 300 mg.

Verdure verdi, latticini, frutta secca, legumi e cereali dai cereali contengono molto magnesio.

Esistono anche prodotti che stimolano l'insorgenza del dolore durante le mestruazioni, mediante spasmodizzazione del tessuto muscolare liscio dell'organo riproduttivo:

  • Salse al pepe
  • Cibo fritto
  • Caffeina
  • alcool

Attività fisica

L'attività fisica insignificante è molto favorevole durante le mestruazioni. I carichi motori formano un normale metabolismo, che a sua volta ha un effetto positivo sul dolore.

Riduce notevolmente il malessere - camminare, camminare all'aria aperta, semplice allenamento cardio.

Tecniche di rilassamento

Il nervosismo e il cattivo umore a volte aumentano il grado di dolore.

In tali casi, possono essere utili diversi metodi di rilassamento..

È solo necessario liberarsi un po 'dai problemi attuali, cavarsela con il passatempo o il lavoro preferito, concedersi un po' di relax e scarico.

Le lezioni di yoga possono aiutare..

gestageni

I gestageni sono essenzialmente un gruppo di ormoni sintetizzati nel corpo umano.

Questi enzimi stimolano la crescita di nuove cellule endometriali nella cavità uterina, alleviano la tensione dal corsetto della muscolatura liscia dell'organo riproduttivo e creano tutte le condizioni ottimali per la sintesi di estrogeni.

Inoltre, sono direttamente correlati al processo di fecondazione e il loro fallimento può comportare l'incapacità di avere prole, interruzioni nel ciclo dei giorni critici, nascita spontanea (aborto spontaneo).

Al fine di prevenire la dismenorrea iniziale, sono applicabili ormoni con progesterone attivo, per analogia con gli enzimi naturali. In tali farmaci, il compito principale è ridurre la presenza di prostaglandine nel sangue e normalizzare il ciclo dei giorni critici.

Le attuali medicine gestageniche sono significativamente diverse dalle loro controparti della fine del XX secolo, ora sono più efficaci e sicure, praticamente non hanno controindicazioni.

Contraccettivi orali (COC)

I contraccettivi ormonali sono molto comuni nell'uso della dismenorrea iniziale, specialmente nelle donne che hanno una vita sessuale attiva.

I contraccettivi orali combinati (COC) sono considerati i più efficaci in questo senso; contengono imitazione dell'ormone estrogeno.

Il principio della loro attività è volto a inibire il processo di ovulazione, per questo c'è una diminuzione del numero di prostaglandine e la sindrome dolorosa scompare.

Inoltre, c'è una diminuzione della pressione all'interno della cavità uterina e la frequenza e la forza della tensione contrattile dei muscoli lisci rallenta, il che fornisce sollievo dal dolore.

Farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS)

Con le controindicazioni esistenti e solo una riluttanza a prendere contraccettivi a base ormonale, puoi fare completamente con i farmaci antinfiammatori non steroidei. I FANS sono caratterizzati da qualità soppressive; sono prescritti per l'uso proprio quando compaiono disturbi dolorosi.

Questi farmaci agiscono per analogia con quanto sopra, i FANS minimizzano la presenza di cause alla radice del dolore alle prostaglandine nelle secrezioni di sangue. Le medicine di questo gruppo vengono immediatamente assorbite nel tratto digestivo e hanno un effetto per 5,6 ore.

I nomi più comuni del gruppo FANS sono:

Numerosi esperimenti condotti per eliminare la dismenorrea iniziale attraverso NVPP hanno dimostrato che naprossene, ibuprofene, acido mefenamico e aspirina mostrano grandi risultati nella lotta contro la dismenorrea iniziale, ma l'ibuprofene è tra gli effetti collaterali più minimizzati tra loro..

Rimedi popolari per il dolore durante le mestruazioni

In questo contesto, varie ricette di erbe e radici sono molto rilevanti..

Queste raccomandazioni popolari sono testate nel tempo e altamente efficaci:

  • Infuso di foglie di lampone. 30-40 grammi di foglie di lampone essiccate producono 250 ml di acqua bollente. Insistere dovrebbe essere di circa 30 minuti, filtrare e bere un po 'durante il giorno.
  • Infuso di camomilla e foglie di melissa. Mescola un cucchiaio di materie prime secche di queste piante e prepara 250 ml di acqua bollita. Insisti due ore per bere 5,6 sorsi prima di mangiare per tutto il giorno. Corso: l'intero periodo delle mestruazioni.
  • Raccolta di camomilla, menta e radici di valeriana. Mescola i principali componenti asciutti della raccolta in un rapporto di 2: 2: 1. Due cucchiai di raccolta producono 200 ml di acqua bollita. Avvolgere e insistere per un'ora, passare attraverso un filtro e bere 30 ml tre volte al giorno.
  • Tinture e tè a base di erbe sedative. Saranno utili diversi tipi di tinture e bevande a base di erbe contenenti motherwort o valeriana..
  • Unguento di Dr. Mom e ittiolo. Mescola questi due ingredienti. Applicare sulla superficie della pelle in un luogo in cui si avverte dolore per diverse ore, quindi risciacquare con acqua a 35 gradi.
  • Ricetta allo zenzero. Preparare lo zenzero tritato con acqua bollente e insistere per circa mezz'ora, quindi mescolare l'infuso con una piccola quantità di zucchero, bere caldo prima di coricarsi.

Prevenzione

Le misure preventive per prevenire l'insorgenza di dismenorrea sono difficili da sopravvalutare, ma la maggior parte del gentil sesso semplicemente non le usa.

Ogni donna deve visitare uno specialista una volta all'anno..

L'esame iniziale da parte di un ginecologo dovrebbe essere effettuato immediatamente dopo la data stabilita del ciclo mestruale, ma non oltre 16 anni e in assenza di prove negative da parte della ragazza.

Le infiammazioni di varie eziologie che inibiscono i normali processi nel sistema genito-urinario devono essere rigorosamente trattate, al fine di evitare complicazioni in futuro. Questo comportamento elimina la possibilità di complicazioni nei giorni critici di dismenorrea.

Poiché l'aborto porta spesso a un disturbo meccanico della mucosa uterina e ha un effetto negativo sui parametri ormonali di una donna e sulla sua funzione mestruale, è meglio usare farmaci di alta qualità per prevenire la fecondazione.

È molto importante attuare misure preventive per le giornate dolorose delle donne per escludere patologie così gravi come l'impossibilità del concepimento, la comparsa di nevrosi e psicosi dovute a dolore sistematico.

Quando il periodo mestruale di una donna è complicato da dolori pronunciati, l'automedicazione diventa irrilevante. Un appello a uno specialista in questa circostanza è molto necessario. Attraverso anche semplici esami del sangue o delle sbavature, un'ecografia, il ginecologo identificherà le cause alla radice e determinerà il metodo di trattamento..

Dolore mestruale: cause e trattamento

Il dolore durante le mestruazioni è una patologia che in medicina è chiamata algomenorrea o dismenorrea. Di solito il dolore appare un paio di giorni prima dell'inizio delle mestruazioni e può continuare fino alla fine. Può avere sia il carattere crampo che doloroso, dare alla parte bassa della schiena e all'osso sacro.

Perché mal di stomaco durante le mestruazioni?

C'è una semplice spiegazione per questo fenomeno. Il fatto è che nel processo delle mestruazioni, l'utero deve essere molto ritmicamente ridotto al fine di rimuovere lo strato funzionale dell'endometrio (mucosa) dalla sua cavità. Ogni donna ha la sua soglia del dolore, quindi il dolore durante le mestruazioni può essere diverso. Qualcuno non li sente affatto, qualcuno al contrario, è in uno stato in cui è necessario il riposo a letto. Inoltre, la forma dell'utero può influire sulla qualità del dolore. Ad esempio, se è leggermente inclinata all'indietro, i recettori del dolore di una donna si faranno sicuramente sentire.

Cause ormonali

La sensibilità del corpo femminile e l'attività dell'utero dipende anche dallo sfondo ormonale. Se la quantità di estrogeni è aumentata, le mestruazioni saranno dolorose. Di norma, questa condizione si verifica nelle donne dopo 30 anni. Quando viene violata la norma di tutti gli ormoni, è possibile osservare contemporaneamente l'algomenorrea e la sindrome premestruale.

Il dolore durante le mestruazioni è direttamente correlato allo squilibrio dell'ormone progesterone e prostaglandina. Le prostaglandine sono un tipo di sostanza chimica che svolge un ruolo dominante nell'insorgenza dei sintomi che causano disagio durante le mestruazioni. Stimolano le contrazioni uterine durante le mestruazioni. Di conseguenza, maggiore è la forza delle contrazioni, più forte è il dolore. Se ci sono troppe prostaglandine, una donna può provare nausea, vomito, mal di testa, brividi e tachicardia.

La gravità del dolore durante le mestruazioni

Primo

È il più comune Tali dolori mestruali sono moderati e praticamente non impediscono a una donna di condurre il suo solito modo di vivere. Il loro aspetto può iniziare nell'adolescenza e dopo la nascita di un bambino passa senza lasciare traccia.

Secondo

Questa gravità è accompagnata dalla comparsa di mal di testa, nausea e vertigini. La donna è disturbata dallo stato emotivo e mentale, la sua capacità lavorativa è ridotta.

Terzo

Il terzo grado di dismenorrea è caratterizzato dal verificarsi di forti dolori nell'addome inferiore e nella regione lombare. Debolezza, mal di testa, febbre, vomito, tachicardia compaiono, possono verificarsi svenimenti. In questo caso, è necessario consultare un medico che selezionerà i farmaci necessari per alleviare la condizione. Inoltre, vale la pena notare che gli antidolorifici sono inefficaci qui..

Prevenzione

Se c'è dolore durante le mestruazioni, una donna deve prestare molta attenzione al suo stile di vita:

  • Non dimenticare la dieta corretta. Stranamente, influenza direttamente la natura del dolore. Ad esempio, durante l'inizio delle mestruazioni, dovresti rifiutare di mangiare carne e latticini, grassi animali. Bisogno di bere succhi di frutta e verdura fresca.
  • L'allenamento sportivo ha anche un effetto benefico sul dolore: alleviano molto bene lo stress. Per fare questo, non devi andare in palestra e farlo lì per diverse ore al giorno. Puoi semplicemente organizzare un “riposo” domestico per te stesso, facendo 20-30 minuti al giorno.

Come sbarazzarsi del dolore durante le mestruazioni?

Cerca di rilassarti il ​​più possibile: maggiore è la tensione nei muscoli, maggiore sarà il dolore. Riposati di più dalle faccende domestiche..

Applica calore sul punto dolente. Può essere un semplice termoforo o una bottiglia di plastica riempita con acqua calda. Se possibile, fai un bagno caldo..

Quali farmaci possono essere assunti con tale dolore?

Le mestruazioni dolorose si verificano più spesso a causa del basso livello dell'ormone progesterone. Pertanto, per sbarazzarsi di questa patologia, è necessario assumere questo particolare ormone. Il farmaco più popolare che può ripristinare la sua carenza è Dufaston. A proposito, è spesso prescritto durante la gravidanza, quando c'è il rischio di interruzione.

Ricorda che il dolore nell'addome inferiore durante le mestruazioni è forse un tipo di segnale che avvisa una donna di problemi, alcuni dei quali richiedono un trattamento.

Trattamento di dismenorrea e misure di prevenzione del dolore

Le mestruazioni dolorose sono un gruppo di malattie che si verificano in alcune donne con la comparsa di sanguinamento mestruale. Il dolore mestruale grave può essere primario (senza una causa nota) o secondario (causato da anomalie anatomiche o altre malattie).

In molte donne, le mestruazioni dolorose scompaiono nel tempo, dopo 20 anni o dopo la gravidanza. Il trattamento consiste nell'assunzione di antidolorifici, escluso l'acido acetilsalicilico. In caso di alterazioni anatomiche, viene utilizzata la rimozione chirurgica..

Cause del dolore durante le mestruazioni

Mestruazioni dolorose può essere:

  • primario (funzionale) - associato al verificarsi di un ciclo ovulatorio, senza alcun motivo patologico. Di norma, la dismenorrea funzionale è causata da un'eccessiva contrazione dei muscoli dell'utero e da un'anormale desquamazione della mucosa uterina causata da fattori ormonali o psicologici..
  • secondario (acquisito) - associato ad un'altra malattia che provoca dolore durante le mestruazioni. Questi motivi includono: endometriosi, restringimento del canale cervicale, polipi della mucosa uterina, fibromi uterini, malformazioni dell'utero e / o posizione errata, processi infiammatori acuti situati nell'area pelvica, infiammazione cronica nell'area pelvica, sindrome dell'ovaio policistico.

Le mestruazioni primarie tendono a dominare nelle ragazze che hanno recentemente iniziato le mestruazioni. Questo di solito è associato alla comparsa di un ciclo ovulatorio (i cicli mestruali, all'inizio, possono verificarsi senza ovulazione).

L'importanza è anche attribuita all'aumento dello stress, il cosiddetto sistema simpatico, che regola l'attività del corpo indipendentemente dalla nostra volontà (ad esempio, la peristalsi). La dismenorrea di solito diminuisce dopo la prima gravidanza.

Durante le mestruazioni.

A volte le mestruazioni dolorose primarie possono essere associate a una posizione errata dell'utero. Quando l'utero si trova nella cosiddetta posizione eccessivamente piegata, cioè l'angolo tra il gambo dell'utero e la cervice è acuto, possono verificarsi difficoltà nel deflusso del sangue. L'utero, cercando di cancellare il contenuto, è eccessivamente contratto, il che può causare forte dolore nella regione lombosacrale.

L'endometriosi è una condizione che determina l'aspetto della mucosa caratteristica della cavità uterina al di fuori dell'utero. La mucosa ectopica contiene una somiglianza funzionale con l'endometrio (mucosa uterina). Ciò significa che i fuochi della mucosa irregolare subiscono cambiamenti simili associati al ciclo di vita di una donna, come la mucosa situata nella cavità uterina.

La conseguenza di ciò è la raccolta del flusso mestruale nell'addome o in altre aree (ad es. Polmoni). Questa è una malattia relativamente comune. Si stima che il 7-15% delle donne in età fertile sviluppa endometriosi.

I fibromi uterini sono anche un disturbo comune delle donne in età fertile. Circa il 20% delle donne dopo 35 anni e fino al 50% delle donne dopo 50 anni ne soffrono. I fibromi uterini sono tumori benigni situati nell'utero.

La causa di questi tumori non è completamente nota. Sembra che lo sviluppo di fibromi sia influenzato da squilibri ormonali nelle donne associate ad alti livelli di estrogeni e bassi livelli di progesterone. Tuttavia, questa non è la regola, a volte le donne che hanno un alto livello di estrogeni non soffrono di fibromi. In genere, la dimensione del tumore diminuisce dopo la menopausa. I fibromi sono composti da fibre muscolari caratteristiche dell'utero. Possono raggiungere varie dimensioni, ma di solito non superano i 10 cm.

La sindrome dell'ovaio policistico è una malattia riscontrata nel 10-15% delle donne in età fertile. Questi sono squilibri ormonali nelle donne, o meglio, aumento della produzione di ormoni sessuali maschili, in particolare testosterone, secrezione eccessiva dell'ormone LH (un ormone prodotto dalla ghiandola pituitaria che stimola le ovaie) e alti livelli di insulina nel sangue.

Come già accennato, a volte i sintomi dolorosi associati alle mestruazioni possono accompagnare un'infiammazione pelvica acuta o cronica. Si applica alla maggior parte delle donne in età fertile che sono sessualmente attive..

La causa più comune è l'infiammazione vaginale, che si diffonde nella cavità uterina, nelle tube di Falloppio e nelle ovaie. I patogeni che causano l'infiammazione pelvica sono, prima di tutto: Chlamydia trachomatis, Neisseria gonorrhoeae e Mycoplasma genitalium.

Sintomi di mestruazioni dolorose

Le mestruazioni dolorose si distinguono principalmente per il dolore, che si avverte nella regione dell'addome e dell'osso sacro; può essere noioso o colico, spesso rendendo la vita difficile. Possono anche verificarsi nausea e vomito, diarrea e forti mal di testa. Il dolore si intensifica il secondo giorno delle mestruazioni, quindi diminuisce gradualmente.

I sintomi dolorosi associati all'endometriosi sono localizzati principalmente nelle vicinanze del bacino. Il dolore appare principalmente durante le mestruazioni, ma può ripresentarsi anche in altre fasi del ciclo mestruale. A volte il dolore può essere accompagnato dalla minzione. Altri problemi includono gonfiore, affaticamento, debolezza, sanguinamento irregolare e problemi di gravidanza..

I sintomi dei fibromi comprendono: dolore nell'addome inferiore causato dalla pressione di un tumore in espansione sulla vescica o sul retto, sanguinamento grave, sanguinamento mensile tra le mestruazioni e sintomi di infiammazione nel caso di fibromi di grandi dimensioni inclini a necrosi parziale. I piccoli fibromi, anche in gran numero, potrebbero non manifestarsi affatto.

I sintomi della sindrome dell'ovaio policistico sono associati a un cambiamento nell'equilibrio ormonale nel corpo di una donna. Oltre ai periodi dolorosi, possono esserci irregolarità mestruali, irsutismo (ipertricosi), problemi di gravidanza, acne o dermatite seborroica, presenza di macchie scure sulla pelle, gonfiore, perdita di capelli (tipo maschile).

Diagnosi di mestruazioni dolorose

Per riconoscere correttamente le cause delle mestruazioni dolorose, è necessaria una visita dal ginecologo. La base della diagnosi è uno studio dei medici, che consente, tra l'altro, di identificare le violazioni della posizione dell'utero, i cambiamenti relativi all'utero e alle appendici. Un utile studio aggiuntivo è l'ecografia, l'esame transvaginale.

Inoltre, il medico può condurre uno studio sulla pulizia vaginale (al fine di escludere le cause dei processi infiammatori), citologia ed esami del sangue (morfologia del sangue, CRP e livelli ormonali di ormoni sessuali femminili come estrogeni, progesterone, PH, UST e testosterone ).

La diagnosi di endometriosi è piuttosto complicata. Tra i metodi di visualizzazione, solo la risonanza magnetica ha trovato applicazione pratica. In alcuni casi, l'analisi biochimica, compresa la concentrazione di antigene Ca 125, può essere utile..

Spesso, tuttavia, una diagnosi finale può essere fatta solo facendo una laparoscopia diagnostica (metodo di "entrata" chirurgica nella cavità addominale) e usando i frammenti risultanti per l'esame al microscopio.

La diagnosi di fibromi uterini, di norma, include una visita medica (palpazione ginecologica), esame ecografico transvaginale.

Nel caso della sindrome dell'ovaio policistico, ci sono principi per identificare questa malattia in base ai seguenti criteri:

  • Ovulazione mancante o troppo rara.
  • Sintomi di eccesso di ormoni sessuali maschili (ipertricosi in luoghi caratteristici degli uomini: stomaco, torace, spalle, viso).
  • Rilevazione di almeno dodici follicoli ingrossati (talassemia ovarica).

L'infiammazione nella regione pelvica può essere associata ad un aumento della temperatura, negli studi di laboratorio c'è un tasso accelerato di sedimentazione degli eritrociti, aumento del livello sierico di CRP, scarico improprio dalla vagina o cervice, nonché risultati errati di studi citologici o microbiologici (cultura vaginale). In molti casi, è necessaria la laparoscopia con tamponi dalla cavità pelvica-addominale..

Trattamento delle mestruazioni dolorose

Nel caso di periodi dolorosi primari, l'ovulazione è inibita dai contraccettivi o da una diminuzione della produzione di prostaglandine. I casi secondari sono trattati con un trattamento per la malattia di base. Se le cause non possono essere determinate, allora ci sono antidolorifici e antispasmodici. Tieni presente che l'acido acetilsalicilico (cioè l'aspirina), che può aumentare il sanguinamento, non deve essere usato..

Puoi anche usare i rimedi domestici per le mestruazioni dolorose:

  • infusi di camomilla o menta, che hanno un effetto antispasmodico;
  • impacchi caldi sullo stomaco;
  • massaggio dolce dell'addome;
  • una dieta senza cibi piccanti contenente troppi condimenti, ma con molta fibra;
  • l'uso di integratori alimentari con vitamina B6, magnesio e calcio;
  • evitando l'uso di tè e caffè forti;
  • rifiuto di alcol;
  • bere una quantità adeguata di acqua.

A volte il dolore è così grave e i farmaci non sono efficaci, che il medico è costretto a usare un trattamento chirurgico, che consiste nel rompere l'innervazione dell'utero. A volte anche la psicoterapia è necessaria per aiutare a superare la paura di una malattia..

In caso di endometriosi, la gamma di trattamento e la scelta del metodo dipendono da:

  • età del paziente;
  • potenziale desiderio di riproduzione;
  • la gravità della malattia;
  • la presenza di aderenze;
  • localizzazione di focolai di endometriosi;
  • reazioni al pretrattamento.

Il trattamento farmacologico consiste nella terapia ormonale e nel trattamento sintomatico, cioè antidolorifici. Il principio di azione dei farmaci ormonali si basa su un rallentamento dell'attività delle ovaie e sull'atrofia secondaria (scomparsa) dei fuochi dell'endometrio. Questo metodo viene utilizzato principalmente nelle donne che, nonostante il trattamento chirurgico della malattia, compaiono progressi o nuovi cambiamenti..

Vengono utilizzati i seguenti farmaci:

  • danazole;
  • progestinici;
  • analoghi della gonadotropina;
  • farmaci estrogeno-progestinici;
  • inibitori dell'aromatasi;
  • modulatori selettivi del recettore del progesterone.

Il trattamento chirurgico dell'endometriosi può includere la rimozione di focolai isolati, la resezione dell'ovaio o, in casi estremi, la rimozione dell'ovaio dall'utero. Le donne che vogliono rimanere incinta dovrebbero usare l'intervento più limitato possibile, tuttavia, questo comportamento è associato a un'alta percentuale di ricadute.

Il trattamento dei fibromi uterini consiste nell'enucleazione chirurgica o nella rimozione dell'utero. La scelta del metodo di funzionamento dipende dalle dimensioni, dalla posizione e dal numero di miomi, dall'età del paziente e dal desiderio di mantenere la fertilità. La procedura chirurgica può essere eseguita sia nella normale modalità (laparotomia) che laparoscopicamente.

Il trattamento per la sindrome dell'ovaio policistico è di alleviare il dolore e prevenire le conseguenze della malattia in futuro. Il trattamento utilizza sia farmaci ormonali (ad esempio, farmaci che stimolano la comparsa dell'ovulazione), sia farmaci usati nel trattamento del diabete mellito (metformina). Sono anche necessari cambiamenti nello stile di vita, perdita di peso.

Prognosi per dismenorrea

Grazie al trattamento farmacologico, ai cambiamenti dello stile di vita, alle diete, è possibile ridurre i sintomi dolorosi. Per molte donne, tuttavia, questo è un problema medico e la prognosi in realtà dipende dalla causa dei periodi dolorosi..

Prevenzione delle mestruazioni dolorose

Per prevenire l'insorgenza di periodi dolorosi, lo stile di vita corretto (evitando eccessi - sigarette, caffè forte, tè, alcool), gestione dello stress, consumo di acidi grassi insaturi (principalmente pesce e frutti di mare, nonché margarina con omega-3 e prodotti finiti disponibili in farmacia). Anche la corretta igiene genitale è importante..