Principale / Emorragia

Il torace fa male e si gonfia dopo le mestruazioni, tira l'addome inferiore: perché succede, è pericoloso e cosa fare?

La funzione biologica del ciclo mestruale femminile è quella di preparare il sistema riproduttivo per la fecondazione dell'uovo. I cambiamenti fisiologici nel corpo sono associati all'equilibrio degli ormoni. Non solo gli organi del sistema riproduttivo, ma anche altri tessuti rispondono a malfunzionamenti degli estrogeni.

Abbastanza spesso, le donne si lamentano del dolore al petto, disegnando dolori in diverse parti dell'addome. Prima delle mestruazioni, tali sensazioni di bassa intensità sono considerate normali. Cosa fare se il torace è gonfio e continua a ferire dopo le mestruazioni? Quali sono le ragioni per questo? Dove andare, come diagnosticare? È possibile evitare problemi?

Perché il seno può essere dolorante dopo le mestruazioni?

Il dolore nelle ghiandole mammarie si chiama mastalgia. Durante l'ovulazione e prima delle mestruazioni, il liquido in eccesso si accumula nei tessuti ghiandolari. La condizione è causata da un'ondata ormonale. Le sensazioni spiacevoli sono di natura diversa: sono acute, pressanti, tiranti. Nell'adolescenza, le ghiandole mammarie spesso fanno male prima, dopo, durante le mestruazioni. Ciò è dovuto alla loro crescita attiva e alla maggiore sensibilità all'età di 12-17 anni.

Se le mestruazioni sono finite e il torace è molto pieno e fa male il 6-7 ° giorno del ciclo, è necessario consultare un medico. Il disagio continua a tormentare la donna in questi casi:

  • fallimento della produzione ormonale;
  • gravidanza;
  • stress prolungato;
  • mastopatia
  • malattie ginecologiche (endometriosi, infiammazione con localizzazione nelle ovaie, tube di Falloppio, vulvite);
  • infestazioni parassitarie.

Lo squilibrio ormonale che causa disagio può essere innescato da menopausa, contraccettivi orali, tumori, malattie a trasmissione sessuale, vita sessuale irregolare e predisposizione genetica. Il fallimento può verificarsi a causa del trattamento con sedativi, antidepressivi.

Dopo che l'ovulo è fecondato, il corpo aumenta il livello dell'ormone estrogeno. Di conseguenza, i tessuti vengono compattati, il seno viene colato, aumentando di volume. Inizialmente, il test acquistato in farmacia aiuterà a confermare il fatto del concepimento. Va ricordato che la mastalgia è un sintomo di una gravidanza ectopica e congelata.

A volte le donne lamentano dolore allo stesso torace tra le mestruazioni. La ragione per cui la ghiandola ha iniziato a fare male e non si è fermata dopo le mestruazioni è i processi patologici:

  • mastite;
  • cambiamenti strutturali (cisti, tumore, chirurgia);
  • ascesso;
  • lesioni meccaniche, lividi, spremitura dei tessuti.

Il torace è gonfio e tira l'addome inferiore - quello che dice?

Cambiamenti nel ciclo delle mestruazioni, seno gonfio, indolenzimento nella parte bassa della schiena e nella parte inferiore dell'addome - questi sono segni tipici in caso di problemi ginecologici. L'insieme dei sintomi si verifica con infiammazione delle appendici, cervice, endometriosi, vulvite. Il torace e l'addome inferiore fanno male se si è formata una cisti sulle ovaie. La proliferazione del tessuto patologico interrompe il flusso sanguigno, causando una sensazione di costrizione.

Altri fattori per cui lo stomaco tira, gonfiori e dolori al petto dopo le mestruazioni:

  • sottosviluppo, deviazione dalla norma fisiologica della struttura dell'utero;
  • ipotermia;
  • ovaio policistico;
  • esaurimento, mancanza di vitamine e sostanze nutritive;
  • stress prolungato, depressione;
  • formazioni tumorali, cisti.

Cause di dolore ai capezzoli e secrezione mucosa dal petto

Ruvidità, dolore ai capezzoli possono verificarsi con mastopatia fibrocistica. Il deterioramento dell'afflusso di sangue alle ghiandole provoca congestione, la struttura del tessuto connettivo è disturbata. Di conseguenza, le mestruazioni sono passate e i capezzoli fanno male a uno o entrambi i seni. Nei dotti con mastopatia, a volte si formano cisti - capsule riempite di liquido. Si infiammano e si appiattiscono nel tempo. Si può osservare una secrezione purulenta e mucosa dai capezzoli. La mastopatia è causata da tali condizioni:

  • brusca interruzione dell'allattamento al seno;
  • aborto;
  • patologie endocrine;
  • malattia del fegato
  • mancanza di vita sessuale regolare.

I capezzoli dopo le mestruazioni fanno male con lo sviluppo di neoplasie: fibroadenoma benigno o sarcoma maligno. Il fibroadenoma è formato da tessuto ghiandolare invaso. L'istruzione è piccola e non provoca dolore nelle fasi iniziali. A volte un liquido chiaro viene rilasciato dai capezzoli. Il sarcoma maligno cresce dal tessuto connettivo. Il tumore sta crescendo rapidamente. Un'ulcera appare sulla pelle che può sanguinare. Un ascesso si verifica nei tessuti del torace - una cavità con pus.

Misure diagnostiche

Perché il seno non diminuisce dopo le mestruazioni, ci sono sensazioni spiacevoli: solo il medico determinerà la causa esatta. Dopo un sondaggio sulla natura del dolore e un esame esterno, viene raccolta un'anamnesi per un'idea generale di mastalgia. La natura, la regolarità del dolore, la loro posizione, intensità è determinata.

La diagnosi viene chiarita utilizzando i seguenti metodi diagnostici:

  • palpazione delle ghiandole mammarie e dei linfonodi;
  • mammografia;
  • esame ecografico;
  • biopsia tissutale con sospetta oncologia;
  • pneumocistografia;
  • analisi del sangue di laboratorio;
  • ductography;
  • radiografia.

Se è possibile una gravidanza, il medico suggerirà di eseguire un esame del sangue per l'hCG, sottoponendosi a un'ecografia dell'utero. Solo dopo aver superato una diagnosi completa, puoi determinare perché il torace fa male dopo le mestruazioni. In conformità con la diagnosi stabilita, viene prescritto un trattamento.

Cosa fare?

Le misure terapeutiche dipendono da ciò che provoca il dolore dopo le mestruazioni. Il medico prescriverà il trattamento necessario dopo la diagnosi. Cosa devo fare se il dolore e il seno gonfio persistono immediatamente o una settimana dopo le mestruazioni? È severamente vietato assumere farmaci da soli. Il gonfiore al seno, se le mestruazioni non sono iniziate, può essere dovuto alla gravidanza. Il trattamento incontrollato influirà negativamente sull'embrione formato.

La mastopatia viene trattata con farmaci contenenti ormoni. Con le neoplasie, a seconda della loro malignità, saranno richiesti la chemioterapia e l'intervento chirurgico. Se la causa del dolore è l'infiammazione, vengono prescritti appropriati farmaci antinfiammatori..

Insieme al trattamento farmacologico, vengono spesso utilizzate le fitopreparazioni. Allevia il gonfiore, lenisce, normalizza lo sfondo ormonale. Se la ghiandola è aumentata a causa della ritenzione di liquidi, sono prescritti diuretici.

Dovresti consultare immediatamente un medico se il tuo petto è malato quando arriva il ciclo mestruale e il dolore è accompagnato da tali segni:

  • palpazione del sigillo, nodulo;
  • dolore acuto;
  • chiara localizzazione con ritorno alla regione ascellare;
  • scarico dal capezzolo, in particolare con pus, sangue;
  • il dolore non si ferma per più di due settimane;
  • l'area della pelle è infiammata, pruriginosa, desquamata;
  • capezzolo retratto;
  • il seno diventa asimmetrico;
  • febbre alta.

Come condurre un esame del seno indipendente?

I medici raccomandano di esaminare mensilmente le ghiandole mammarie per formazioni esistenti. Questo dovrebbe essere fatto il 7-11 giorno del ciclo mestruale. Un esame indipendente non garantisce che il tumore verrà rilevato, ma in molti casi viene rilevato nelle fasi iniziali di una cisti, sarcoma, mastopatia. Un mammologo non dovrebbe escludere esami preventivi.

Durante l'ispezione, è necessario ricordare tutte le sensazioni spiacevoli, la loro natura e posizione. La sequenza è la seguente:

  1. Stando dritti, le braccia verso il basso, esaminano l'aspetto del torace, la forma, il colore della pelle.
  2. Lo stesso controllo con le mani in alto.
  3. Alza la mano una alla volta. Con la mano libera, senti la ghiandola dal lato opposto. I movimenti dovrebbero essere circolari, morbidi, lenti per non perdere i sigilli..
  4. Premere alla base dei capezzoli per verificare l'eventuale scarico.
  5. In posizione supina, palpando le ghiandole mammarie, spostandosi dai bordi ai capezzoli.
  6. Controlla l'ascella per i linfonodi ingrossati.

Misure preventive

Le sensazioni spiacevoli possono essere ridotte osservando una serie di semplici regole. Per la prevenzione, si consiglia di:

  • indossare biancheria intima realizzata con tessuti naturali, non consentire la compressione delle ghiandole;
  • Non fumare;
  • non abusare di alcol;
  • condurre una vita sessuale regolare;
  • minimizzare lo stress, i fattori di instabilità emotiva;
  • assumere periodicamente complessi vitaminici;
  • evitare sbalzi di temperatura, in particolare ipotermia;
  • non usare farmaci ormonali, contraccettivi senza prescrizione medica.

È meglio scegliere la biancheria intima senza pietre, con inserti densi. Dovresti seguire una dieta razionale e sana, evitare di mangiare cibi grassi, salati, caffè. Ogni mese devi sentire tu stesso il seno e visitare un mammologo una volta all'anno.

Perché c'è dolore al petto dopo le mestruazioni

Dolore e gonfiore delle ghiandole mammarie prima e durante le mestruazioni è normale e non dovrebbe essere un problema. Ma perché il petto fa male dopo le mestruazioni? Secondo i medici, in assenza di gravidanza, questo fenomeno può indicare insufficienza ormonale e altre gravi malattie che richiedono diagnosi e trattamento.

Cause del dolore toracico dopo le mestruazioni

Una condizione in cui si verifica periodicamente dolore nelle ghiandole mammarie si chiama mastalgia. Il suo aspetto è considerato normale durante la gravidanza, quando il seno si allarga e diventa più denso a causa della maggiore produzione di progesterone ed estrogeni. Succede che una donna rimanga incinta e le mestruazioni continuino. Di conseguenza, le ghiandole mammarie allargate sono l'unico segno del concepimento.

In tutti gli altri casi, il dolore toracico dopo le mestruazioni indica patologia e richiede una visita dal medico.

mastopatia

Questa malattia è caratterizzata da un aumento del tessuto mammario causato da un aumento dei livelli di estrogeni e dalla mancanza di progesterone. La mastopatia è la malattia mammaria più comune e si manifesta con disagio durante qualsiasi periodo del ciclo mestruale..

Oltre al dolore, con la comparsa di mastopatia, si osservano i seguenti sintomi:

  • la formazione di corde e noduli di dimensioni variabili da un piccolo pisello a una noce;
  • una sensazione di pesantezza al petto;
  • ingrandimento del seno e ingorgo;
  • estremamente raro - scarico dai capezzoli.

Qualsiasi patologia delle ghiandole mammarie può fungere da fattore predisponente per lo sviluppo dell'oncologia, quindi, con dolore e comparsa di noduli, è imperativo vedere un mammologo.

Disturbi ormonali

Se il tuo petto fa male dopo le mestruazioni, può segnalare un malfunzionamento ormonale. Ci sono formicolio o tirando sensazioni, una sensazione di pulsazione nelle ghiandole mammarie. I principali fattori che contribuiscono ai disturbi ormonali sono:

  • Malattie trasmesse sessualmente;
  • l'uso di farmaci ormonali;
  • stress psicologico, stress;
  • vita sessuale irregolare;
  • tumori;
  • infestazioni parassitarie;
  • menopausa.

lesioni

Qualsiasi livido o ictus delle ghiandole mammarie può portare a una sindrome da dolore acuto o tirante. Se avverti dolore dopo le mestruazioni, devi ricordare se ci sono state lesioni, cadute, distorsioni muscolari nel recente passato. Di norma, con danni meccanici, il dolore scompare da solo, ma se il disagio persiste per lungo tempo, è necessario consultare un medico.

Oncologia

Con il cancro, il dolore si verifica in qualsiasi momento. I tumori si fanno sentire costantemente o periodicamente, anche dopo le mestruazioni. Il problema non deve essere ignorato, perché nelle prime fasi la malattia è curabile.

Per la prevenzione, si raccomanda alle donne di età superiore ai 45 anni di sottoporsi a un esame annuale con un mammologo.

Malattie ginecologiche

Con lo sviluppo di patologie negli organi genitali femminili, una delle loro manifestazioni può essere il dolore toracico dopo le mestruazioni. Questo sintomo è più caratteristico per tali disturbi:

  • vulvite, in cui fanno male il clitoride e la vulva;
  • annessite;
  • infiammazione delle ovaie o dell'utero;
  • endometriosi.

Altri motivi

Oltre a quanto sopra, il dolore può avere altri motivi:

  • indossare biancheria intima attillata, come reggiseni con spalline strette o ferretto;
  • osteocondrosi;
  • formazione di cisti;
  • artrite;
  • complicanze dopo l'intervento chirurgico;
  • squilibrio di acidi grassi;
  • malattie del sistema urinario.

Cosa fare con il dolore toracico dopo le mestruazioni

Per stabilire le cause del dolore toracico dopo le mestruazioni, è necessario consultare un medico che prescriverà una diagnosi e un corso di terapia. L'esame comprende una vasta gamma di procedure, a seconda dei sintomi aggiuntivi. Un mammologo può fare riferimento a:

  • esame del sangue hCG (test di gravidanza);
  • mammografia;
  • Ultrasuoni delle ghiandole mammarie;
  • biopsia (campionamento dei tessuti se si sospetta un tumore);
  • pneumocistografia (che stabilisce la presenza di una cisti);
  • ductografia (determinazione dei siti patologici mediante radiografia).

Prevenzione

Se segui alcuni semplici consigli, puoi prevenire le malattie e mantenere il tuo petto sano e bello:

  • Evitare lo stress e l'eccessivo stress emotivo;
  • smettere di bere alcolici e fumare;
  • mantenere una buona dieta con frutta, verdura, carne e prodotti ittici;
  • cerca di non fare troppo freddo;
  • visitare il ginecologo in tempo.

Di conseguenza, non è necessario chiedere perché il seno inizia a ferire dopo le mestruazioni, perché seguire queste regole aiuterà a mantenere la salute e ridurre significativamente i rischi di cancro.

I motivi per cui il dolore al seno dopo le mestruazioni

Il dolore nelle ghiandole mammarie nelle donne di solito si verifica periodicamente in relazione alle mestruazioni. Il motivo è i cambiamenti fisiologici nei tessuti delle ghiandole che si verificano sotto l'influenza degli ormoni sessuali. Se il dolore dopo le mestruazioni non scompare, il torace rimane gonfio, questo potrebbe essere dovuto alla malattia. È necessario, prima di tutto, esaminare attentamente il seno in modo indipendente, quindi riferire al medico il dolore e i sintomi che lo accompagnano. La mammografia, l'ecografia e altri metodi di esame aiuteranno a stabilire se esiste una malattia, a determinare il trattamento.

Cause del dolore toracico dopo le mestruazioni

Dopo l'inizio delle mestruazioni, il dolore dovrebbe normalmente scomparire, per non disturbare la donna fino a diversi giorni prima dell'inizio delle mestruazioni successive. Le ragioni del dolore al seno dopo le mestruazioni sono:

  • insufficienza ormonale dovuta a un aumento anormale dei livelli di estrogeni o altri disturbi;
  • lesioni al petto;
  • indossare biancheria intima stretta comprimendo i nervi situati nelle ghiandole mammarie.

Dolore toracico dovuto a uno squilibrio ormonale

I disturbi ormonali sono spesso associati a tali fattori:

L'insufficienza ormonale si verifica anche a causa di stress e farmaci antidepressivi..

Dolore toracico ciclico e non ciclico

Il lavoro della ghiandola mammaria è direttamente correlato alla preparazione del corpo per l'attuazione della funzione di riproduzione della prole. I cambiamenti ormonali che si verificano in diversi punti del ciclo mestruale causano dolore al petto..

Dolore prima delle mestruazioni (ciclico). Se il dolore toracico (mastalgia) appare prima delle mestruazioni (in 5-7 giorni), questo è un processo ciclico naturale associato all'ovulazione. In questa fase, il livello di estrogeni e progesterone nel corpo aumenta in modo significativo, a causa del quale aumenta la crescita delle cellule della ghiandola mammaria. Questo porta ad un aumento del loro volume. La pressione sulle terminazioni nervose situate nel torace provoca dolore.

Quando iniziano le mestruazioni, il livello di questi ormoni diminuisce drasticamente, il dolore scompare. La sensibilità al dolore nelle donne non è la stessa, quindi le sensazioni sono diverse per tutti. Le ghiandole mammarie di qualcuno si gonfiano fortemente, le sensazioni sono molto dolorose. In altre donne, il seno si gonfia leggermente, quasi non fa male.

Dolore dopo le mestruazioni (non ciclico, non associato al ciclo mestruale). Ci sono situazioni in cui il livello di estrogeni durante le mestruazioni non scende, rimane stabilmente alto. Di conseguenza, dolore al petto dopo le mestruazioni. Questo accade se, dopo l'ovulazione precedente (maturazione dell'uovo), si è verificato il concepimento, ma è ancora apparsa la successiva mestruazione (ciò accade in circa il 15% delle donne in gravidanza). A volte questo sintomo è l'unico che può sospettare una gravidanza.

Importante: non è possibile assumere farmaci per eliminare il dolore se la diagnosi non viene stabilita. Durante la gravidanza, i farmaci sono controindicati!

Video: perché è possibile la comparsa delle mestruazioni durante la gravidanza

Dolore toracico dopo le mestruazioni in segno di malattia

La mastopatia è una proliferazione patologica del tessuto ghiandolare o connettivo della ghiandola mammaria. La causa principale di tumori benigni di questo tipo sono i disturbi ormonali. Possono apparire a seguito di interruzione artificiale della gravidanza, rifiuto di allattare, malattie delle ghiandole endocrine e del fegato, vita sessuale irregolare, stress.

Video: cos'è la mastopatia, le sue cause e manifestazioni

La mastite è un'infiammazione del tessuto mammario che si verifica a causa della penetrazione di un'infezione batterica in essi. È più comune nelle donne durante l'allattamento e l'allattamento. Ma può verificarsi senza alcuna connessione con l'allattamento..

Tumori al seno maligni. Il tumore cresce rapidamente e si diffonde nei tessuti vicini, schiacciando le cellule nervose. Allo stesso tempo, la ghiandola fa male costantemente. Le malattie tumorali sono insidiose in quanto i loro segni evidenti compaiono già in fasi successive. Pertanto, l'aspetto del dolore che non è correlato alle mestruazioni richiede particolare attenzione e una risposta rapida, in modo che una donna abbia una possibilità di recupero.

Cisti nel tessuto adiposo del seno. Si verificano a causa del metabolismo dei grassi alterato nel corpo.

Malattie di altri organi

Il dolore toracico dopo le mestruazioni può anche causare:

  1. Patologie della menopausa associate a malattie delle ovaie, della ghiandola tiroidea e di altri organi del sistema endocrino. Nel trattamento di tali malattie, vengono utilizzati farmaci ormonali per eliminare lo squilibrio degli ormoni nel corpo.
  2. Malattie come l'osteocondrosi della colonna vertebrale toracica, le malattie cardiache, l'herpes zoster, l'infiammazione dei linfonodi ascellari causano dolore nella regione del torace, che emana nelle ghiandole mammarie.

In quali casi il dolore toracico dopo le mestruazioni richiede un'attenzione urgente

In alcuni casi, il dolore non correlato al ciclo mestruale dovrebbe essere la ragione di un esame urgente e di un esame da parte di un medico.

Se si avverte una sensazione di bruciore al petto, si verifica una sensazione di spremitura o scoppio, la causa del dolore può essere un tumore benigno e maligno del seno. Quando il torace fa male dopo le mestruazioni, è necessario prestare particolare attenzione se tali sensazioni disturbano in un seno. Spesso ci sono altri sintomi: irrigidimento del torace, cambiamenti nella pelle, secrezione dai capezzoli, loro disposizione asimmetrica. Spesso il dolore è localizzato ad un certo punto o in un'area separata del seno.

Il dolore associato a gravi malattie come i tumori al seno di solito peggiora gradualmente, probabilmente un aumento della temperatura, arrossamento delle ghiandole mammarie. Se dura più di due settimane, i sintomi della patologia si intensificano, compaiono insonnia e ansia, quindi è necessario visitare urgentemente un mammologo, eseguire test ormonali, fare una mammografia e un'ecografia e iniziare il trattamento.

Il trattamento richiede l'uso di farmaci per abbassare i livelli di estrogeni, usare antibiotici, vitamine o interventi chirurgici.

Le mestruazioni sono passate e mi fa male il petto: qual è la ragione

Durante le mestruazioni, le donne affrontano una serie di sintomi spiacevoli. Alcuni hanno dolori al basso ventre, altri hanno una sensazione di nausea. Tuttavia, alla fine di questo periodo, il disagio di solito scompare. Se il tuo petto fa male dopo le mestruazioni, questo è un sintomo allarmante..

Cause di dolore e gonfiore del torace dopo le mestruazioni

Il seno gonfio in un determinato periodo della vita di una donna non è sempre una patologia. Pertanto, di fronte a tale situazione, non fatevi prendere dal panico. È importante capire il motivo per cui il seno dopo le mestruazioni aumenta e fa male..

I fattori che provocano l'insorgenza di questo problema sono divisi in fisiologici e patologici. Considera ogni gruppo.

Fisiologico

Durante il ciclo mestruale, aumenta la sensibilità dei capezzoli. Ciò è dovuto a motivi fisiologici come:

  1. Regolazione ormonale. È la causa più comune di dolore ai capezzoli dopo le mestruazioni. In assenza di disturbi ormonali, il disagio scompare all'incirca il 2 ° giorno dopo le mestruazioni. E se è presente, le sensazioni spiacevoli nell'area del capezzolo saranno tiranti e pulsanti. Inoltre, con alterazioni ormonali, possono verificarsi formicolio al petto. Questo fenomeno fisiologico è provocato dallo stress psico-emotivo, dall'uso di contraccettivi, dal superlavoro fisico e da altri fattori..
  2. Gravidanza. Il disagio toracico si fa sentire all'inizio di questo periodo. Il suo aspetto è associato alla produzione di ormoni come estrogeni e progesterone da parte del corpo. La fecondazione dell'uovo provoca gonfiore dei capezzoli e un aumento delle ghiandole mammarie, che porta al dolore. Sensazioni spiacevoli al petto durante la gravidanza sono una reazione del corpo ai cambiamenti ormonali. Scompaiono 2-3 settimane dopo il completamento dell'ultima mestruazione prima della gravidanza..
  3. Ovulazione. Durante il periodo "errante" dell'uovo non fecondato attraverso la tuba di Falloppio, aumenta il numero di cellule epiteliali. Ciò provoca un aumento del flusso sanguigno alle ghiandole mammarie, con conseguente dolore al torace durante l'ovulazione. L'ovulazione si verifica il 12-15 ° giorno dopo il completamento del flusso mestruale.

Patologico

Se le ghiandole mammarie fanno regolarmente male dopo le mestruazioni, questa è un'occasione per consultare un medico. Se questo fenomeno ha un'etimologia patologica, è urgente prendere misure terapeutiche. Il verificarsi di mastalgia è possibile per i seguenti motivi:

  1. Cisti al seno Con questa malattia, non si verifica solo gonfiore nell'area del torace, ma anche dolore. Qualsiasi cambiamento anatomico dopo le mestruazioni, inclusa una cisti, porta alla comparsa di disagio non ciclico. A volte il dolore si irradia alle articolazioni o ai muscoli.
  2. Mastopatia al seno La malattia è caratterizzata dal verificarsi di forti dolori nella zona del torace dopo le mestruazioni. Con mastopatia, si osserva la compattazione del seno.
  3. Osteocondrosi. Il torace di una donna con osteocondrosi fa male non solo dopo il completamento del flusso mestruale, ma anche in un altro momento. Ciò è dovuto allo spostamento dei dischi intervertebrali. Per eliminare il disagio al seno causato dall'osteocondrosi, è necessario essere esaminati dal medico appropriato.
  4. Lividi, lesioni. Quando il disagio toracico dopo le mestruazioni non viene osservato regolarmente, è necessario ricordare di possibili lividi e lesioni che hanno preceduto la sua insorgenza. Inoltre, il dolore in questa zona si verifica spesso se una donna giace sulla schiena per molto tempo.
  5. Malattia oncologica Il grave disagio al seno provocato dal carcinoma mammario è associato alla presenza di un tumore maligno nell'area delle ghiandole mammarie. È periodico e si verifica principalmente dopo le mestruazioni. Per la prevenzione del cancro al seno, devi essere esaminato ogni anno da un ginecologo e, dopo 45 anni, un mammologo.

C'è un altro motivo che provoca questo spiacevole fenomeno: indossare biancheria intima scomoda. Si consiglia di scegliere un reggiseno senza ossa strette e senza spalline, poiché questi dettagli comprimono la pelle del torace, che provoca l'insorgenza di dolore.

mastopatia

La mastopatia è una malattia al seno che si verifica a causa di insufficienza ormonale. Il disagio con questo disturbo è pronunciato, acuto.

Con la mastopatia, si verifica un processo di compattazione nella ghiandola mammaria, che porta ad un aumento della temperatura e a cattive condizioni di salute. In genere, i sintomi di questa malattia compaiono nelle donne di età superiore ai 35 anni.

Con questa malattia, una donna ha un dolore al petto una settimana dopo le mestruazioni. Il trattamento della mastopatia non deve essere rinviato, poiché ciò porterà alla suppurazione nell'area delle ghiandole mammarie, la cui rimozione è possibile solo con un metodo chirurgico.

La malattia si verifica spesso a causa di cambiamenti ormonali causati dall'interruzione artificiale della gravidanza. Inoltre, la mastopatia è provocata da disturbi del sistema endocrino, stress psico-emotivo e vita sessuale irregolare..

Sintomi principali

Se si osserva regolarmente disagio al torace dopo le mestruazioni, questo dovrebbe allertare. Probabilmente, questo sintomo è associato alla malattia del seno. Se la zona del torace continua a ferire una settimana dopo le mestruazioni, consultare un medico.

Quindi, i sintomi delle malattie osservate insieme a forti dolori al prurito al petto:

  1. Aumento della temperatura.
  2. Gonfiore dei capezzoli e delle ghiandole mammarie.
  3. Compattazione del seno.
  4. Palpitazioni.
  5. Cambiamenti nella struttura e nel colore della pelle.
  6. Pressione sanguigna.
  7. Violazione del ciclo mensile.
  8. Fatica.
  9. Un forte cambiamento di umore.
  10. Scarica del seno.

Uno dei segni più inquietanti della malattia del seno è lo scarico di liquido dai capezzoli, soprattutto se è presente immediatamente dopo le mestruazioni.

Fattori di rilascio di prolattina

Se le mestruazioni sono passate e il petto fa male, ciò potrebbe essere dovuto a un cambiamento nel livello di prolattina (un ormone che supporta la funzione riproduttiva di una donna). Il suo eccesso porta a versamento e gonfiore del torace. Questo fenomeno può provocare dolore..

Un cambiamento nella quantità di prolattina nel corpo femminile provoca fattori fisiologici e patologici. Questi includono:

  1. Gravidanza e allattamento.
  2. Esercizio eccessivo, superlavoro.
  3. Inosservanza delle regole di una dieta sana, abuso di alimenti proteici.
  4. Stress emotivo.
  5. Radiazione Livelli di prolattina nelle donne sottoposte a radioterapia.
  6. Ipofisi o ipotalamo.
  7. Carenza di vitamina B..
  8. Uso a lungo termine di contraccettivi.
  9. Uso a lungo termine di antibiotici.
  10. Assunzione di contraccettivi orali che sono stati selezionati in modo improprio.

Inoltre, nelle donne che hanno una vita sessuale attiva si osserva un aumento del livello di questo ormone. Dopo il sesso, c'è un eccesso di prolattina nel corpo femminile per diverse ore.

Esame del seno per età

Al fine di prevenire i cambiamenti patologici nei tessuti, una donna dovrebbe sottoporsi a un esame ginecologico ogni anno. Inoltre, se i sintomi di disturbi al seno si verificano dopo le mestruazioni, si consiglia di fissare un appuntamento con un mammologo.

Le principali misure diagnostiche:

  1. mammografia.
  2. pneumocistografia.
  3. Puntura biopsia.
  4. Procedura ad ultrasuoni.
  5. Ductography.

Se, a seguito di questi studi, il medico non ha rivelato una patologia, il disagio ha un'etimologia fisiologica. Altrimenti, è necessario sottoporsi a una terapia appropriata.

Trattamento

Se il tuo petto fa male dopo le mestruazioni, devi prestare la dovuta attenzione alla tua salute. È importante ricordare che prima una donna inizia il trattamento, più facile sarà evitare le patologie in futuro.

Quando il disagio al torace non scompare per un mese e mezzo, ad eccezione dei giorni delle mestruazioni, il mammologo nomina i farmaci appropriati, ad esempio Mastodinon (una preparazione a base di erbe non ormonale).

L'azione del farmaco ha lo scopo di ridurre la produzione di prolattina, che viene sempre prodotta nel corpo durante la gravidanza. Tuttavia, se il dolore toracico dopo le mestruazioni non è stato provocato da un eccesso di questo ormone, questo farmaco non è prescritto.

Per sbarazzarsi di questo problema, è necessario bere Mastodinon per almeno 3 mesi. Inoltre, per le donne che lamentano dolore toracico che si verifica dopo le mestruazioni, i medici prescrivono Aevit, un farmaco vitaminico che ha un effetto immunostimolante e antiossidante sul corpo.

Perché il torace continua a ferire dopo le mestruazioni

Le sensazioni dolorose al petto preoccupano molte donne durante le mestruazioni. Le cause del loro verificarsi sono spiegate da cambiamenti fisiologici nei tessuti ghiandolari che si verificano sotto l'influenza degli ormoni sessuali.

Se il disagio persiste al termine del periodo, il torace appare elastico e gonfio, è necessario consultare un medico e sottoporsi a un esame. Se il dolore non è correlato alla gravidanza, la situazione può essere pericolosa per la salute..

Perché il dolore al seno dopo le mestruazioni

Con l'inizio delle mestruazioni, i sintomi della sindrome premestruale dovrebbero scomparire e non disturbare la donna per almeno 3 settimane. Se l'emorragia si è fermata, ma il torace continua a ferire dopo le mestruazioni, le cause di questo fenomeno possono essere le seguenti:

  • Disturbi ormonali.
  • Lesioni alla ghiandola mammaria.
  • Indossa un reggiseno stretto.
  • mastopatia.
  • Gravidanza.
  • Tumore.

Squilibrio ormonale

Le fluttuazioni degli ormoni si osservano durante la gravidanza, in menopausa, nelle malattie delle ghiandole mammarie e nei pazienti che assumono farmaci ormonali e pillole anticoncezionali. In alcuni casi, lo stress e gli antidepressivi influenzano gli ormoni..

Il dolore dopo le mestruazioni è un dolore non ciclico che si verifica nelle ghiandole mammarie sotto l'influenza di un alto livello di estrogeni. Normalmente, la concentrazione dell'ormone dovrebbe diminuire. Se ciò non accade, persistono le sensazioni spiacevoli e si verifica la successiva mestruazione. Questo succede nelle donne in gravidanza (circa il 15% dei casi).

I primi segni della gravidanza possono essere non solo dolore al torace, ma anche nausea, disagio nell'addome inferiore, aumento della fatica, oscuramento dei capezzoli e secrezione mestruale. Il sanguinamento si verifica al momento dell'impianto di un uovo fecondato nella cavità uterina.

La sensibilità al dolore varia tra le donne. Alcuni pazienti lamentano grave gonfiore e dolore. Nella seconda categoria, le ghiandole mammarie praticamente non fanno male. Leggero gonfiore osservato.

È impossibile assumere antidolorifici se non vengono stabilite le cause del dolore toracico dopo le mestruazioni. Se una nuova vita nasce nel corpo femminile, molti farmaci sono proibiti.

Con l'inizio della menopausa, il dolore toracico dopo le mestruazioni è spiegato dalla graduale sostituzione del tessuto ghiandolare con tessuto adiposo e connettivo. Al sintomo si aggiunge anche:

  1. Vampate di calore e sudorazione.
  2. Cardiopalmus.
  3. Fatica.
  4. Ciclo mestruale irregolare.
  5. Cambiamento dell'umore.
  6. Gocce di pressione sanguigna.

Malattie del seno

Se il torace fa male dopo le mestruazioni e il test di gravidanza è negativo, è necessario sottoporsi a un esame e scoprire da dove proviene il problema.

Ad esempio, con la mastopatia nelle ghiandole mammarie, il tessuto ghiandolare o connettivo cresce fortemente. La patologia è un tumore benigno. Provoca disturbi ormonali dovuti all'influenza di vari fattori:

  • Fatica.
  • Aborto.
  • L'allattamento al seno.
  • Vita sessuale irregolare.
  • Malattia del fegato.
  • Disturbi endocrini.

La mastite come causa del dolore toracico dopo le mestruazioni è un processo infiammatorio che si sviluppa a causa dell'attività di un'infezione batterica. La malattia è caratteristica delle donne che allattano, ma può anche essere diagnosticata al di fuori dell'allattamento..

Quando una donna nota che il suo petto fa male una settimana dopo le mestruazioni, ha senso essere esaminato per la mastopatia. Nella ghiandola mammaria, sullo sfondo dei disturbi ormonali, si verificano cambiamenti benigni. Con la mastopatia nodale, le sensazioni dolorose preoccupano molto una donna e non vanno via dopo le mestruazioni. Il fluido trasparente può essere rilasciato dai capezzoli.

Tumori maligni nelle ghiandole mammarie - il fenomeno più pericoloso.

Le cellule oncologiche crescono rapidamente e colpiscono i tessuti vicini, causando terminazioni nervose. Il dolore toracico costante è il primo segno di un tumore. Ma spesso il cancro si manifesta intensamente nelle fasi successive, quando il tempo viene perso e solo l'intervento chirurgico può correggere la situazione.

Sintomi primari di carcinoma mammario:

  1. Oppressione toracica.
  2. Retrazione del capezzolo.
  3. Secrezione dal capezzolo.
  4. Deformazione al seno.
  5. Ingrandimento dei linfonodi ascellari.
  6. Scolorimento o rilievo della pelle del torace.

Tra i motivi per cui le ghiandole mammarie fanno male dopo le mestruazioni, includono anche le cisti. La patologia colpisce il tessuto adiposo delle ghiandole mammarie. Si sviluppa a causa di un metabolismo dei grassi inadeguato nel corpo femminile..

Il dolore al petto, che si irradia alle ghiandole mammarie, si verifica con malattie cardiache, infiammazione dei linfonodi sotto le ascelle, osteocondrosi della colonna vertebrale toracica e fuoco di Sant'Antonio. Inoltre, il dolore toracico si verifica nelle donne in menopausa in presenza di malattie delle ovaie o della tiroide.

Dolore toracico dopo le mestruazioni: come prevenire lo sviluppo di una malattia grave

Se, dopo le mestruazioni, il torace continua a ferire e il disagio nell'addome inferiore non scompare, o ci sono sensazioni spiacevoli nella zona lombare, i sintomi possono indicare malattie del sistema riproduttivo - annessite, vulvite, endometriosi, infiammazione dell'utero e appendici.

La diagnosi di uno specialista sarà facilitata da un diario in cui una donna registra tutte le sensazioni spiacevoli.

All'appuntamento iniziale, il medico ascolta le lamentele del paziente, fa un'anamnesi e palpa l'area problematica, cioè palpa il petto. Dopo un po 'di tempo, ad esempio, se una donna dice che il suo petto fa male una settimana dopo le mestruazioni, il medico fornirà un referral per un esame del sangue per l'hCG e si offrirà di fare un test di gravidanza.

Se necessario, il paziente viene sottoposto a un esame completo:

  • mammografia.
  • Ductography.
  • Ultrasuoni pelvici.
  • pneumocistografia.
  • Puntura biopsia.

Il medico sceglie il metodo di terapia in base alla causa del dolore. Se il disagio provoca una malattia specifica, trattarla prima. Con la mastopatia, a una donna vengono prescritti farmaci ormonali e viene prescritta una dieta.

Se il dolore nelle ghiandole mammarie inizia a comparire dopo le mestruazioni a causa della formazione di un tumore o di una cisti, al paziente vengono offerti interventi chirurgici e chemioterapia.

Come prevenzione della mastalgia, una donna riceve raccomandazioni:

  1. Indossa un reggiseno comodo e di alta qualità.
  2. Rifiutare da cattive abitudini.
  3. Evitare il surriscaldamento e il raffreddamento eccessivo.
  4. Mangia complessi vitaminici.
  5. Migliora la qualità della vita sessuale.
  6. Fai un bagno caldo e bevi una tisana con un effetto rilassante.
  7. Proteggiti dalla gravidanza con il contraccettivo prescritto dal medico.
  8. Rifiuta cibi salati, grassi e acidi, limita l'assunzione di cibi piccanti, introduce una grande quantità di frutta e verdura fresca nella dieta.
  9. Pochi giorni prima delle mestruazioni, riduci l'assunzione di cioccolato e caffè.

Post scriptum Le cause del dolore nelle ghiandole mammarie sono molte. A casa, puoi solo stabilire una gravidanza.

Ma se una donna è fiduciosa in assenza di gravidanza, dovrebbe contattare un ginecologo o un mammologo il più presto possibile, sottoporsi a un esame e ricevere un trattamento. L'esecuzione di malattie al seno sono pericolose alterazioni oncologiche e morte.

Quando il torace inizia a ferire dopo le mestruazioni

Il dolore nell'area toracica di tipo ciclico che si verifica quando sono iniziate le regule e pochi giorni prima di esse può essere considerato normale. Ma quando il dolore al seno fa male dopo le mestruazioni, si dovrebbe capire che vari tipi di malattie possono provocare sensazioni spiacevoli. I medici raccomandano una mammografia e un'ecografia regolari per identificare le cause del disagio..

Perché le ghiandole mammarie fanno male dopo le mestruazioni

Una conseguenza naturale dell'insorgenza del dolore è un cambiamento nella concentrazione di ormoni nel corpo di una donna durante l'ovulazione. Questa condizione non richiede terapia e il sintomo scompare da solo dopo di essa.

Quando le mestruazioni sono già trascorse una settimana e il torace è ancora dolorante, possiamo ipotizzare l'inizio del periodo di gestazione, ovvero la donna è rimasta incinta.

Scopri perché il dolore al seno prima delle mestruazioni dall'articolo al link.

Cause patologiche del sintomo

Se, dopo le mestruazioni, appaiono le ghiandole mammarie, gonfiore e bruciore, la causa può essere un cambiamento patologico e ormonale di vario tipo. I principali fattori che provocano sensazioni spiacevoli:

  1. Squilibrio ormonale
  2. Una diminuzione o un aumento dei livelli di prolattina ed estrogeni provoca dolorabilità nelle ghiandole mammarie.

Il cambiamento che si verifica nella concentrazione di sostanze nel corpo di una donna è possibile in tali situazioni:

  1. A causa della fecondazione dell'uovo e della gravidanza.
  2. Nel periodo prima della menopausa.
  3. Durante la pubertà, quando le ghiandole iniziano a crescere all'età di 12-19 anni.
  4. Dopo un ciclo di utilizzo di contraccettivi orali.
  5. Con una mancanza di iodio e un malfunzionamento della ghiandola tiroidea.

Sviluppo della mastopatia

La mastopatia è una patologia che si verifica a causa di un aumento del volume delle strutture ghiandolari e connettive del seno.

Le cause della malattia includono:

  • interruzione prematura artificiale della gravidanza;
  • trasferimento del bambino nella miscela;
  • shock nervosi prima delle mestruazioni e durante l'intero ciclo mestruale;
  • contatti sessuali irregolari o disordinati, infezione nel corpo;
  • disturbi endocrini.

Con la mastopatia, una maggiore sensibilità si verifica prima che le mestruazioni siano passate e dopo le mestruazioni, il petto fa meno male. Uno dei motivi per cui i dolori al petto e con le mestruazioni è anche la mastopatia. Il sintomo è dolorante in natura ed è localizzato nella regione superiore dell'organo. A volte compaiono aree compattate nel torace, si osserva uno scarico giallastro trasparente dai capezzoli. Le formazioni oncologiche sono riferite a gravi complicazioni che si sviluppano sullo sfondo di un disturbo. Perché, se il seno viene versato a causa della mastopatia, la terapia deve essere eseguita senza fallo.

Problemi di salute mentale

Frequenti stress e disturbi portano a un deterioramento delle condizioni generali del corpo femminile. La mancanza di riposo regolare, problemi di sonno e tensione costante causano uno squilibrio ormonale e, di conseguenza, dolore al petto. I periodi mensili vanno in modo irregolare: iniziano in anticipo e non finiscono a lungo.

Danni al seno dovuti a lesioni

Con un forte colpo, costrizione o pressione sulle ghiandole mammarie, possono verificarsi dolore e lividi. Una donna ha bisogno di prendersi cura del comfort del seno durante le mestruazioni, prima e dopo di loro.

Calore e colpi di sole

Il surriscaldamento o il sole prolungato possono causare emicranie e nausea. Se, insieme a questi sintomi, il torace viene colato e dolorante una settimana o prima dopo le mestruazioni e la temperatura corporea aumenta, si può sospettare un colpo di calore. Durante il sole, le ghiandole mammarie devono essere coperte con un panno e trattate con crema solare.

Scelta del reggiseno sbagliata

La biancheria deve essere comoda, non pizzicare le ghiandole durante le mestruazioni o nei giorni normali. Spesso il busto fa male e si gonfia dopo aver usato un push-up o un reggiseno con ossa sporgenti. Quindi dovresti dare la preferenza al lino monopezzo senza inserti in schiuma.

Formazioni oncologiche

La tenerezza del seno dopo le mestruazioni può essere causata da un tumore maligno. Tuttavia, il sintomo descritto non è sempre presente. Pertanto, ogni volta dopo la fine dei giorni critici, è consigliabile controllare la presenza di formazioni nelle ghiandole mammarie usando il metodo della palpazione.

Compromissione della funzione cardiaca e nevralgia

Spesso, se il dolore al seno fa male subito dopo le mestruazioni, la causa può essere nei disturbi nevralgici o nell'insufficienza cardiaca. Nel primo caso, lo spasmo si intensifica quando si tenta di fare un respiro profondo e può apparire o scomparire con un cambiamento nella posizione del corpo. Le patologie del sistema cardiovascolare sono accompagnate da aritmia e salti della pressione sanguigna. A volte la comparsa di un sintomo è associata a disturbi nella struttura della colonna vertebrale.

Le cause del dolore nelle ghiandole mammarie possono essere l'obesità, le interruzioni nell'eliminazione dei liquidi e la presenza di dipendenze (fumo, alcol, caffeina, soda).

Prevenzione del dolore toracico

Per evitare il dolore, è importante seguire semplici misure preventive. Si consiglia di seguire le regole sia durante il periodo di giorni critici che durante il ciclo mestruale.

Ogni donna vale:

  1. Scegli biancheria intima confortevole di alta qualità con le dimensioni e la forma della coppa appropriate.
  2. Sbarazzarsi di abitudini come fumo, alcolismo e fast food a consumo regolare.
  3. Evitare l'esposizione a basse e alte temperature sul corpo.
  4. Monitorare l'equilibrio vitaminico nel corpo.
  5. Escludere il sesso accidentale.
  6. Quando il ciclo è terminato o lo stress è stato ricevuto, fai un bagno caldo e prendi un tè rilassante alle erbe.
  7. Equilibrare l'alimentazione, ridurre il consumo di cibi salati, grassi, acidi e piccanti, aumentare la quantità di frutta e verdura fresca nella dieta.
  8. Prima dell'inizio dei giorni critici, ridurre la quantità di cioccolato e caffeina consumata..
  9. Visita regolarmente un mammologo e un ginecologo.

Se, dopo le mestruazioni, le ghiandole mammarie e il basso ventre o il mal di schiena e le misure preventive sono impotenti, è necessario chiedere aiuto a un ginecologo. Il medico determinerà la causa del gonfiore e, di conseguenza, prescriverà il trattamento appropriato. Ignorare un sintomo in corso è pericoloso per la salute.

Quando hai urgentemente bisogno di vedere un ginecologo

Se le ghiandole mammarie si gonfiano dopo le mestruazioni e c'è anche dolore al petto, la soluzione migliore sarebbe quella di visitare un medico.

Ci sono segni, il cui aspetto richiede un appello urgente a uno specialista:

  1. Le sensazioni dolorose non cessano di infastidire per 10-15 giorni, aumentando o aumentando gradualmente la localizzazione e il torace versato non è diminuito durante questo periodo.
  2. Durante la palpazione, una donna nota una forte formazione nel petto e i capezzoli sono doloranti dopo le mestruazioni.
  3. L'infiammazione si verifica sulla pelle, che continua a crescere.
  4. Uno spasmo si manifesta in un solo posto, il dolore doloroso si irradia all'ascella.
  5. Il torace si gonfia dopo le mestruazioni e il dolore attuale è caratterizzato da un carattere acuto di taglio.
  6. Il torace è malato e un liquido con una miscela di sangue o latte fuoriesce dal capezzolo.
  7. Un seno aumenta o diminuisce in modo asimmetrico.
  8. La pelle è pruriginosa e screpolata, croccante.
  9. Una cavità si forma sulla pelle o sul capezzolo.
  10. Il paziente soffre di febbre e affaticamento costante..

Poiché una donna incinta deve essere trattata con estrema cautela, in presenza di sintomi di intossicazione, sensazioni insolite nell'addome inferiore e indigestione prima di andare dal medico, è necessario eseguire un test in farmacia per hCG.

I seni sensibili dopo le mestruazioni non sono sempre un segno di patologia o insufficienza ormonale. Ma la probabilità di sviluppare malattie è piuttosto elevata se i parenti di una donna rivelano tumori maligni nell'area delle ghiandole mammarie. È importante che una tale categoria di pazienti sia esaminata regolarmente anche senza sintomi..

Esame del ginecologo e principi di trattamento

La regola principale della terapia è una visita tempestiva da un medico. L'appuntamento dipende dalla causa del sintomo..

Con la regolarità delle sensazioni spiacevoli, gli esperti raccomandano di tenere un registro con le date del verificarsi dello spasmo, la sua gravità, la durata e i sintomi associati. Tale diario aiuterà a riprodurre il quadro completo di un sintomo patologico all'appuntamento di un medico.

Di solito, un viaggio dal ginecologo inizia con il paziente che chiede della natura del dolore. Quindi il medico palpa le ghiandole mammarie e le ascelle al fine di identificare deformazioni e sigilli innaturali. Se presente, una donna viene inviata per mammografia o ecografia e viene anche chiesto di essere testato..

Le neoplasie benigne vengono rimosse chirurgicamente. Le singole piccole cisti non sono soggette ad estrazione, ma vengono osservate. I tumori maligni sono sottoposti a chemioterapia.

La mastopatia viene trattata con medicinali speciali sotto forma di compresse e unguenti contenenti ormoni..

Per smettere di sballare, è consentito l'uso di farmaci che riducono il dolore: ibuprofene o naprossene.
Devi stare attento con l'assunzione di farmaci prima di visitare un medico, perché a volte i seni dopo le mestruazioni fanno male a causa della gravidanza.

Perché il seno fa male: 11 motivi innocui e spaventosi

Assicurati di consultare un medico se il disagio ti disturba per più di due settimane..

Il dolore nelle ghiandole mammarie (entrambi o uno - non importa) si chiama mastalgia. Ed è familiare al 70% delle donne con dolore al seno. Tuttavia, i medici insistono: il disagio indica sempre una deviazione dalla norma - a volte innocua e a volte pericolosa.

Ma solo il 15% delle donne con dolore toracico ha davvero bisogno di un trattamento serio.

Tuttavia, è importante assicurarsi di non entrare in queste sfortunate percentuali. Cerca i tuoi sintomi in un elenco di cause alla radice Perché il mio seno fa male? mastalgia.

1. PMS o ovulazione

Durante l'ovulazione o prima delle mestruazioni, il seno può gonfiarsi e ferirsi. Questo è normale, ecco come funzionano gli ormoni. È vero, come nel caso delle mestruazioni, vale la pena fare attenzione: il dolore ciclico non dovrebbe essere grave. Se le sensazioni spiacevoli non ti consentono di dimenticare te stesso, consulta un ginecologo il prima possibile.

Esistono diversi segni per riconoscere il normale dolore ciclico:

  • entrambi i seni fanno male, principalmente nella parte superiore e centrale (a livello dei capezzoli);
  • il seno "cola": si gonfia, diventa più duro al tatto;
  • a volte il dolore cede sotto le ascelle;
  • il dolore si verifica non prima di 2 settimane prima delle mestruazioni e poi scompare;
  • sei in età riproduttiva.

Cosa farne

Molto spesso, il disagio con la sindrome premestruale o l'ovulazione è abbastanza tollerabile. Per ridurre il dolore, puoi assumere antidolorifici a base di ibuprofene, paracetamolo o naprossene.

Se il dolore ti infastidisce ad ogni ciclo ed è già stufo, consulta un ginecologo. Il medico ti aiuterà a prendere i contraccettivi orali o, se li stai già assumendo, adatterà il dosaggio..

2. Squilibrio ormonale

Due ormoni sono spesso responsabili della mastalgia: estrogeno e progesterone. In diversi periodi della vita, il loro rapporto può cambiare e questo è accompagnato da edema e fastidio al torace. Molto spesso, lo squilibrio ormonale si verifica durante:

  • pubertà (pubertà);
  • gravidanza (di solito il primo trimestre);
  • l'allattamento al seno;
  • menopausa.

Cosa farne

Se il dolore lieve appare in uno dei periodi sopra elencati, è generalmente normale. Sopporta il disagio.

Ma ancora una volta sottolineiamo: non devi sopportare forti dolori! Se è presente, vai dal ginecologo..

3. Allattamento

Una scarica di latte provoca spesso tensione e dolore al petto. Se dai da mangiare e allo stesso tempo osserva che il busto è aumentato di una o due dimensioni e fa male, anche questo è normale.

Cosa farne

Niente. Il disagio stesso scompare quando il petto si abitua a un nuovo stato..

4. Lattostasi

A volte i dotti durante l'allattamento sono bloccati nelle donne che allattano. Stagnano il latte. Il torace nell'area interessata si gonfia ancora di più, si indurisce (un nodulo elastico può essere sentito sotto la pelle), il dolore si verifica anche con un tocco leggero.

Cosa farne

L'opzione migliore è nutrire attivamente il bambino in modo che succhi il latte dal dotto spasmodico. Se ciò non bastasse, dopo l'alimentazione, prova ad esprimere il fluido con movimenti di massaggio. Per difficoltà, consultare un consulente per l'allattamento..

5. mastite

Questo si chiama infiammazione della ghiandola mammaria - uno o entrambi. Spesso la lattostasi si sviluppa in mastite: il latte stagnante provoca un processo infiammatorio. Questo tipo di mastite si chiama allattamento. Ma sono possibili anche opzioni non allattanti quando l'infezione penetra nel tessuto mammario attraverso graffi o con flusso sanguigno.

A proposito, "il seno era gonfio" è anche un esempio di mastite. A causa dell'ipotermia, l'immunità locale è ridotta e qualsiasi infezione (ad esempio, microrganismi patogeni che sono entrati nel sangue a causa di un raffreddore o, diciamo, un processo infiammatorio cronico in bocca) attacca facilmente le ghiandole mammarie.

I sintomi della mastite sono evidenti:

  • la temperatura corporea sale a 38 ° C e oltre;
  • il torace si gonfia, diventa "pietra", ogni tocco ad esso provoca un forte dolore;
  • la pelle sul petto è calda al tatto;
  • si verificano debolezza, vertigini, affaticamento.

Cosa farne

Corri dal medico - terapista o ginecologo! La mastite non è solo una malattia estremamente dolorosa, ma anche mortale, poiché può causare avvelenamento del sangue.

Nelle fasi iniziali, la mastite può essere trattata con antibiotici Trattamento della mastite infettiva durante l'allattamento: antibiotici contro la somministrazione orale di lattobacilli isolati dal latte materno. Ma se inizi un po 'la malattia, potrebbe essere necessario un intervento chirurgico - fino alla rimozione del seno interessato.

6. Cambiamenti fibrocistici

Il torace in questa violazione diventa gonfio e allo stesso tempo morbido. In esso, puoi sentire aree fibrose dure (tessuto cicatriziale, simile alle cicatrici interne) e cisti (sacche elastiche e piene di liquido). Si presume che lo sviluppo di alterazioni fibrocistiche possa essere associato a un singolo background ormonale ed età.

Cosa farne

Consultare un medico per chiarire la diagnosi. Se si tratta davvero di cambiamenti fibrocistici, il trattamento di solito non viene eseguito, poiché la condizione è considerata innocua. Il dolore può essere alleviato (se presente) con farmaci antidolorifici da banco a base di paracetamolo o ibuprofene.

7. Assunzione di alcuni farmaci

La mastalgia può essere un effetto collaterale di dieci cause comuni di dolore al seno in alcuni farmaci. Per esempio:

  • contraccettivi ormonali orali;
  • fondi utilizzati nelle donne in postmenopausa;
  • antidepressivi, in particolare inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina;
  • mezzi per il trattamento dell'infertilità;
  • diuretici;
  • antipsicotici.

Cosa farne

Se stai assumendo farmaci, chiedi al tuo medico se possono causare mastalgia. In tal caso, considera come puoi sostituire il farmaco..

8. Lesioni

Dopo aver colpito o spremuto, il torace farà male. Questo può andare avanti anche per diversi giorni..

Cosa farne

Se la lesione è stata lieve e non ha causato segni visibili (ad esempio lividi o gonfiore), lasciare che il torace guarisca. Assumi antidolorifici da banco per alleviare il dolore.

In futuro, cerca di proteggere il torace dalle lesioni: il tessuto ghiandolare si trasforma facilmente in tessuto fibroso quando viene colpito, in esso compaiono noduli e cisti.

Se la lesione ha conseguenze visibili, consultare il proprio ginecologo per ogni evenienza.

9. Reggiseno mal selezionato

La biancheria intima troppo stretta stringe il petto, provoca stasi e dolore del sangue. Un'altra opzione: hai un grosso busto e il reggiseno è troppo largo. Per questo motivo, il tessuto mammario si allunga, causando nuovamente dolore.

Cosa farne

Scegli la taglia giusta del reggiseno. Come fare questo, Lifehacker ha scritto in dettaglio qui.

10. Dolori riflessi

Ti sembra solo che ti faccia male il petto. In effetti, il dolore proviene da un altro organo o tessuto. Un classico esempio: eri troppo attivo in palestra - ti stavi tirando su o, ad esempio, ti allenavi su un vogatore - e tendevi troppo il muscolo pettorale, che si trova sotto il busto. Di conseguenza, il muscolo fa male e sembra che il torace sia dolorante.

I sintomi della mastalgia possono manifestarsi con angina pectoris, calcoli biliari, costocondrite (infiammazione della cartilagine che collega le costole e lo sterno) e alcune altre malattie.

Cosa farne

Se esiste la possibilità che la mastalgia sia associata a tensione muscolare, attendi un paio di giorni: il dolore scompare da solo.

Se non scompare e leggi attentamente il nostro elenco di motivi, ma non hai ancora trovato il tuo, consulta un ginecologo per escludere altre malattie.

11. Fibroadenoma o carcinoma mammario

In entrambi i casi, stiamo parlando di tumori: il fibroadenoma è benigno, il cancro è maligno e mortale. Nelle fasi iniziali, è difficile riconoscere queste malattie, ma è possibile: si fanno sentire principalmente da un nodulo che si avverte in un seno.

Altri sintomi che si verificano gradualmente:

  • dolore o disagio di origine sconosciuta che non scompare entro due settimane;
  • qualsiasi scarico dal capezzolo è trasparente, sanguinante, purulento;
  • cambiamenti nel colore e nella forma del capezzolo: può "fallire" o, al contrario, diventare troppo convesso;
  • cambiamento nella struttura della pelle sul seno interessato: diventa come una scorza di limone.

Cosa farne

Non aspettare fino a quando i sintomi aumentano. Se senti fastidio al petto per più di due settimane o senti un nodulo in una delle ghiandole mammarie, contatta immediatamente il tuo ginecologo o mammologo. Il medico effettuerà un esame e potrebbe fornirti un rinvio per una serie di test. Sulla base dei loro risultati, verrà fatta una diagnosi accurata e verrà prescritto un trattamento..

E ti ricordiamo: per non dare una possibilità all'oncologia, almeno 1-2 volte all'anno sottoporsi a un esame con un mammologo.