Principale / Assorbente interno

Supposte antinfiammatorie in ginecologia - con annessite, endometriosi, erosione

Quasi nessuna malattia correlata agli organi della sfera riproduttiva femminile è completa senza la nomina di supposte, che vengono utilizzate vaginale o rettale.

Ciò è particolarmente importante nel trattamento dei processi ginecologici infiammatori. Le supposte antinfiammatorie in ginecologia sono ampiamente utilizzate, ma oltre ai loro vantaggi, hanno anche una serie di svantaggi, così come tutti gli altri farmaci.

Supposte come forma di dosaggio

Le supposte (supposte) sono considerate una delle forme di dosaggio dei farmaci e sono costituite da una base (che dà la forma di una candela) e una sostanza farmacologica. Una caratteristica delle supposte è la loro capacità di rimanere in forma solida a temperatura ambiente e fondersi a uno stato liquido a temperatura corporea. Secondo il metodo di introduzione, le candele sono divise in 3 gruppi:

  • rettale: vengono introdotti attraverso l'ano nel retto e possono assumere la forma di un sigaro, un cono o un cilindro appuntito;
  • vaginale: sono inseriti nella vagina e hanno la forma di palline, a forma di uovo o coniche;
  • bastoncini - inseriti nella cervice, nell'uretere, nel meato uditivo esterno e così via.

Il vantaggio delle supposte è che il farmaco entra rapidamente nel sangue (dopo 30 minuti, circa il 50%, dopo 1 ora - 100%), bypassando il tratto digestivo, senza essere distrutto nel fegato. Inoltre, le supposte che vengono somministrate per via vaginale, oltre all'effetto generalizzato, hanno un effetto locale sulla lesione. Quando si usano le supposte, non ci sono praticamente reazioni allergiche e l'introduzione delle supposte è abbastanza semplice e indolore.

Candele per donne colpite

Quando la mucosa della vagina si infiamma, parlano di colpite (vaginite). A seconda dell'agente infettivo che ha causato il processo infiammatorio, la vaginite può essere specifica (ad esempio, trichomonas, funghi, gonorrea, ecc.) E non specifica (stafilococco, streptococco, polimicrobica). I segni distintivi di colpite sono sensazioni spiacevoli nell'area dei genitali esterni (prurito intollerabile, bruciore), aumento dei bianchi vaginali, di regola, hanno un odore sgradevole, forse un aumento della temperatura, dolore nell'addome inferiore e disturbi della minzione.

L'importanza principale nel trattamento della colpite è la nomina della terapia locale volta alla distruzione di microrganismi patogeni e alla soppressione della loro attività. Nei primi 3-4 giorni, viene prescritto il douching (non più di 2 volte al giorno, vedi come fare correttamente) con soluzioni antisettiche (clorexidina, rivanolo, bicarbonato di sodio, permanganato di potassio) e / o decotti di erbe (calendula, camomilla, melissa saggio). Le supposte antinfiammatorie sono prescritte contemporaneamente alla pulizia.

Il trattamento con supposte vaginali di colpite dipende dal patogeno, cioè tali supposte sono selezionate che sono più attive contro l'una o l'altra microflora patologica. Pertanto, qualsiasi farmaco è prescritto solo da un ginecologo in base al risultato del quadro clinico, ai test di laboratorio e alla storia del paziente, l'automedicazione è inaccettabile e pericolosa.

Vaginite aspecifica

Nella colpite non specifica, vengono solitamente prescritte supposte, i cui componenti principali includono un farmaco antibatterico ad ampio spettro e / o antisettico. Le buone supposte antinfiammatorie includono:

  • Polygynax, composto da neomicina, nistatina, polimixina B, viene prescritto 2 volte al giorno per un periodo di 5-14 giorni (prezzo 6 pezzi 280 rubli, 12 pezzi 450 rubli).
  • Terzhinan, una combinazione di ternidazolo, neomicina, nistatina, prednisone, viene prescritto 1 volta al giorno alla sera per 10 giorni (prezzo 240-400 rubli)
  • Combinata di meratina, composta da ornidazolo, neomicina, nistatina e prednisone, 1 candela viene somministrata prima di coricarsi per 10 giorni
  • Mykozhinaks, una combinazione di metronidazolo, cloramfenicolo, desametasone e nistatina, la durata del trattamento è di 7-14 giorni, vengono somministrate 1-2 candele al giorno
  • Hexicon, la sostanza principale clorexidina bigluconato, il corso della terapia è di 7 a 10 giorni, è necessario introdurre 1 supposta al giorno (prezzo 250 rubli)
  • Betadine - il principio attivo iodio, viene prescritto due volte al giorno per 6-12 giorni (280-350 rubli)

Gardnerellosis

Se la gardnerella si trova in uno striscio, vengono prescritte candele, il principale ingrediente attivo in cui è il metronidazolo. Questo elenco include:

  • Ginalgin (Ucraina), contiene tinidazolo, sinestrolo, vitamina C, acido lattico, ogni giorno prima di coricarsi per 7-10 giorni
  • Terzhinan, Meratin-combi (Ucraina), Mikozhinaks (Ucraina) due volte al giorno per 12 giorni
  • Metronidazole, Flagil, Trichopolum (compresse vaginali) due volte al giorno per 10 giorni
  • Klion-D - è costituito da metronidazolo e miconazolo, si consiglia di utilizzarlo una volta al giorno per 10 giorni (circa 200 rubli)

Colpite da Trichomonas

Quando Trichomonas si trova nel contenuto vaginale, vengono prescritte supposte con metronidazolo (effetto antimicrobico, efficace contro i microrganismi anaerobici - Trichomonas) e suoi derivati:

  • Ginalgin, Klion D, Trichopol, Flagil, Pitrid, 1 al giorno per 10 giorni.

Altre supposte sono ampiamente utilizzate:

  • Tinidazole (supposte di Gainomax) per 10 giorni
  • Il complesso macmirror (500 rubli) è costituito da nifuratel e nistatina, quindi è usato per la clamidia, la candidosi, la tricomoniasi e la vaginite aspecifica, usata per 8 giorni, uno alla volta prima di dormire
  • Terzhinan
  • Meratin Combi
  • Mikozhinaks ogni giorno, uno per 10 giorni
  • Tricomonacido per 10 giorni
  • Trichocide due volte al giorno
  • Neo-penotran (700-800 rubli) - la composizione comprende metronidazolo e miconazolo, due volte al giorno per due settimane
  • Hexicon per 7-20 giorni tre volte al giorno.

Il trattamento con supposte antinfiammatorie per la colpite da trichomonas viene effettuato in un periodo di tre mesi (immediatamente dopo le mestruazioni) in cicli di 10 giorni.

Herpes genitale

L'obiettivo principale nel trattamento dell'herpes genitale è sui farmaci antivirali. Le supposte sono utilizzate localmente, i cui componenti sono agenti anti-virus:

  • A-interferone 1 - 2 volte al giorno per 1 settimana
  • Viferon due volte al giorno per 5-7 giorni
  • Mezza giornata tre volte al giorno per 7-10 giorni, la vulva viene trattata e i tamponi con unguento vengono inseriti nella vagina
  • Oltre alle candele, vengono utilizzati unguenti per tamponi e trattamento vulva: aciclovir, bonaphton, epigen, alpizarin, megosina

Colpite da candidosi

Nel trattamento della colpite candidata vengono utilizzate supposte con effetto antifungino: nistatina, natamicina, clotrimazolo, canesten. Si possono prescrivere creme antifungine: pimafucort, miconazolo e compresse per uso orale (flucostat, pimafucin, vedere compresse antifungine) e vedere anche una panoramica dettagliata di tutte le supposte dal mughetto.

Dopo aver condotto la terapia etiotropica (soppressione dell'attività e morte dell'agente patogeno) nel trattamento della colpite, inizia la seconda fase, volta a ravvivare la normale microflora della vagina. Lo scopo del secondo stadio è quello di creare le condizioni per la riproduzione dei lattobacilli e aumentarne il numero. L'elenco delle candele utilizzate comprende:

  • Bifidumbacterin (contiene bifidobatteri vivi) viene prescritta 1 supposta due volte al giorno per 5-10 giorni.
  • Bifikol (bifidobatteri secchi) ogni giorno in un singolo ciclo per 7-10 giorni.
  • Acilatto 1 volta al giorno alla sera per 10 giorni (circa 110 rubli).
  • Vagilak (500 rubli), Lactozhinal (400-450 rubli), questi sono lattobacilli, 1 capsula vaginale al mattino e alla sera con un ciclo totale di 10 giorni.

Inoltre, il contenuto di fiale con bifidobatteri e lattobacilli viene diluito con acqua e iniettato su tamponi per via intravaginale (colibacterin, bificol, bifidumbacterin).

Supposte per adensite, endometriosi - con infiammazione degli organi interni del sistema riproduttivo

Le malattie infiammatorie degli organi interni del sistema riproduttivo femminile sono causate da microrganismi specifici (gonorrea, tricomoniasi, clamidia e altri) e non specifici. L'infiammazione delle appendici (annessite) si dice quando il dolore si verifica in una o entrambe le aree inguinali, che sono di natura opaca, dolorante e tagliente.

Endometrite - l'infiammazione dell'utero è caratterizzata da dolore nell'addome inferiore, sopra il pube e spesso si verifica dopo interventi intrauterini (aborto (conseguenze), curettage, lavoro chirurgico). Sia l'annessite che l'endometrite si presentano con una grave sindrome da intossicazione, manifestata da un significativo aumento della temperatura, debolezza, debolezza, mancanza di appetito.

Il trattamento delle malattie infiammatorie degli organi genitali interni comprende, innanzitutto, i farmaci antibatterici. Insieme alle infusioni endovenose e agli antibiotici, vengono prescritte supposte sia per annessite che per endometrite..

Il trattamento con candeliere per annessite ed endometrite ha diversi obiettivi. Le supposte antinfiammatorie rettali sono supposte, i cui componenti principali sono farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS). I FANS hanno una serie di effetti:

  • antinfiammatorio;
  • anestetico;
  • antipiretico.

Le proprietà antinfiammatorie e analgesiche sono realizzate grazie alla capacità dei FANS di inibire la sintesi delle prostaglandine, che si formano in grandi quantità durante l'infiammazione e causano dolore. Le supposte antinfiammatorie rettali sono prescritte contemporaneamente all'inizio della terapia antibiotica con un ciclo generale da 7 a 10 giorni:

  • candele con indometacina 1 volta alla sera
  • Supposte di Movalis 1 volta alla vigilia del sonno (principio attivo mieloxicam) per 5 - 7 giorni
  • candele Voltaren mattina e sera
  • candele con belladonna da 1 a 3 volte al giorno (forte analgesico)
  • Supposte Diclofenac ogni giorno 1 supposta
  • Supposte Flamax (principio attivo ketoprofene) una volta per 7 giorni

Supposte antinfiammatorie per annessite ed endometrite sono anche prescritte per via intravaginale. Prima di tutto, perseguendo l'obiettivo di risanamento della vagina e soppressione della microflora anaerobica, in particolare, Trichomonas.

Le supposte vaginali comprendono fluomizina e terzhinan, la sostanza principale delle supposte è il metronidazolo. Il ciclo di trattamento dura 7-10 giorni, vengono prescritte da 1 a 2 supposte ogni giorno.

Dopo la fine della terapia con farmaci antinfiammatori (sia supposte, sia iniezioni o compresse), è necessario ripristinare la normale biocenosi della vagina. Per questo, vengono prescritte supposte con bifidobatteri e lattobacilli (bifidumbacterin, acylact e altri). Anche nel periodo di recupero con infiammazione degli organi pelvici, vengono utilizzate supposte di longidasi.

Le supposte di longidasi sono un farmaco che ha proprietà proteolitiche e previene la formazione di aderenze o le risolve. Oltre all'attività enzimatica, la longidasi normalizza l'immunità, ha proprietà antiossidanti e antinfiammatorie. Il corso del trattamento è lungo, da 14 a 21 giorni, le supposte vengono somministrate per via rettale 1 al momento di coricarsi.

Candele per erosione cervicale

Più della metà dell'età più giusta e fertile ha erosione cervicale. Nel caso in cui l'epitelio squamoso stratificato situato nella parte vaginale della cervice uterina viene desquamato e il luogo del difetto viene “occupato” dalle cellule dell'epitelio cilindrico che riveste il canale cervicale, parlano di erosione cervicale.

Pertanto, un nome più corretto per la malattia è l'ectopia (uscita delle cellule di un epitelio cilindrico) della cervice. I fattori che provocano l'ectopia della cervice sono diversi, ma il trattamento della malattia è quello di distruggere l'area patologica sulla cervice con metodi chimici, elettrici, laser e altri.

Da quanto sopra risulta che non esistono supposte per l'erosione cervicale, tutte le supposte sono prescritte prima e dopo il trattamento radicale dell'ectopia.

Alla vigilia del trattamento dell'ectopia cervicale (con qualsiasi metodo: laser, criodistruzione, onde radio, ecc.) Vengono prescritte supposte antinfiammatorie a scopo preventivo (per 5-7 giorni ogni sera). Ciò impedisce lo sviluppo di processi infiammatori postoperatori della cervice. Di norma, vengono utilizzate le candele:

  • Hexicon, Polygynax, Livarol (farmaco antifungino) e altri.

Dopo la cauterizzazione di un'ectopia della cervice, da 4 a 5 giorni dopo la manipolazione, si raccomanda di introdurre candele che non hanno solo proprietà battericide, ma hanno anche un effetto cicatrizzante, antiossidante e stimolante sul corpo nel suo complesso e sull'area con una superficie della ferita.

  • Ad esempio, supposte di olivello spinoso, Depantol, Suporon, Galavit, Galenofillipt, supposte di phytore, nonché supposte di Revitax ed Evkolek sono efficaci nel trattamento dell'erosione cervicale nel periodo postoperatorio. Il trattamento con candele con proprietà riparative è prescritto per un periodo di 10-14 ogni giorno per 1 candela la sera.

Candele per colpite

Tempo di lettura: min.

Il principale trattamento locale, secondo i medici, è l'uso di supposte vaginali e altri farmaci locali, soluzioni. Agiscono continuamente sull'agente causativo della colpite, neutralizzandone l'effetto e rimuovendo l'infiammazione sulla mucosa vaginale.

La scelta di farmaci sotto forma di supposte per la vaginite è enorme nelle farmacie. Le supposte di colpite nelle donne sono i migliori aiutanti per vari agenti patogeni. Per un effetto più rapido e migliore, i produttori preparano combinazioni sotto forma di candele, che possono essere utilizzate anche prima dei risultati di una sbavatura o di un backseeding. Quali candele vengono utilizzate per colpite in ginecologia?

Supposte per colpite in ginecologia

Per curare la colpite, le supposte per il trattamento devono essere con un principio così attivo che agisce sulla causa della malattia. Per questo, viene prescritto un esame prima della terapia: uno striscio sulla flora e sulla cultura batteriologica. Sono questi test che consentono al medico di prescrivere un trattamento adeguato. I patogeni possono essere virus, batteri, specifiche infezioni a trasmissione sessuale, reazioni allergiche e fungo candida, nonché cambiamenti legati all'età nelle cellule epiteliali a causa di una carenza di ormoni femminili dopo la menopausa.

Candele per colpit Hexicon

Questa è una droga comune tra le donne. È costituito da clorexidina bigluconato e altre sostanze. Questo è un farmaco antisettico che colpisce una vasta gamma di batteri e protozoi. A volte questo medicinale è usato per prevenire l'infezione dopo un rapporto non protetto. Ma poi la candela deve essere introdotta entro e non oltre 2 ore.

Le supposte di esicio con colpite aiutano a sbarazzarsi dei batteri patogeni con un rischio minimo di microflora benefica. Non ha quasi alcun effetto negativo sui lattobacilli. Ma se una donna ha secrezioni purulente, l'exicone della colicite sarà debole in una situazione del genere..

Il corso del trattamento con il farmaco è di 7-10 giorni, una candela viene inserita nella vagina 1-2 volte al giorno. A volte possono verificarsi effetti collaterali minori. Può essere usato durante il periodo di gestazione.

Supposte da colpite da Trichomonas: Terzhinan da colpite

Questo è un noto farmaco complesso. I ginecologi Terzhinan da colpite sono spesso prescritti dopo aver consultato i reclami dei sintomi di colpite. Colpisce diversi tipi di agenti patogeni contemporaneamente, il che consente di ridurre l'intensità dei sintomi prima che vengano determinati.

Le supposte nella loro composizione contengono un antibiotico - neomicina solfato, una sostanza antifungina - nistatina, una sostanza antimicrobica - ternidazolo, un ormone antinfiammatorio - prednisone metasulfobenzoate sodico. Queste candele nel trattamento della colpite mantengono anche la normale acidità vaginale e mantengono l'integrità dell'epitelio che riveste questo organo.

L'uso è necessario 1 volta al giorno. La durata media del trattamento è di 10 giorni, al ricevimento dei risultati che confermano la vaginite da candida, il trattamento dura fino a 20 giorni inclusi.

Vokadin

Il principio attivo del farmaco è lo iodio povidone. L'azione principale è antisettica. Combatte attivamente molti virus, batteri e candidosi. La ragione del suo uso poco frequente è un gran numero di controindicazioni. In caso di disturbi della ghiandola tiroidea, è necessario prestare particolare attenzione alle controindicazioni, poiché lo iodio può provocare un'altra patologia.

Nistatina

È necessario urgente quando viene trattata la colpite candidale. Le supposte per questo sono necessariamente utilizzate con il contenuto di farmaci antifungini. La nistatina è uno dei farmaci attivi che aiuta ad eliminare lo sviluppo del fungo e il suo effetto sulle pareti della vagina..

Inoltre, questo farmaco ha anche un effetto antibatterico. Non puoi usarlo durante la gravidanza, l'ulcera allo stomaco, la patologia del funzionamento del fegato, l'intolleranza al farmaco, nei bambini di età inferiore a un anno. Usato fino a 2 settimane, impiega 1 volta al giorno.

Macmirror

È anche un farmaco efficace e combinato. Hanno un effetto dannoso su batteri, protozoi. Viene spesso utilizzato nel rilevamento di colpite specifica e non specifica..

Pimafucin

Questo è un noto medicinale antifungino. Le candele sopprimono rapidamente il loro sviluppo, riproduzione. Aiuta una donna a dimenticare la colpite il più rapidamente possibile e più velocemente.

Trattamento della colite: supposte per ripristinare la microflora

È estremamente importante quando si verifica la vaginite per ripristinare la microflora vaginale. Questa è una condizione per un recupero completo. Quella parte dei batteri positivi che sono morti sotto l'azione di microrganismi patogeni deve essere ripristinata con i farmaci. Più velocemente lo fai, prima una donna può assaggiare di nuovo il gusto della vita.

Acylact

Contiene batteri acidofili che compensano la mancanza di batteri all'interno del corpo. Devi usare il farmaco per 1 candela al giorno.

Bifidumbacterin

Tali candele con vaginite aiutano a compensare la carenza di bifidobatteri. Spesso sono prescritti come terapia aggiuntiva quando vengono utilizzati antibiotici, agenti antimicrobici e antifungini..

Le supposte per colpite nelle donne sono poco costose da trovare per il trattamento. Tutto dipende dalla composizione e dal produttore. Lo stesso principio attivo a volte può essere trovato in diversi preparati con una grande differenza di prezzo. Pertanto, le persone informate vanno in farmacia non per la medicina, ma per il principio attivo nella medicina.

In modo che una donna spesso non abbia la colpite, a volte le vengono prescritti complessi vitaminici per migliorare l'immunità. Inoltre, le candele con batteri aumentano l'immunità locale, che è la prevenzione delle malattie degli organi genitali femminili.

Nelle reazioni allergiche, le supposte non vengono spesso poste, gli antisettici vengono spesso utilizzati nelle soluzioni di irrigazione. La terapia principale è antistaminici e rifornimento di microrganismi benefici sulla mucosa. Una condizione importante per il trattamento è l'igiene di una donna. Prima di ogni introduzione della supposta, è necessario risciacquare la cavità vaginale per un migliore assorbimento del farmaco.

Quali supposte sono più efficaci nel trattamento della colpite - un elenco di 10 farmaci

L'essenza della patologia

La colpite atrofica (vaginite) ha molti sinonimi che riflettono la sua essenza. Nella letteratura medica, puoi trovare termini come età, postmenopausa, senile, colpite senile (vaginite). Al centro della malattia c'è lo squilibrio ormonale della menopausa con una carenza di estrogeni che aumenta gradualmente. Ciò porta a cambiamenti atrofici nei tessuti degli organi genitali femminili, assottigliamento dell'epitelio vaginale. I cambiamenti degenerativi sono accompagnati da fenomeni infiammatori e disturbi nella microflora dell'ambiente vaginale. Le donne hanno molte lamentele, la malattia diventa cronica, progredisce gradualmente, minaccia di gravi complicazioni.


La colpite atrofica si sviluppa con uno squilibrio ormonale (riduzione della sintesi di estrogeni), contro il quale l'epitelio della parete vaginale si assottiglia e il numero di lattobacilli diminuisce

Il meccanismo di sviluppo della vaginite atrofica

Nella metà delle donne, i primi segni di vaginite atrofica vengono rilevati 10 anni dopo l'inizio della menopausa. È per questo motivo che la malattia si chiama postmenopausa. Secondo il classificatore internazionale delle malattie nella decima edizione (ICD-10) di patologia, viene assegnato il codice N 95.2?

Con l'età, la quantità di estrogeni sintetizzati dal corpo diminuisce, questo porta a un deterioramento dell'afflusso di sangue a tutti i tessuti, comprese le pareti della vagina. Di conseguenza, la rigenerazione rallenta, le cellule morte non vengono riempite di volume sufficiente e la mucosa si assottiglia. Di conseguenza, diminuisce anche il volume di muco secreto, che porta a secchezza vaginale. Questo problema può svilupparsi in ogni quinta donna di età superiore ai 40 anni..

Insieme all'atrofia della mucosa, si verificano altri processi:

  1. Cambiamenti degenerativi nei muscoli della vagina - le fibre sane sono sostituite dal tessuto fibroso, il che porta a una diminuzione del lume della vagina e una diminuzione della sua elasticità.
  2. Ridurre il numero di capillari, che porta alla carenza di ossigeno nei tessuti. Per eliminare il problema nel corpo inizia la "costruzione" dei capillari situati vicino alla superficie. Questo diventa la causa del colore caratteristico e sanguinamento con vaginite atrofica postmenopausale.
  3. Il numero di lattobacilli è ridotto. Ciò porta ad una diminuzione dell'acidità dell'ambiente vaginale e ad una riduzione delle funzioni di barriera. La microflora patogena non incontra la dovuta resistenza, che porta allo sviluppo di vari processi infiammatori. Possono svilupparsi vaginosi batterica o infezioni del tratto urinario..

La vaginite atrofica in postmenopausa non minaccia la vita di una donna. Può essere attribuito a malattie, ma piuttosto si tratta di cambiamenti associati all'invecchiamento del corpo. I sintomi non sono piacevoli, gli aspetti sessuali della vita ne sono affetti e aumenta la suscettibilità a varie malattie..

Eziologia e fasi della malattia

Il principale fattore che porta alla malattia è una diminuzione dei livelli di estrogeni nel sangue. Ciò può essere dovuto al naturale invecchiamento della donna o causato da un intervento medico (rimozione delle ovaie o loro irradiazione a causa di degenerazione maligna).

La conseguenza dello squilibrio ormonale non è solo la menopausa e l'estinzione della funzione riproduttiva, ma anche altri punti:

  1. Diminuzione della capacità dell'epitelio vaginale di ripristinare, rinnovare e ridurre la secrezione delle ghiandole vaginali. Le mucose dei genitali diventano sottili, secche, facilmente danneggiabili.
  2. Il deterioramento dell'afflusso di sangue ai tessuti vaginali, in relazione al quale le cellule delle mucose e dei muscoli soffrono di una mancanza di nutrienti e ossigeno. Ciò porta a una crescita compensativa della rete capillare. I piccoli vasi sanguigni appena formati sono scarsamente funzionali. Si trovano superficialmente, le loro pareti sono facilmente ferite con la formazione di emorragie petecchiali..
  3. Cambiamenti nella microflora: i lattobacilli scompaiono, fornendo un ambiente acido della secrezione vaginale, che svolge un ruolo protettivo, che contribuisce alla propagazione di microrganismi opportunistici. Si sviluppa l'infiammazione asettica, l'erosione e la forma di piccole piaghe.
  4. Crescita con l'invecchiamento del corpo, sanguinamento delle pareti della vagina, loro secchezza e vulnerabilità, se non c'è trattamento. L'immunità locale diminuisce drasticamente, quindi un'infezione secondaria si unisce spesso e si sviluppa la vaginite batterica.

I fattori predisponenti includono malattie endocrine (malattie della tiroide, diabete mellito, adenoma ipofisario), stati di immunodeficienza, carenze vitaminiche (principalmente carenza di vitamine A, E, gruppo B). Svolge il ruolo di condizioni antigieniche, soprattutto in relazione all'igiene sessuale.

Le ragioni

Molto spesso, la malattia si sviluppa nelle donne anziane che sono entrate in menopausa, quando i livelli di estrogeni diminuiscono, la secrezione rallenta, l'epitelio smette di crescere e lo strato mucoso diventa più sottile.

Una condizione simile si osserva nelle giovani donne che hanno subito un intervento chirurgico per rimuovere le ovaie, quindi sono anche a rischio.

L'insufficienza ormonale provoca una violazione dell'acidità all'interno della vagina e una diminuzione del numero di lattobacilli. Il corpo diventa più suscettibile alle infezioni, la vaginite atrofica assume una forma cronica e ricorrente.


Fattori di rischio per lo sviluppo della malattia quando il livello dell'ormone femminile diminuisce:

  • menopausa
  • allattamento;
  • rimozione / disattivazione della funzione dell'utero;
  • radioterapia;
  • stress e depressione prolungata;
  • assunzione di farmaci che riducono la produzione di ormoni (terapia ormonale).

Inoltre, la patologia è provocata da:

  • uso frequente di antibiotici;
  • malattie degli organi riproduttivi;
  • lesioni: postpartum, durante i rapporti sessuali, procedure ginecologiche;
  • ignorando le regole dell'igiene intima;
  • sovrappeso;
  • diabete mellito e altri disturbi endocrini.

Sintomi della malattia

La patologia ha una base ormonale, si sviluppa lentamente, a volte si manifesta 3-5 anni dopo la fine delle mestruazioni.

Secondo le statistiche, il primo sintomo che una donna inizia a disturbare con colpite atrofica è una sensazione di secchezza, dolore, prurito nella vagina e nell'area dei genitali esterni. I fenomeni si intensificano dopo la minzione e il lavaggio con sapone o gel antibatterici con additivi aromatici sintetici.

Inoltre, il dolore nell'addome inferiore di una natura incerta, che attira è inquietante. Spesso si irradiano (danno) alla regione lombosacrale, agli arti inferiori. Rafforzare dopo il sesso, l'atto di defecazione, con affaticamento fisico, stress, ipotermia o surriscaldamento.

Lo scarico vaginale all'inizio della malattia non è abbondante, di carattere mucoso, spesso con una miscela di sangue. Rafforzare dopo il contatto con la mucosa (rapporto sessuale, esame di un ginecologo) e con esacerbazioni di malattie concomitanti della sfera ginecologica o di altri organi.

Si osservano rapporti dolorosi (dispareunia), dopo di che aumenta la perdita di sangue dalla vagina.

C'è un bisogno di urinare frequentemente, con la progressione del processo che si trasforma in incontinenza urinaria (specialmente sullo sfondo di ipotermia, sovraccarico fisico, con eccitazione e risate).

Colpite atrofica nelle donne in menopausa: sintomi

Lo stadio iniziale della malattia è spesso asintomatico. Ci può essere scarso scarico sotto forma di bianchi, disagio durante il rapporto sessuale, durante i movimenti intestinali o quando si eseguono misure igieniche. In futuro, soprattutto se l'infezione si unisce, ci sono molti più segni:

  • secrezione - mucosa, a volte schiumosa, cagliata, odore sgradevole, spesso con sangue;
  • dolore e bruciore durante la minzione;
  • prurito persistente;
  • minzione frequente, minzione involontaria durante la tosse, risate, ecc., enuresi diurna e notturna;
  • iperemia delle mucose.

ATTENZIONE! Ignorare i sintomi minaccia di complicazioni sotto forma di processi infiammatori nel sistema genito-urinario, uretrite, cistite.

Diagnosi di colpite legata all'età

L'esame ginecologico consente di valutare visivamente i cambiamenti degenerativi e infiammatori nella vagina. La gravità della loro gravità dipende dalla durata della menopausa.

Se dopo le mestruazioni sono trascorsi meno di cinque anni, il ginecologo vede secchezza, assottigliamento delle pareti della vagina, aree di alterazioni infiammatorie con arrossamento e gonfiore delle mucose.

Con la menopausa da oltre 5 anni, l'atrofia e l'infiammazione sono più pronunciate. Caratterizzato dalla presenza di erosione, piaghe, spesso contenenti placca purulenta. La rete capillare superficiale di recente formazione con aree di emorragie petecchiali è chiaramente visibile. Il sanguinamento da contatto si verifica facilmente, anche dalla cervice. Un fenomeno tipico è il prolasso e la fusione delle pareti della vagina.


La colposcopia consente di identificare la localizzazione del processo patologico e la natura del danno causato dalla vaginite

Altri metodi diagnostici:

  1. Esame citologico. Un gran numero di leucociti, batteri condizionatamente patogeni, cellule epiteliali morte di vari gradi di maturità sono determinati in uno striscio. Lo scopo principale dell'esame è di escludere la degenerazione maligna.
  2. Determinazione del pH del contenuto vaginale (pHmetro). Correla (interconnessa) con il grado di carenza di estrogeni. Più basso è il contenuto di ormoni nel sangue, più pronunciato è lo spostamento del pH verso il lato alcalino.
  3. Colposcopia (viene utilizzata una versione avanzata dello studio). Rivela il pallore delle mucose della vagina, la presenza di una maglia capillare superficiale con focolai di emorragie petecchiali. Zone erosive-ulcerative e atrofiche ben visibili.

È obbligatorio eseguire un esame del sangue generale e biochimico, una PCR della secrezione cervicale e un'analisi delle urine generale. È necessario effettuare un controllo dinamico dei livelli di estrogeni nel sangue, specialmente quando si prescrive la terapia ormonale.

Sulla base dello studio, è possibile valutare lo stato dei tessuti epiteliali della cervice, della vagina e anche rilevare la presenza di cellule patologiche

Diagnosi differenziale

La colpite legata all'età deve essere distinta dalle seguenti malattie:

  • infezioni a trasmissione sessuale (tricomoniasi, clamidia e altre);
  • oncologia riproduttiva.

Per escludere le infezioni a trasmissione sessuale, viene utilizzata un'analisi microbiologica delle perdite vaginali (batterioscopia). Inoltre, questo metodo rileva il virus dell'herpes simplex e il papilloma umano.

Al fine di visualizzare l'utero ed escludere il cancro, l'ecografia pelvica viene eseguita attraverso la parete addominale e con il metodo intravaginale..

In che modo gli estrogeni influenzano la struttura della mucosa vaginale

L'estrogeno ha un notevole effetto sulla struttura delle pareti della vagina di una donna in buona salute. Se non ci sono anomalie nel corpo, questo ormone regola la sintesi del glicogeno. Questa sostanza influenza la crescita e la riproduzione delle cellule dei tessuti, contribuisce al loro rafforzamento e quando entra nel lume della vagina insieme a cellule epiteliali morte, funge da fonte di glucosio, senza la quale è impossibile mantenere un ambiente acido nella vagina.

L'estrogeno ha un effetto positivo sulla microcircolazione del sangue nelle pareti della vagina. Di conseguenza, il tessuto acquisisce elasticità, viene stimolata la secrezione di muco, vengono create condizioni favorevoli per la riproduzione dei lattobacilli. Questi sono microrganismi benefici che si nutrono di glucosio e producono una serie di sostanze dannose per i batteri patogeni..

Contemporaneamente allo sviluppo dei lattobacilli, viene rafforzata anche l'immunità locale. Si scopre che gli estrogeni hanno un effetto positivo sulla salute di una donna e aiutano a combattere i batteri nocivi. Con la sua carenza, si verificano vari cambiamenti nei tessuti, incluso il fenomeno descritto nell'articolo.

Metodi di trattamento

La terapia dei cambiamenti legati all'età negli organi genitali femminili prevede l'uso di farmaci sistemici e locali. Vengono anche utilizzati rimedi popolari..

Terapia farmacologica


L'uso di droghe in varie forme aiuta ad eliminare i spiacevoli sintomi della vaginite, inibisce sempre lo sviluppo della malattia e previene possibili complicanze

Il trattamento farmacologico ha i seguenti obiettivi:

  • ottimizzazione ormonale (in assenza di controindicazioni);
  • migliorare il metabolismo e la microcircolazione nei tessuti della vagina;
  • distruzione della microflora patogena;
  • accelerare il recupero delle cellule vaginali e dei genitali esterni;
  • effetto antisettico;
  • normalizzazione della microflora intravaginale;
  • riduzione del sanguinamento delle pareti della vagina e della cervice a causa della cessazione della formazione di nuovi capillari.

Terapia ormonale

Poiché la causa dei cambiamenti distrofici nella mucosa genitale in menopausa è una forte riduzione della concentrazione di estrogeni, è necessaria una terapia ormonale sostitutiva. Gli ormoni femminili per risultati ottimali devono essere utilizzati per diversi anni in iniezioni, compresse o sotto forma di cerotti. Questo ha un effetto sistemico sul corpo..

Per migliorare l'effetto, i ginecologi spesso raccomandano un effetto ormonale locale (sotto forma di supposte, compresse vaginali e unguenti).

Ma l'uso di estrogeni sintetici, preparati a base di erbe simili agli estrogeni è consentito solo dopo un attento esame della donna. I preparati hanno una serie di gravi limitazioni in uso. Sono strettamente controindicati nelle seguenti condizioni:

  • tumori maligni del seno, dell'utero e delle appendici, o sospetto di essi;
  • sanguinamento vaginale di origine sconosciuta;
  • tromboembolia (arteriosa, venosa) nell'anamnesi;
  • esacerbazione di malattie epatiche e renali croniche;
  • deviazioni patologiche significative nei risultati degli esami del fegato;
  • ipertensione arteriosa grave;
  • stadio acuto e subacuto di infarto miocardico e ictus.

Con cautela e sotto controllo medico, vengono prescritti estrogeni sintetici per il diabete, l'uso sistematico di farmaci a base di erba di San Giovanni. Inoltre, la nomina di tali farmaci è limitata quando si usano ormoni corticosteroidi, uso prolungato di teofillina.

Un sovradosaggio di estrogeni sintetici, oltre ai sintomi di intossicazione generale, è pericoloso a causa dello sviluppo di sanguinamento vaginale. Solo trattamento sintomatico.

In presenza di controindicazioni per la nomina di estrogeni nel trattamento dei processi del tessuto distrofico, il ruolo principale passa agli agenti non ormonali per uso intravaginale.

Preparazioni locali

Per combattere la disbiosi, le supposte vaginali Acylact, che contengono batteri acidi lattici acidofili vivi, si sono dimostrate efficaci. Il loro uso contribuisce alla distruzione della microflora patogena e al ripristino di un ambiente normale. Un chiaro vantaggio del farmaco è solo l'effetto locale: praticamente non viene assorbito nel sangue.

Al fine di alleviare le manifestazioni infiammatorie, vengono utilizzate compresse vaginali Fluomizin. Hanno una vasta gamma di attività antimicrobica, ma questo antisettico non può essere utilizzato in presenza di erosione e piaghe nella vagina.

Inoltre, viene utilizzata la crema Gistan, appartiene ai bioadditivi. È fatto sulla base di estratti vegetali con attività antinfiammatoria e cicatrizzante: mughetto, gemme di betulla, spago, lupino.

Con minzione frequente, è necessaria una tendenza all'incontinenza urinaria e altri problemi con i reni, una consultazione con un urologo e un nefrologo. Gli specialisti prescriveranno un corso di urosettici, tra cui tisane, procedure fisioterapiche.

fitoestrogeni

Queste sostanze possono entrare nel corpo di una donna con il cibo. I ginecologi raccomandano un aumento obbligatorio del consumo di legumi, cereali, tra cui riso, avena. È molto utile aggiungere alla dieta semi di lino, carote, mele e melograni.

Le supposte vaginali a base di calendula, olivello spinoso e una corda sono ampiamente utilizzate. Hanno effetti anti-infiammatori, curativi, stimolano l'immunità locale..

Cosa scegliere per il trattamento, per quanto tempo usare questo o quel rimedio sarà detto solo dal ginecologo presente. L'automedicazione è inaccettabile, in quanto può portare a complicazioni irreparabili..

Etnoscienza

L'uso di ricette alternative è un componente importante nel trattamento dei processi distrofico-infiammatori postmenopausali. Ma è impossibile sperare in cambiamenti positivi nel quadro clinico, usando solo fito-collezioni. Rifiutando i farmaci e trascurando i consigli medici, una donna può perdere tempo prezioso e iniziare il processo.

Le infusioni di erbe vengono utilizzate per la pulizia. Per fare questo, in quantità uguali (1 cucchiaio) mescolare calendula, camomilla e erba di San Giovanni, versare 1 litro di acqua bollente e insistere per 12 ore. Quindi la composizione viene filtrata attraverso un doppio strato di garza sterile e utilizzata come previsto al mattino o alla sera per 10 giorni. Se necessario, dopo 3 mesi la procedura viene ripetuta. Le erbe hanno effetti antinfiammatori, emostatici e disinfettanti.

Un buon effetto curativo è il succo di aloe e l'olio di olivello spinoso. I tamponi imbevuti di queste soluzioni vengono inseriti nella vagina durante la notte.

Il rivestimento con un decotto di Rhodiola rosea ha un effetto positivo. Hai bisogno di 1 cucchiaio. versare un cucchiaio di radice secca tritata in 300 ml di acqua calda, portare ad ebollizione e lasciare cuocere a fuoco lento per 8-12 minuti. Quindi lasciare fermentare il brodo per 2 ore e filtrare. Prima della procedura, un bicchiere della soluzione preparata viene diluito in 0,5 litri di acqua bollita (calda). Douche dovrebbe essere giornaliero non più di due settimane prima di coricarsi.

Il giusto ginecologo ti aiuterà a scegliere il metodo di trattamento alternativo e a determinarne la durata..

Effetto positivo delle erbe


L'erba di San Giovanni ha un effetto calmante, riduce il bruciore e il prurito nella vagina


La calendula stimola la nutrizione della mucosa vaginale, accelera la rigenerazione dei tessuti e la guarigione delle ulcere


La camomilla promuove la produzione di ormoni femminili e allevia la menopausa

Previsioni, prevenzione

La vaginite atrofica è una malattia che si presta bene alla terapia, a condizione che sia diagnosticata tempestivamente, adeguatamente trattata e le raccomandazioni del medico siano rigorosamente osservate. In casi avanzati, la patologia può andare ai tessuti dell'utero e della cervice. Inoltre, ignorare i sintomi porta alla progressione di una delle manifestazioni più spiacevoli della malattia: l'incontinenza urinaria. Non è facile sbarazzarsi di lui..

Un'altra possibile complicazione della vaginite senile avanzata nelle donne è il cancro. L'omissione e il prolasso dell'utero e delle appendici è irto della necessità di un intervento chirurgico.

In presenza di infezioni, la terapia sarà lunga e non sempre efficace, con ricadute e quindi un deterioramento della qualità della vita in futuro..

La prevenzione dello sviluppo della vaginite atrofica nelle donne in menopausa è facilitata da:

  • esami tempestivi del ginecologo;
  • prendendo ormoni prescritti dal medico per prevenire la vaginite;
  • smettere di nicotina;
  • attività fisica;
  • dieta bilanciata;
  • evitare situazioni stressanti;
  • rafforzare le difese del corpo;
  • igiene personale rigorosa;
  • attività sessuale.

Prognosi di trattamento e possibili complicanze

La colpite legata all'età è pericolosa non solo con una diminuzione della qualità della vita, ma anche con le sue complicanze:

  • degenerazione maligna del tessuto genitale;
  • vaginite sullo sfondo dell'adesione di un'infezione secondaria con secrezione purulenta e violazione delle condizioni generali;
  • la diffusione dell'infiammazione all'utero e alle ovaie;
  • sepsi.

Molto spesso, la colpite si ripresenta con una ridotta immunità, la presenza di malattie extragenitali e l'assenza di trattamento.

Con una diagnosi tempestiva e un'adeguata terapia farmacologica, la prognosi per la vita e la salute di una donna di qualsiasi età è favorevole. Al fine di prevenire lo sviluppo della colpite e delle sue ricadute, è importante osservare alcune regole di vita.

Vaginite atrofica e vita sessuale

Nella maggior parte dei casi, la vaginite atrofica interferisce con la vita intima. Ma abbandonarlo non ne vale la pena. Dopotutto, più spesso si verificano i rapporti sessuali, più spesso viene prodotto muco, anche se in piccole quantità. Questo è un tipo di esercizio che non permetterà alle pareti della vagina di "dimenticare" le loro funzioni.

Puoi migliorare la qualità del sesso nei seguenti modi:

  • aumentare la durata dei preludi fino a 20 minuti;
  • usare la vitamina A sotto forma di olio per idratare la mucosa;
  • applicare lubrificanti vaginali senza aroma.

Il partner dovrebbe, quando possibile, evitare movimenti improvvisi..

Per quanto riguarda le forme di vaginite atrofica complicate da infezioni - in questo caso, la vita intima dovrà essere abbandonata.

previsione

La qualità della vita di una donna con colpite atrofica è significativamente ridotta. Infatti, il costante disagio nella vagina e il disagio associato a secchezza e bruciore non solo interferiscono, ma irritano anche i pazienti. La conduzione del trattamento della malattia migliora la condizione, nella maggior parte dei casi fornisce un completo recupero. Ma poiché la vaginite senile è una patologia multifattoriale, cioè dipende da una serie di fattori (lo stato delle cellule epiteliali e la quantità di glicogeno, l'equilibrio alcalino-pozzanghera, i livelli di estrogeni e la presenza di batteri patogeni), può verificarsi una ricaduta, il cui trattamento è più difficile.

Supposte vaginali antinfiammatorie in ginecologia: una revisione dei farmaci

La medicina moderna ha sviluppato molte buone medicine che aiutano con l'infiammazione degli organi femminili, da quello che viene spesso chiamato il "raffreddore femminile". Questo può essere sia farmaci per uso generale che entrano nel corpo attraverso il tratto gastrointestinale, sia preparazioni topiche. Tra le ultime categorie di medicinali, un posto importante è occupato da supposte ginecologiche (supposte), progettate per essere collocate nelle cavità naturali del corpo.

Indicazioni per l'uso

Lo scopo di questo tipo di farmaco è piuttosto ampio. Possono essere utilizzati nel trattamento delle seguenti malattie:

  • cisti e policistiche,
  • annessite,
  • endometrite ed endometriosi,
  • erosione cervicale, endocervite ed esocervite
  • vaginite di varia natura (candidosi, colpite specifica e non specifica, colpite atrofica),
  • clamidia.

Inoltre, le supposte sono prescritte durante il periodo di recupero, dopo un intervento chirurgico ginecologico o l'aborto, o per la prevenzione delle infezioni prima dell'intervento chirurgico, del parto, dell'installazione di spirali.

Tipi di candele

Dall'infiammazione in ginecologia, vengono utilizzati diversi tipi di supposte:

  • vaginale,
  • rettale (supposte nel retto),
  • candele a forma di bastoncini con un'estremità arrotondata (per l'uretra o la cervice).

Per ogni malattia, un certo tipo di supposta è ottimale - per alcuni, i vaginali sono più adatti, per altri - rettale.

Le supposte da infezioni e infiammazioni femminili possono avere una forma diversa. Le supposte rettali sono generalmente cilindriche, a forma di proiettile o coniche. Vaginale - ovoidale, rotondo, cilindrico o conico.

Meccanismo di azione

Tutte le candele sono unite da un meccanismo della loro azione. Sono costituiti da un principio attivo e da una base grassa (paraffine, gelatine o glicerine). A temperatura ambiente, uno stato solido di aggregazione è caratteristico delle candele. Tuttavia, anche alla temperatura del corpo umano (a + 36ºС) il materiale di cui è composta la candela inizia a sciogliersi. Le sostanze contenute nella candela escono e iniziano la loro azione attiva..

Alcune supposte agiscono esclusivamente localmente sulle mucose. Tuttavia, poiché i tessuti superficiali della vagina e del retto sono saturi di piccoli vasi sanguigni, alcune delle sostanze attive entrano nel flusso sanguigno e circolano nell'area pelvica, esercitando così il loro effetto terapeutico.

L'assorbimento nel sangue avviene molto rapidamente: circa la metà del componente attivo della supposta entra nel sangue dopo mezz'ora e completamente la sostanza diventa biodisponibile dopo un'ora. In questo caso, i componenti attivi in ​​minima parte influenzano il flusso sanguigno generale e quasi non raggiungono il fegato e i reni.

Un altro vantaggio delle supposte rispetto alle forme di dosaggio orali è che le supposte non causano reazioni allergiche caratteristiche del tratto gastrointestinale.

Le supposte ginecologiche possono avere un diverso tipo di azione. Candele più comunemente usate con i seguenti effetti:

  • anti-infezione,
  • antinfiammatorio,
  • riparazione dei tessuti,
  • ripristinando la microflora vaginale,
  • anestetico.

Non ci sono molti farmaci con un solo tipo di azione. In genere, le supposte hanno un effetto complesso, cioè possono, ad esempio, influenzare contemporaneamente gli agenti causali della malattia e alleviare l'infiammazione. Alcune supposte antinfiammatorie hanno vitamine necessarie per il funzionamento dei tessuti, sostanze che stimolano l'immunità locale, ecc..

I componenti contenuti nelle supposte possono essere sia sostanze sintetiche che naturali. I principali agenti infettivi che causano malattie ginecologiche sono virus, batteri, funghi e protozoi. Pertanto, le supposte possono includere componenti antivirali, agenti antifungini, antibiotici e antisettici.

Componenti antibatterici di supposte

Sono varie sostanze che uccidono i batteri e ne impediscono la riproduzione. Le candele con antibiotici usati in ginecologia di solito contengono farmaci come clorexidina, metronidazolo, co-trixomazolo, penicilline, macrolidi, iodio. È importante ricordare che qualsiasi tipo di antibiotico ha le sue indicazioni e controindicazioni e l'uso improprio di farmaci antibatterici, nonché un dosaggio eccessivo può portare a reazioni allergiche, nonché all'inibizione della normale microflora della vagina, che svolge funzioni protettive.

Componenti antifungini

Questo tipo di sostanza è attivo solo contro i funghi patogeni. Di solito questi componenti sono dotati di candele per la vagina. I farmaci antifungini più popolari sono fluconazolo, clotrimazolo, pimafucina. Di norma, il trattamento delle malattie fungine degli organi genitali richiede più tempo della terapia antibiotica.

Componenti antinfiammatori

Le supposte antinfiammatorie sono spesso utilizzate nel trattamento delle malattie. In ginecologia, sono noti molti farmaci con un effetto simile. Sono utilizzati da quella che viene comunemente chiamata "infiammazione femminile".

Il principale tipo di sostanze utilizzate nel trattamento dell'infiammazione di natura ginecologica sono i farmaci antinfiammatori non steroidei. Il loro scopo è quello di eliminare i segni di infiammazione: dolore e gonfiore. Da un punto di vista biochimico, il meccanismo dei farmaci antinfiammatori si basa sul blocco della sintesi delle prostaglandine. Questi possono essere componenti come diclofenac, ittiolo o indometacina. In alcuni casi, il medico può prescrivere anche supposte con farmaci antinfiammatori steroidei come il prednisone..

Componenti vegetali

I componenti naturali sono spesso utilizzati anche in supposte antinfiammatorie rettali e vaginali. Le candele sulle erbe possono includere estratti di camomilla, salvia, belladonna, calendula, conifere, burro di cacao, eucalipto. Le candele contenenti olio di olivello spinoso hanno guadagnato grande popolarità. Queste supposte possono essere utilizzate nell'infanzia e nella vecchiaia, durante la gravidanza e l'allattamento.

Caratteristiche dell'uso di supposte in varie malattie

Considera brevemente le principali malattie e supposte ginecologiche utilizzate nel loro trattamento. In alcuni casi, l'uso di supposte è il principale metodo di terapia, in altri casi - secondario. Inoltre, in alcuni casi, le supposte vaginali sono più efficaci, in altri - rettale.

Vaginite

La malattia è l'infiammazione della mucosa vaginale. In realtà, questa non è una malattia, ma un intero gruppo di malattie che possono essere causate da funghi e batteri - gonococchi, clamidia, ecc. Meno comunemente, i virus agiscono come agenti patogeni. Di conseguenza, le supposte per il trattamento della colpite possono contenere vari agenti antibatterici, ad esempio metronidazolo, clorexidina, farmaci antifungini o antiprotozoari.

Colpite aspecifica

Questo è il nome di colpite causata da agenti patogeni che erano tra la microflora della vagina prima dell'inizio della malattia e non sono stati introdotti da qualche parte all'esterno..

Nella maggior parte dei casi, la colpite non specifica è causata da streptococchi e stafilococchi. Si trovano anche forme polimicrobiche della malattia..

Il trattamento principale per colpite non specifica è il lavaggio con soluzioni di farmaci disinfettanti, compresi quelli a base di erbe: clorexidina, permanganato di potassio, decotti di camomilla, salvia, melissa. E l'uso di supposte vaginali può essere un adiuvante.

I seguenti farmaci sono i più popolari:

  • Terzhinan
  • Polygynax
  • Mykozhinaks
  • Hexicon
  • Meratin Combi
  • Betadine
Terzhinan Supposte antinfiammatorie con effetti antibatterici e antifungini. Il componente antinfiammatorio è il prednisone. Il ternidazolo e la neomicina sono usati come antibiotici, la nistatina è usata come antifungino..

Indicazioni: per vaginite infettiva - fungina, non specifica, trichomonas, mista.

Controindicazioni: età fino a 16 anni, intolleranza individuale ai componenti.

Applicazione: prima dell'uso, tenere la candela in acqua per mezzo minuto. Una candela viene utilizzata una volta al giorno, il corso del trattamento è di 10 giorni. È meglio accendere una candela la sera.

Betadine

Il principale ingrediente attivo nelle supposte è lo iodio povidone. Questo farmaco è una combinazione di iodio con una concentrazione di iodio dell'1% e polivinilpirroliddone. Lo iodio povidone ha pronunciate proprietà antisettiche e non irrita le mucose.

Forma di rilascio: candele sotto forma di un siluro di colore marrone.

Indicazioni: trattamento della vaginite acuta o cronica (specifica o non specifica), herpes genitale, prevenzione delle infezioni durante manipolazioni ginecologiche.

Controindicazioni: patologia tiroidea (ipertiroidismo, adenoma), età fino a un anno, dermatite erpetiforme Dühring, somministrazione simultanea di iodio radioattivo. Durante la gravidanza, il farmaco può essere prescritto solo da un medico.

Effetti collaterali: tireotossicosi, disbiosi vaginale.

Applicazione: le infezioni vaginali acute vengono trattate con due supposte al giorno. Il corso della terapia è di una settimana. Nelle malattie croniche viene utilizzata una supposta al giorno e la durata del trattamento è di 2 settimane. Prima dell'introduzione, la candela deve essere inumidita con acqua. Il trattamento non deve essere interrotto durante le mestruazioni.

Colpite da candidosi

Questa malattia è causata da funghi Candida che popolano la superficie della vagina. La stessa malattia non rappresenta un grande pericolo, tuttavia, non vale la pena gestirla comunque.

Per il trattamento della candidosi, vengono utilizzate solo supposte con componenti antifungini. I farmaci antibatterici in questo caso non funzioneranno..

Tra le supposte popolari utilizzate nel trattamento della colpite candidale, vale la pena notare:

  • ketoconazolo,
  • itraconazolo,
  • Nistatina.
ketoconazolo

Supposte destinate al trattamento della vaginite causata da un'infezione fungina. Il principale ingrediente attivo è il ketoconazolo. La candela contiene anche gliceridi semisintetici..

Forma di dosaggio: Il farmaco è disponibile sotto forma di supposte vaginali con 200 mg di sostanza attiva.

Controindicazioni: primo trimestre di gravidanza, età fino a 12 anni. Nel 2 ° e 3 ° trimestre di gravidanza, durante l'allattamento, al di sotto dei 18 anni, le candele vengono utilizzate con cautela.

Indicazioni: per il trattamento della candidosi vaginale acuta o cronica, per la prevenzione della candidosi durante un ciclo di trattamento con farmaci antibatterici.

Applicazione: viene utilizzata una candela al giorno. Nella candidosi acuta, il corso del trattamento è di 3-5 giorni, a seconda della gravità della malattia, in cronico - 10 giorni. Le candele vengono introdotte in posizione sdraiata.

Gardnerellosis

Questo è un tipo di colpite causata da un tipo speciale di batteri - gardnerella. Pertanto, lo scopo principale delle supposte utilizzate in questa malattia è la distruzione di questi batteri. Le candele vengono inserite direttamente nella cavità della vagina.

Le supposte più popolari per colpite causata da gardnerella:

  • Mcmirror,
  • Terzhinan,
  • Supposte con metronidazolo.

Cistite

La cistite è un'infiammazione della vescica, una malattia caratterizzata da sintomi spiacevoli e dolorosi per una donna. I sintomi della cistite comprendono bruciore e dolore durante la minzione e minzione rapida.

La terapia antinfiammatoria per la cistite può includere l'uso di supposte vaginali. Le supposte dalla cistite hanno effetti analgesici, decongestionanti, antibatterici e antinfiammatori. Con la cistite vengono spesso utilizzate supposte Palin e supposte con sintomicina..

Le candele con componenti vegetali sono efficaci anche per la cistite: camomilla, belladonna, corteccia di quercia, celidonia. Di norma, vengono prescritti se la malattia non è ancora entrata in una fase grave.

Palin

Il principale componente attivo delle supposte è l'acido pipemidico. Questo è un antibiotico appartenente al gruppo dei chinolone. Non attivo contro i microrganismi anaerobici. Ogni candela contiene 200 mg di sostanza..

Indicazioni per l'uso: trattamento di uretrite, cistite, pielonefrite. Prevenzione delle infezioni in operazioni ginecologiche.

Controindicazioni: malattie del sistema nervoso, porfiria, gravi danni al fegato e ai reni, gravidanza, allattamento, età fino a 14 anni.

Applicazione: una candela al giorno la sera. Il corso del trattamento è di 10 giorni. Si consiglia di utilizzare candele insieme alle compresse di Palina.

annessite

L'annessite o l'infiammazione delle appendici è una malattia ginecologica comune. Molto spesso causato da ipotermia e cause non infettive. La malattia è caratterizzata da attacchi di dolore: doloranti, opachi o taglienti. La malattia è spesso accompagnata da febbre, debolezza, mancanza di appetito, che indica un'intossicazione generale del corpo.

Per il trattamento di questa malattia, vengono utilizzate più spesso supposte rettali piuttosto che vaginali. Il fatto è che è più facile per gli ingredienti attivi entrare nel flusso sanguigno dal retto nell'area pelvica e raggiungere le appendici piuttosto che dalla vagina. Molto spesso, con questa malattia, vengono utilizzate supposte antinfiammatorie e supposte con effetto analgesico..

Quali candele sono consigliate per l'infiammazione delle appendici? Ecco un elenco di candele che sono spesso prescritte per annessite:

  • Candele rettali con belladonna,
  • Fluomizine,
  • indometacina,
  • diclofenac,
  • Meratin Combi,
  • Mykozhinaks.
indometacina

Supposte antinfiammatorie. Disponibile in forma rettale, ma può essere utilizzato anche per la somministrazione vaginale. Contiene 50 o 100 mg della stessa sostanza attiva. Con le malattie ginecologiche, vengono utilizzate come farmaco ausiliario.

Indicazioni: processi infettivi e infiammatori con annessite e cistite.

Controindicazioni: gravidanza, allattamento, morbo di Crohn, grave insufficienza renale ed epatica, sanguinamento, età fino a 14 anni.

Applicazione: le supposte vengono iniettate nella vagina in posizione supina. Le candele da 50 mg possono essere utilizzate fino a tre volte al giorno e le candele da 100 mg - non più di una volta al giorno. Il corso del trattamento è di solito 2 settimane, ma può essere più breve, a seconda della gravità della malattia..

Erosione cervicale

L'erosione cervicale è una malattia grave che può essere trattata solo con un metodo chirurgico o minimamente invasivo (utilizzando metodi elettrici, chimici e laser). Le supposte da sole non possono curarla. Tuttavia, le supposte possono essere utilizzate come adiuvanti per facilitare la guarigione dei tessuti e prevenire le infezioni. Possono essere prescritti sia prima che dopo l'intervento chirurgico.

Supposte popolari utilizzate nel trattamento dell'erosione cervicale:

  • Depanthol,
  • Hexicon,
  • Polygynax.
Depanthol

Supposte antimicrobiche e antinfiammatorie. Una supposta vaginale contiene 100 mg di dexpantenolo - un analogo della vitamina B5 e 16 mg di clorexidina - un agente antibatterico ad ampio spettro.

Forma di rilascio: candele a forma di siluro di colore bianco, grigio o giallo.

Indicazioni: erosione cervicale, endocervite ed esocervite, vaginite acuta e cronica, terapia aggiuntiva per operazioni di criodistruzione e distruzione laser.

Applicazione: il metodo standard di applicazione è di due candele al giorno. La durata del trattamento è di 10 giorni, se necessario, può essere raddoppiata. Il farmaco può essere usato durante le mestruazioni.

dysbacteriosis

Il trattamento antibiotico, indipendentemente da come viene effettuato, sia sotto forma di assunzione di pillole, sia sotto forma di uso di agenti antibatterici locali, è solitamente accompagnato dall'inibizione della microflora benefica. Questo vale, in particolare, la microflora, che popola la superficie della vagina.

Per eliminare questo problema, sono previste supposte con componenti probiotiche. Contengono i batteri necessari che potrebbero popolare rapidamente la mucosa vaginale e ripristinarne la microflora protettiva.

Le supposte più popolari per il trattamento della disbiosi batterica:

  • Acylact,
  • Bifidumbacterin,
  • Vagilac.
Acylact

Le candele contengono 4 tipi di batteri, tra cui i lattobacilli. Questi microrganismi popolano la superficie della mucosa e contribuiscono allo spostamento della microflora patogena.

Indicazioni: disbiosi vaginale, profilassi della disbiosi antibiotica, colpite atrofica. Inoltre, le candele vengono utilizzate come mezzo per preparare i genitali alla nascita o alla chirurgia ginecologica imminente.

Controindicazioni: infiammazione acuta ed erosiva della vagina.

Applicazione: le candele vengono somministrate prima di coricarsi. Il dosaggio standard è di una supposta al giorno, la durata del corso è di 10 giorni. Con la terapia antibiotica, è meglio iniziare l'uso di supposte 4-5 giorni dopo l'inizio dell'assunzione di antibiotici.

Endometrite ed endometriosi

L'endometrite è una malattia causata dall'infiammazione di uno speciale strato epiteliale uterino - l'endometrio. La malattia può verificarsi spesso dopo taglio cesareo e aborto. Con esso, si può osservare un aumento della temperatura.

L'endometriosi è una malattia causata da un'anomala proliferazione dell'endometrio. L'eziologia della malattia non è chiara.

Con queste malattie, le supposte vaginali antinfiammatorie non sono il principale metodo di trattamento. Ciò è dovuto al fatto che con loro è frequente un forte sanguinamento mestruale e intermestruale, che elimina le sostanze terapeutiche dalla cavità vaginale. Tuttavia, il medico può prescrivere supposte per endometriosi semplice, quando la malattia non ha ancora raggiunto uno stadio serio..

Con sanguinamento grave, possono essere utilizzate supposte rettali. Il loro compito principale è fermare l'infiammazione e il dolore..

Molto spesso con endometriosi, vengono utilizzate supposte Voltaren (il principio attivo diclofenac), Polygynax e Indometacina. Supposte omeopatiche per donne L'endometrina con componenti a base di erbe è anche molto popolare con endometrite ed endometriosi..

Endometrine

Supposte contenenti ingredienti a base di erbe - oli di olivello spinoso, cacao e calendula, estratti di olio omeopatico, essenze di assenzio e vischio.

Indicazioni: endometriosi, irregolarità ormonali e mestruali, aderenze e infiammazione genitale.

Applicazione: viene utilizzata una supposta al giorno (prima di coricarsi). Durata del trattamento - 1-2 mesi.

Metodo di utilizzo delle supposte

Per utilizzare correttamente la supposta, è necessario seguire le istruzioni di cui è dotato qualsiasi farmaco. Tuttavia, ci sono regole generali per la loro applicazione..

Nella maggior parte dei casi, le supposte antinfiammatorie sono meglio somministrate la sera, prima di coricarsi. Prima della procedura, dovresti fare una doccia o fare un lavaggio. Va ricordato che in molti casi l'abbandono abbondante dei genitali può ridurre l'effetto dei farmaci. Se si intende introdurre una supposta rettale, è necessario prima svuotare l'intestino. A questo scopo, puoi usare un clistere.

Anche le mani durante questa procedura devono essere pulite, si consiglia di lavarle con sapone o risciacquare con un antisettico.

Eventuali candele devono essere introdotte sdraiati sulla schiena. La supposta deve essere completamente inserita nella cavità del retto o della vagina. Dopo la somministrazione, è necessario sdraiarsi per circa 15 minuti per dare alla candela il tempo di dissolversi.

Alcune candele devono essere inumidite con acqua prima della somministrazione. Questa domanda è meglio chiarita nelle istruzioni per il farmaco..

Insieme all'introduzione di supposte, non utilizzare assorbenti o tamponi. L'ingresso alla vagina dovrebbe essere completamente aperto in modo che non vi siano ostacoli all'uscita delle secrezioni.

Non è raccomandato l'uso di supposte vaginali durante le mestruazioni (sebbene alcuni farmaci lo consentano). Va anche notato che l'automedicazione con l'aiuto di supposte è inaccettabile. Il fatto è che molte candele hanno controindicazioni per alcune malattie concomitanti e il loro uso può solo fare del male. Inoltre, non tutte le supposte possono essere utilizzate durante la gravidanza e durante l'infanzia.

Uso di supposte durante la gravidanza

La selezione di supposte adatte durante la gravidanza non è un compito facile. Cosa è meglio usare in questo caso, può solo dire a un ginecologo. In effetti, molti antibiotici contenuti nelle supposte sono in grado di penetrare nella barriera placentare e possono anche essere pericolosi per la salute delle donne in questo periodo. Tuttavia, alcuni farmaci, in particolare quelli di origine naturale, sono ammessi durante la gravidanza..

Ad esempio, durante la gravidanza, puoi usare candele a base di latte d'api. Queste candele hanno un effetto curativo e proteggono gli organi femminili dalla penetrazione delle infezioni. Possono essere utilizzati nel periodo di recupero dopo il parto. Anche le candele all'olio di olivello spinoso sono popolari..