Principale / Igiene

I migliori farmaci per la menopausa: una revisione degli agenti efficaci

L'inizio della menopausa nelle donne dopo 50 anni è un inevitabile processo fisiologico. Tuttavia, molti rappresentanti del sesso più debole notano un significativo deterioramento delle loro condizioni generali durante questo periodo, che influenza la loro qualità di vita e capacità lavorativa. Le vampate di calore, l'irritabilità, i disturbi del sonno possono essere corretti. A tal fine, l'industria farmaceutica offre vari farmaci per la menopausa, che aiutano a normalizzare lo sfondo ormonale, alleviare i sintomi e ripristinare la regolazione delle funzioni autonome.

La riduzione degli estrogeni nel sangue può essere compensata usando la terapia sostitutiva. Dosaggi di farmaci correttamente selezionati possono eliminare la depressione, le anomalie vasomotorie, ritardare la comparsa di angina pectoris e altri disturbi che causano l'invecchiamento del corpo. Per fare questo, ci sono una serie di farmaci contenenti estrogeni e progesterone, che sono sintetizzati in laboratorio o ottenuti per isolamento dai tessuti animali.

Si consiglia di selezionare il dosaggio minimo in ciascun caso, poiché la terapia ormonale sostitutiva (TOS) con uso prolungato aumenta il rischio di sviluppare il cancro al seno e aumenta la probabilità di trombosi postmenopausale.

A volte durante l'uso di medicinali, si notano effetti collaterali, come:

  • mal di testa;
  • nausea;
  • ingorgo mammario;
  • ritenzione idrica e gonfiore;
  • sanguinamento uterino.

Le indicazioni per l'uso della TOS sono le seguenti:

  • rimozione dell'utero;
  • menopausa precoce (fino a 40 anni);
  • espresso violazioni associate all'estinzione della funzione sessuale (aterosclerosi, ovaio policistico, incontinenza urinaria);
  • complicanze della menopausa.

Gli ormoni sono prescritti solo se non sono trascorsi più di 10 anni dopo l'inizio della menopausa.

I farmaci ormonali aiutano a risolvere i seguenti problemi:

  • migliora la tua condizione e il tuo umore;
  • alleviare la depressione e l'ansia;
  • ripristinare il sonno e la memoria;
  • prevenire la lisciviazione del calcio dalle ossa;
  • prevenire l'infiammazione delle gengive (malattia parodontale);
  • ripristinare lo strato interno dell'utero;
  • eliminare la secchezza nella vagina;
  • aumentare la produzione di collagene nella pelle;
  • normalizzare i processi metabolici e il colesterolo a bassa densità nel sangue.

Tutti i fondi per la TOS sono suddivisi nella loro composizione. Le monopreparazioni contenenti solo estrogeni sono spesso prodotte sotto forma di unguenti e gel. Di questi, i più efficaci sono:

  1. 1. Divigel. Il principio attivo è l'estradiolo. Viene applicato sulla pelle pre-pulita dell'addome una volta al giorno. Disponibile in sacchetti speciali per un corretto dosaggio..
  2. 2. Estrogel. Ha estradiolo emiidrato, che è pienamente coerente nella struttura con l'ormone prodotto nel corpo di una donna. Disponibile in una bottiglia o un tubo con un distributore speciale.
  3. 3. Proginova. Contiene estradiolo valeriate. Modulo di rilascio - dragees, che dovrebbero essere presi una volta al giorno alla stessa ora.
  4. 4. Klimara. Disponibile sotto forma di cerotto transdermico con rilascio giornaliero di una certa dose per mantenere costantemente un normale livello ormonale in menopausa.

Gel e unguenti hanno un vantaggio rispetto ad altre forme, perché con il loro aiuto il principio attivo viene facilmente dosato, penetra lentamente e non passa attraverso gli organi digestivi. La patch è particolarmente comoda da usare, che dovrebbe essere cambiata ogni sette giorni..

Esperti moderni in alcuni casi offrono a una donna impianti medicinali che vengono suturati sotto la pelle e che possono a lungo avere un effetto positivo sullo sfondo ormonale.

Se il trattamento viene effettuato solo con estrogeni, possono verificarsi più effetti collaterali, quindi si consiglia di combinare questi composti con farmaci progesterone (progestinici), che vengono assunti in determinati giorni del ciclo. Al momento, ci sono molti strumenti efficaci in questa serie:

  1. 1. Dufaston. Il principio attivo è il diidrosterone. Si tratta di compresse rivestite che sono ben tollerate dai pazienti e penetrano rapidamente nel flusso sanguigno..
  2. 2. Mattina. Include capsule di progesterone micronizzato naturale.
  3. 3. Norkolut. Include noretisterone ed è disponibile in forma di compresse..
  4. 4. Progestogel. Gel topico al progesterone micronizzato.

Attualmente, gli esperti raccomandano l'uso della spirale Mirena, che agisce non solo come contraccettivo, ma rilascia anche quotidianamente una quantità predeterminata di progesterone nella cavità uterina.

I preparativi di una nuova generazione, che combinano estrogeno e progesterone, sono molto popolari. Sono convenienti da usare e non causano effetti collaterali, come mezzo con un principio attivo. Di seguito è riportato un elenco dei migliori medicinali:

  1. 1. Angelica. Contiene drospirenone ed estradiolo emiidrato. Disponibile in compresse.
  2. 2. Femoston (diidrosterone con estradiolo) - compresse nel guscio.
  3. 3. Divina. Compresse contenenti estradiolo valerato e medrossiprogesterone acetato.

I fondi di cui sopra sono disponibili in blister, dove ogni compressa è numerata nei giorni di un ciclo. Dopo 21 giorni di ammissione, è richiesta una pausa di 7 giorni.

La terapia sostitutiva richiede un approccio competente e individuale, quindi solo un medico ginecologico dovrebbe selezionare i fondi. Prima di un appuntamento, una donna deve sottoporsi a test per i livelli ormonali. La durata del trattamento può variare da un anno a diversi anni. All'età di 60 anni, la terapia viene interrotta a causa dell'elevato rischio di tumori..

Dovresti assumere il farmaco alla stessa ora del giorno, non puoi modificare tu stesso il dosaggio o il nome del farmaco. La terapia non è adatta per l'uso permanente. Un ginecologo dovrebbe essere visitato durante questo periodo almeno una volta ogni 6 mesi.

Esistono alcune controindicazioni all'uso di farmaci ormonali sostitutivi. Non puoi prenderli nelle seguenti condizioni:

  • gravidanza;
  • forma acuta di epatite;
  • malattie con un aumentato rischio di coaguli di sangue;
  • tumori del sistema riproduttivo e del seno;
  • la presenza nel presente o nel passato di carcinoma mammario;
  • endometriosi con sospetta degenerazione oncologica;
  • compromissione della funzionalità epatica con sviluppo di insufficienza;
  • porfiria;
  • tumore cerebrale.

Con mioma, endometriosi, formazione di calcoli biliari, ipertrigliceridemia ereditaria, controindicazioni sono considerate relative. Tuttavia, il trattamento delle donne con tali malattie richiede un rigoroso monitoraggio delle loro condizioni.

Poiché l'assunzione di ormoni non è adatta a tutti e l'opinione degli esperti circa il loro uso è ancora ambigua, esiste un'opportunità per scegliere un medicinale senza estrogeni e progesterone. Esistono molti di questi farmaci, e i migliori sono molto richiesti, poiché aiutano davvero ad eliminare i sintomi negativi durante la menopausa..

I preparati omeopatici sono piuttosto popolari, che a dosi minime ti consentono di influenzare i processi naturali nel corpo. Aiutano con iperidrosi (sudorazione), vertigini, secchezza della mucosa vaginale, diminuzione dell'umore, aumento di peso, riduzione della gravità delle vampate di calore. I fondi possono essere facilmente acquistati in farmacia, praticamente non causano azioni negative e il prezzo è abbastanza conveniente.

Elenco dei medicinali omeopatici:

  • Rémens. Disponibile in gocce o compresse per riassorbimento sotto la lingua. Comprende componenti come: cimicifuga, sanguinaria, pilocarpus, estratto di ghiandola di seppia, veleno di serpente. Aiuta ad alleviare anche i sintomi della menopausa estremamente gravi.
  • Climact Hel. Ha molti componenti, tra cui: sanguinaria, lahezis, seppia e zolfo. Disponibile in compresse per riassorbimento nella cavità orale.
  • Climaxan. Contiene seppia, lahezis, tsimitsifugu, apis. Aiuta a ripristinare il sistema nervoso autonomo, ha un effetto calmante.

Di solito, le microdosi di sostanze attive contenute nei medicinali omeopatici sono ben tollerate dai pazienti. In rari casi, può verificarsi una reazione negativa con intolleranza individuale ai componenti costituenti.

I supplementi per la menopausa hanno le seguenti azioni:

  • compensare la mancanza di vitamine, minerali e altre sostanze utili;
  • calmare il sistema nervoso e ripristinare il sonno normale;
  • rallentare l'invecchiamento, migliorare la condizione della pelle e dei capelli;
  • normalizzare lo sfondo ormonale;
  • minimizzare il disagio durante manifestazioni di vampate di calore, calore, sudorazione.

Esempi degli integratori alimentari più efficaci sono:

  1. 1. Estrovel. Contiene un estratto di semi di soia, rizomi di dioscorea, grani di griffonia, frutti di Vitex, complesso vitaminico e minerale. Disponibile in capsule o compresse per somministrazione orale.
  2. 2. Il femminile. Come principio attivo ha estratto di trifoglio, venduto in capsule.
  3. 3. Mens. Contiene un complesso di vitamine, flavonoidi e beta-alanina. È usato come integratore alimentare, reintegra l'apporto di nutrienti di cui il corpo ha bisogno durante l'adeguamento ormonale durante la menopausa.

I suddetti farmaci non ormonali possono essere utilizzati da donne di età superiore ai 60 anni, fatta salva la normale tolleranza dei loro componenti. Prendi i medicinali seguendo le istruzioni del medico e seguendo le istruzioni allegate.

I farmaci con menopausa di origine vegetale possono sostituire con successo la terapia ormonale. Il miglioramento delle condizioni delle donne è dovuto alla presenza di fitoestrogeni che contengono. I seguenti farmaci sono più popolari tra pazienti e medici:

  1. 1. Klimadinon. Contiene estratto di rizoma di tsimitsifugi, disponibile in compresse per uso interno. Aiuta ad affrontare i cambiamenti dell'umore, i disturbi autonomici e vascolari, normalizza il sonno, ha un lieve effetto sedativo.
  2. 2. Cliophyte. Contiene rosa canina, semi di cedro, frutti di biancospino, coriandolo, anice, radice di liquirizia, fiori di calendula, eleuterococco, coni di luppolo, chaga, menta, fireweed, camomilla, semi di cumino, achillea, spago e piantaggine. Come eccipienti vengono utilizzati miele, zucchero, acqua e alcool medico..

Un gran numero di componenti vegetali fornisce la normalizzazione del sistema nervoso, calma i nervi e migliora le condizioni generali.

Esistono altri farmaci non ormonali con la menopausa che aiutano ad alleviare le sue manifestazioni patologiche:

  1. 1. Klimalanin (analogo - Qi-Klim Alanin). La composizione delle compresse è un amminoacido - beta-alanina, che ha la capacità di eliminare le manifestazioni di vampate di calore (sudorazione grave e sensazione di calore). Ciò è dovuto alla vasodilatazione locale e al ripristino dei neurotrasmettitori responsabili della termoregolazione centrale.
  2. 2. Sagenite. Il suo principio attivo ha un effetto gonadotropico sulla ghiandola pituitaria, ma non produce un effetto estrogeno sugli organi bersaglio.

Per il corretto trattamento dei problemi della menopausa, non è necessario scegliere farmaci da soli o acquistare farmaci su consiglio di altri. Ogni donna ha reazioni individuali, quindi se hai problemi di benessere, devi contattare solo uno specialista. Dopo l'esame, consiglierà quale farmaco aiuta meglio con la menopausa in un caso particolare..

Terapia ormonale sostitutiva per la menopausa: pro e contro

Con l'ulteriore progresso del capitalismo sviluppato in Russia, una donna si trova sempre più di fronte alla necessità di mantenere un aspetto attraente e un'attività sessuale fino alla tomba.

È noto da tempo che dall'inizio della menopausa, il livello di estrogeni che fornisce:

  • non solo fertilità,
  • ma anche uno stato accettabile di cardiovascolare,
  • sistemi muscoloscheletrici,
  • pelle e sue appendici,
  • mucose e denti

L'unica speranza di una donna anziana circa trenta anni fa era uno strato grasso, a causa del quale l'ultimo estrogeno - estrone - si formava attraverso il metabolismo attraverso gli steroidi degli androgeni. Tuttavia, la moda in rapido mutamento ha portato sulle passerelle, e poi per le strade, una popolazione di donne snelle, che ricordano più la parodia e l'ingegneria delle pipi, rispetto alle madri-eroine e alle donne che lavorano scioccanti.

Alla ricerca di una figura snella, le donne in qualche modo si sono dimenticate di ciò che un infarto a cinquant'anni e l'osteoporosi a settant'anni. Fortunatamente, i ginecologi con le ultime conquiste dell'industria farmaceutica nel campo della terapia ormonale sostitutiva si sono adoperati per aiutare i compatrioti frivoli. Intorno all'inizio degli anni novanta, quest'area, all'incrocio tra ginecologia ed endocrinologia, era considerata una panacea per tutte le disgrazie delle donne, a partire dalla prima menopausa, per finire con le fratture del collo femorale.

Tuttavia, anche all'alba della divulgazione degli ormoni al fine di mantenere una donna in fiore, sono state fatte forti richieste non per prescrivere farmaci indiscriminatamente, ma per fare un campione accettabile, separando le donne con alti rischi di oncologia ginecologica e proteggendole dal rischio.

Da qui la morale: ogni verdura ha il suo tempo

Invecchiamento - sebbene naturale, ma non è affatto l'episodio più piacevole della vita di ogni persona. Apporta tali cambiamenti che non sempre mettono la donna in modo positivo e spesso al contrario. Pertanto, con la menopausa, spesso è necessario assumere farmaci e farmaci.

Un'altra domanda è quanto saranno sicuri ed efficaci. Mantenere esattamente un equilibrio tra questi due parametri è il problema più grande della moderna industria farmaceutica e della medicina pratica: né sparare un passero da una pistola, né inseguire un elefante con una pantofola è poco pratico, e talvolta persino molto dannoso.

La terapia ormonale sostitutiva nelle donne di oggi è valutata e prescritta in modo molto ambiguo:

  • Solo nelle donne senza rischio di carcinoma mammario, ovarico, endometriale.
  • Se ci sono rischi, ma non sono stati notati, lo sviluppo del carcinoma mammario o ovarico sarà altamente probabile, specialmente se c'è uno stadio zero di questi tumori.
  • Solo nelle donne con un rischio minimo di complicanze trombotiche, quindi è meglio nei non fumatori con un indice di massa corporea normale.
  • È meglio iniziare nei primi dieci anni dall'ultima mestruazione e non iniziare nelle donne di età superiore ai 60 anni. Almeno, l'efficacia nelle donne più giovani è molto più elevata.
  • Principalmente cerotti da una combinazione di una piccola dose di estradiolo con progesterone micronizzato.
  • Per ridurre l'atrofia vaginale, è possibile utilizzare supposte locali con estrogeni..
  • I benefici nelle aree principali (osteoporosi, alterazioni ischemiche del miocardio) non possono resistere alla concorrenza con farmaci più sicuri o non abbastanza, per dirla in modo lieve, provato.
  • Quasi tutti gli studi in corso presentano alcuni errori che ci impediscono di trarre conclusioni inequivocabili sulla predominanza dei benefici della terapia sostitutiva rispetto ai suoi rischi..
  • Qualsiasi prescrizione di terapia deve essere rigorosamente individuale e tenere conto delle specificità della situazione di una particolare donna, per la quale è necessario non solo esaminare prima di prescrivere farmaci, ma anche l'attuale follow-up per l'intero trattamento.
  • Non sono stati condotti studi randomizzati nazionali con le proprie conclusioni; le raccomandazioni nazionali si basano su raccomandazioni internazionali.

Più lontano nella foresta, più legna da ardere. Con l'accumulo di esperienza clinica nell'uso pratico degli ormoni sostitutivi, è diventato chiaro che le donne con inizialmente bassi rischi di cancro al seno o mucosa uterina non sono sempre sicure, prendendo alcune categorie di "compresse di eterna giovinezza".

Qual è la situazione oggi, e dalla parte di chi è la verità: aderenti agli ormoni o ai loro avversari, proviamo a capirlo qui e ora.

Ormoni combinati

In menopausa, agenti ormonali combinati ed estrogeni puri possono essere prescritti come terapia ormonale sostitutiva. Quale farmaco sarà raccomandato dal medico dipende da molti fattori. Questi includono:

  • età del paziente,
  • controindicazioni,
  • massa corporea,
  • gravità della menopausa,
  • concomitante patologia extragenitale.

Climonorm

In una confezione del farmaco contiene 21 compresse. Le prime 9 compresse di colore giallo contengono un componente estrogeno - estradiolo valerato in un dosaggio di 2 mg. Le restanti 12 compresse sono marroni e includono estradiolo valerato in una quantità di 2 mg e levonorgestrel in un dosaggio di 150 mcg.

L'agente ormonale deve essere assunto 1 compressa al giorno per 3 settimane, dopo la fine del pacchetto, deve essere effettuata una pausa di 7 giorni durante la quale inizia una scarica mestruale. Nel caso di un ciclo mestruale salvato, le compresse vengono prese dal 5 ° giorno, con mestruazioni irregolari - in qualsiasi giorno ad eccezione della gravidanza.

La componente estrogenica elimina i sintomi psicoemotivi e autonomi negativi. Spesso si verificano: disturbi del sonno, iperidrosi, vampate di calore, vagina secca, labilità emotiva e altri. La componente progestazionale previene l'insorgenza di processi iperplastici e carcinoma endometriale.

Professionisti:Lati negativi:
  • prezzo conveniente 730-800 rubli;
  • eliminazione dei sintomi della menopausa;
  • mancanza di influenza sul peso;
  • normalizzazione dello stato emotivo.
  • la probabilità di sanguinamento intermestruale;
  • la necessità di un uso quotidiano del farmaco;
  • la comparsa di dolore nelle ghiandole mammarie;
  • la comparsa di acne (in alcuni pazienti).

Femoston 2/10

Questo farmaco è disponibile come Femoston 1/5, Femoston 1/10 e Femoston 2/10. I tipi di fondi elencati differiscono nel contenuto di estrogeni e componenti gestagenici. In Femosten 2/10 contiene 14 compresse rosa e 14 compresse gialle (in totale nella confezione da 28 pezzi).

Le compresse rosa contengono solo il componente estrogeno sotto forma di estradiolo emiidrato in una quantità di 2 mg. Le compresse gialle sono composte da 2 mg di estradiolo e 10 mg di dydrogesterone. Femoston deve essere assunto ogni giorno per 4 settimane, senza una pausa. Al termine dell'imballaggio, è necessario iniziare un nuovo.

Professionisti:Lati negativi:
  • prezzo abbordabile di 900-1000 rubli;
  • sollievo da vampate di calore, sudorazione e altri fenomeni della menopausa;
  • buona tolleranza;
  • non richiede una pausa di 7 giorni.
  • vendita di prescrizione;
  • la probabilità di dimissione intermestruale e mestruazioni pesanti;
  • la comparsa di mal di testa e dolori simili all'emicrania;
  • aumento di peso.

Angelique

Il blister contiene 28 compresse. La composizione di ogni compressa comprende componenti di estrogeni e gestagen. Il componente estrogeno è rappresentato dall'estradiolo emiidrato in una dose di 1 mg, il componente progestinico è rappresentato dal drospirenone in una quantità di 2 mg. Le compresse devono essere assunte quotidianamente, senza osservare una pausa settimanale. Dopo la fine dell'imballaggio, inizia il successivo.

Professionisti:Lati negativi:
  • non c'è bisogno di una pausa di 7 giorni;
  • buona tolleranza;
  • mancanza di effetto sul peso corporeo;
  • eliminazione della menopausa.
  • congedo di prescrizione;
  • la comparsa di indolenzimento e ingorgo delle ghiandole mammarie;
  • la probabilità di sanguinamento uterino rivoluzionario;
  • prezzo abbastanza alto 1300-1500 rubli.

Pausogest

Il blister contiene 28 compresse, ciascuna contenente estradiolo in una quantità di 2 mg e noretisterone acetato in una dose di 1 mg. Le compresse iniziano a bere dal 5 ° giorno del ciclo con le mestruazioni rimanenti e in qualsiasi giorno con periodi irregolari. Il farmaco viene assunto continuamente, senza osservare una pausa di 7 giorni.

Professionisti:Lati negativi:
  • alta efficienza - elimina la menopausa;
  • non c'è bisogno di una pausa di 7 giorni;
  • prevenzione dello sviluppo dell'iperplasia endometriale;
  • prevenzione dell'osteoporosi.
  • congedo di prescrizione;
  • ingorgo e tenerezza delle ghiandole mammarie;
  • alto prezzo;
  • raramente nelle farmacie;
  • la comparsa di sanguinamento uterino rivoluzionario.

Cyclo-Proginova

Il blister contiene 21 compresse. Le prime 11 compresse bianche contengono solo il componente estrogeno - estradiolo valerato in un dosaggio di 2 mg. Le seguenti 10 compresse marrone chiaro sono composte da estrogeni e componenti progestinici: estradiolo in quantità di 2 mg e norgestrel in un dosaggio di 0,15 mg. Cyclo-Proginov deve essere assunto ogni giorno per 3 settimane. Quindi è necessario osservare una pausa di una settimana durante la quale inizia il sanguinamento mestruale.

Professionisti:Lati negativi:
  • efficacia nell'eliminazione dei sintomi della menopausa;
  • rapida normalizzazione del ciclo;
  • prezzo conveniente 830-950 rubli;
  • recupero della libido;
  • scomparsa del mal di testa.
  • la necessità di assumere quotidianamente (un effetto positivo solo durante l'assunzione del medicinale);
  • flatulenza;
  • rigonfiamento;
  • tenerezza e ingorgo delle ghiandole mammarie;
  • vendita di prescrizione.

Farmaci contenenti estrogeni

Divigel

Il medicinale è disponibile sotto forma di un gel con concentrazione dello 0,1%, che viene utilizzato per uso esterno. Una confezione di Divigel contiene estradiolo emiidrato in una quantità di 0,5 mg o 1 mg. Il farmaco deve essere applicato sulla pelle pulita una volta al giorno. Luoghi consigliati per lo sfregamento del gel:

  • all'ipogastrio,
  • piccolo della schiena,
  • spalle, avambracci,
  • natiche.

L'area di applicazione del gel deve essere compresa tra 1 e 2 palme. Cambio giornaliero raccomandato della pelle per lo sfregamento di Divigel. Non è consentita l'applicazione del farmaco sulla pelle del viso, delle ghiandole mammarie, delle labbra e delle aree irritate.

Professionisti:Lati negativi:
  • semplicità e facilità d'uso;
  • prezzo abbordabile di 600-800 rubli;
  • normalizzazione delle condizioni generali (sollievo della menopausa);
  • normalizzazione del ciclo.
  • la probabilità di effetti collaterali (nausea, flatulenza);
  • la possibilità di sviluppare reazioni allergiche;
  • la necessità di ricordare il luogo di applicazione del gel;
  • pelle secca con uso regolare.

Menorest

Viene prodotto sotto forma di gel in una provetta con un distributore, il cui principio attivo principale è l'estradiolo. Il meccanismo d'azione e il metodo di applicazione sono simili a Divigel.

Professionisti:Lati negativi:
  • alta efficienza nella lotta contro la menopausa;
  • facilità d'uso;
  • eliminazione dei disturbi del ciclo mestruale;
  • aumento del desiderio sessuale.
  • alto prezzo di 900-1000 rubli;
  • raramente nelle farmacie;
  • vacanza di prescrizione;
  • sviluppo della mastodinia;
  • rigonfiamento.

Klimara

Il farmaco è un sistema terapeutico transdermico. Disponibile sotto forma di cerotto di 12,5 x 12,5 cm, che deve essere incollato sulla pelle. La composizione di questo agente anti-climaterico include l'estradiolo emiidrato in una quantità di 3,9 mg. La patch viene attaccata sulla pelle per 7 giorni, alla fine della settimana, la patch precedente viene staccata e ne viene attaccata una nuova. Luoghi consigliati per l'applicazione di Klimar - aree glutei e paravertebrali.

Professionisti:Lati negativi:
  • la praticità d'uso;
  • la possibilità di fare la doccia con Klimara;
  • efficacia nell'eliminazione della menopausa;
  • eliminazione del sanguinamento uterino.
  • prezzo elevato di 1200-1400 rubli;
  • la probabilità di sviluppare effetti collaterali (nausea, dolore alle ghiandole mammarie, circolazione sanguigna);
  • staccare il cerotto in condizioni di elevata umidità e con aumento della sudorazione;
  • lo sviluppo di reazioni allergiche (eruzione cutanea e prurito).

Candele Ovestin

Ovestin è disponibile in compresse, supposte vaginali, sotto forma di crema per uso vaginale. Una forma frequentemente prescritta del farmaco è supposte vaginali. Una candela contiene estriolo micronizzato in una quantità di 500 mcg. Le supposte vengono somministrate per via intravaginale quotidianamente, senza interruzione. Il ruolo principale del farmaco è quello di colmare la carenza di estrogeni nei periodi di menopausa e postmenopausa.

Professionisti:Lati negativi:
  • Vendita OTC;
  • l'efficacia dell'eliminazione dei disturbi urogenitali (incontinenza urinaria, secchezza vaginale, dispareunia);
  • normalizzazione della microflora vaginale;
  • l'assorbimento del farmaco avviene direttamente nella vagina, bypassando il tratto digestivo;
  • buona tolleranza.
  • la possibilità di sviluppare reazioni allergiche locali (prurito vaginale, bruciore);
  • un prezzo abbastanza alto di 1100-1300 rubli.;
  • la necessità di un uso prolungato, a volte per tutta la vita delle candele;
  • probabilità di ipertensione.

Estrogel

Il farmaco è disponibile sotto forma di gel per uso esterno in provette con un distributore. Il tubo contiene 80 gr. gel, in una singola dose - 1,5 mg di estradiolo. L'azione principale è eliminare la mancanza di estrogeni in menopausa e postmenopausa. Le regole per l'applicazione del gel sono le stesse di Divigel.

Professionisti:Lati negativi:
  • prezzo conveniente 550-800 rubli;
  • significativo sollievo dei sintomi della menopausa;
  • eliminazione dei disturbi del ciclo;
  • la praticità d'uso.
  • vendita di prescrizione;
  • rapido consumo del farmaco;
  • difficoltà nella scelta della dose;
  • insorgenza di mastodinia.

Vantaggi e svantaggi dell'utilizzo di varie forme di farmaci. Clicca per ingrandire.

Sfondo ormonale

Per una donna, gli estrogeni, i progestinici e, paradossalmente, gli androgeni possono essere considerati gli ormoni sessuali di base.

In approssimazione approssimativa, tutte queste categorie possono essere descritte come segue:

  • estrogeni - ormoni della femminilità,
  • progesterone - un ormone della gravidanza,
  • androgeni: sessualità.

estrogeni

estradiolo, estriolo, estrone appartengono agli ormoni steroidei prodotti dalle ovaie. È anche possibile la loro sintesi al di fuori del sistema riproduttivo: corteccia surrenale, tessuto adiposo, ossa. I loro precursori sono androgeni (per estradiolo - testosterone e per estrone - androstenedione). In termini di efficacia, l'estrone è inferiore all'estradiolo e lo sostituisce dopo la menopausa. Questi ormoni sono efficaci stimolanti dei seguenti processi:

  • maturazione dell'utero, della vagina, delle tube di Falloppio, delle ghiandole mammarie, crescita e ossificazione delle ossa lunghe delle estremità, sviluppo di caratteristiche sessuali secondarie (crescita dei capelli di tipo femminile, pigmentazione dei capezzoli e dei genitali), proliferazione dell'epitelio della mucosa vaginale e uterina, secrezione del muco vaginale, rigetto dell'endometrio emorragia.
  • Gli ormoni in eccesso portano a cheratinizzazione parziale e desquamazione del rivestimento vaginale, crescita eccessiva dell'endometrio.
  • Gli estrogeni interferiscono con il riassorbimento osseo, promuovono la produzione di elementi della coagulazione del sangue e trasportano proteine, riducono il livello di colesterolo libero e lipoproteine ​​a bassa densità, riducono i rischi di aterosclerosi, aumentano il livello di ormone tiroideo, tiroxina nel sangue,
  • adeguare i recettori al livello dei progestinici,
  • provocare edema a causa del passaggio del fluido dalla nave negli spazi intercellulari sullo sfondo della ritenzione di sodio nei tessuti.

progestinici

fornisce principalmente la gravidanza e il suo sviluppo. Sono secreti dalla corteccia surrenale, dal corpo luteo delle ovaie e, durante la gestazione, dalla placenta. Questi steroidi sono anche chiamati progestinici..

  • Nelle donne non gravide, gli estrogeni sono bilanciati, prevenendo i cambiamenti iperplastici e cistici nella mucosa uterina.
  • Nelle ragazze aiutano la maturazione delle ghiandole mammarie e nelle donne adulte prevengono l'iperplasia mammaria, la mastopatia.
  • Sotto la loro influenza, la contrattilità dell'utero e delle tube di Falloppio diminuisce, diminuisce la loro suscettibilità alle sostanze che aumentano la tensione muscolare (ossitocina, vasopressina, serotonina, istamina). A causa di ciò, i progestinici riducono il dolore delle mestruazioni e hanno un effetto antinfiammatorio.
  • Ridurre la sensibilità dei tessuti agli androgeni e sono antagonisti degli androgeni, inibendo la sintesi del testosterone attivo.
  • Una diminuzione dei livelli progestinici determina la presenza e la gravità della sindrome premestruale.

Androgeni

Gli androgeni, il testosterone, in primo luogo, furono letteralmente quindici anni fa accusati di tutti i peccati mortali e furono considerati solo precursori nel corpo femminile:

  • obesità
  • punti neri
  • aumento dei peli del corpo
  • l'iperandrogenismo era automaticamente uguale all'ovaio policistico ed era prescritto per combattere con tutti i mezzi disponibili.

Tuttavia, con l'accumulo di esperienza pratica, si è scoperto che:

  • una diminuzione degli androgeni riduce automaticamente il livello di collagene nei tessuti, incluso il pavimento pelvico
  • peggiora il tono muscolare e porta non solo alla perdita di un aspetto tonico di una donna, ma anche
  • a problemi di incontinenza urinaria e
  • sovrappeso.

Inoltre, le donne con deficit di androgeni hanno chiaramente un calo del desiderio sessuale e sono registrate più spesso relazioni complesse con l'orgasmo. Gli androgeni sono sintetizzati nella corteccia surrenale e nelle ovaie e sono rappresentati da testosterone (libero e legato), androstenedione, DHEA, DHEA-C.

  • Il loro livello inizia a scendere senza intoppi nelle donne dopo 30 anni..
  • Con l'invecchiamento naturale, non danno cadute spasmodiche.
  • Si osserva una forte riduzione del testosterone nelle donne sullo sfondo della menopausa artificiale (dopo la rimozione chirurgica delle ovaie).

Menopausa

Il concetto di menopausa è noto a quasi tutti. Quasi sempre nella vita di tutti i giorni, il termine ha una connotazione irritante tragica o addirittura imprecante. Tuttavia, vale la pena capire che i processi di ristrutturazione legati all'età sono eventi completamente naturali, che normalmente non dovrebbero diventare una frase o segnare un vicolo cieco. Pertanto, il termine menopausa è più corretto quando, sullo sfondo dei cambiamenti legati all'età, iniziano a dominare i processi di involuzione. In generale, la menopausa può essere suddivisa nei seguenti periodi:

  • Transizione della menopausa (in media, dopo 40-45 anni) - quando non tutti i cicli sono accompagnati dalla maturazione delle uova, la durata dei cicli cambia, sono chiamati "confusi". C'è una diminuzione della produzione di ormone follicolo-stimolante, estradiolo, ormone anti-Muller e inibizione B. Sullo sfondo di ritardi, stress psicologico, arrossamento della pelle, possono già apparire segni urogenitali di carenza di estrogeni..
  • È consuetudine parlare della menopausa come ultima mestruazione. Poiché le ovaie si spengono, le mestruazioni non la seguono più. Questo evento è istituito in modo retrospettivo, dopo un anno di assenza di sanguinamento mestruale. I tempi di insorgenza della menopausa sono individuali, ma esiste una "temperatura media in ospedale": per le donne sotto i 40 anni la menopausa è considerata prematura, precoce - fino a 45, tempestiva da 46 a 54, in ritardo - dopo 55.
  • La perimenopausa si chiama menopausa e 12 mesi dopo.
  • Postmenopausa - periodo successivo. Tutte le varie manifestazioni della menopausa sono più spesso associate alla prima postmenopausa, che dura 5-8 anni. Nella parte tardiva della postmenopausa, c'è un marcato invecchiamento fisico di organi e tessuti, prevalente su disturbi vegetativi o stress psicoemotivo.

Quello che devi combattere

perimenopausa

può rispondere al corpo di una donna come episodi di elevati livelli di estrogeni e mancanza di maturazione dell'uovo (sanguinamento uterino, ingorgo mammario, emicrania) e manifestazioni di carenza di estrogeni. Quest'ultimo può essere diviso in diversi gruppi:

  • difficoltà psicologiche: irritabilità, neurotizapia, depressione, disturbi del sonno, riduzione delle prestazioni,
  • fenomeni vasomotori: sudorazione eccessiva, vampate di calore,
  • disturbi genito-urinari: secchezza vaginale, prurito, bruciore, aumento della minzione.

Post menopausa

dà gli stessi sintomi a causa della mancanza di estrogeni. Successivamente vengono integrati e sostituiti da:

  • anomalie metaboliche: l'accumulo di grasso addominale, una diminuzione della suscettibilità del corpo alla propria insulina, che può provocare il diabete di tipo 2.
  • cardiovascolare: aumento dei livelli di aterosclerosi (colesterolo totale, lipoproteine ​​a bassa densità), disfunzione endoteliale vascolare,
  • muscoloscheletrico: riassorbimento osseo accelerato che porta all'osteoporosi,
  • processi atrofici nella vulva e nella vagina, incontinenza urinaria, disturbi della minzione, infiammazione della vescica.

Terapia ormonale in menopausa

Il trattamento con farmaci ormonali nelle donne in menopausa ha il compito di sostituire gli estrogeni carenti bilanciandoli con i progestinici per evitare processi iperplastici e oncologici nell'endometrio e nella ghiandola mammaria. Quando scelgono i dosaggi, procedono dal principio della sufficienza minima, in cui gli ormoni agiscono, ma non hanno effetti collaterali.

Lo scopo dell'appuntamento è migliorare la qualità della vita di una donna e prevenire i disordini metabolici in ritardo.

Questi sono punti molto importanti, poiché l'argomentazione di sostenitori e oppositori di sostituti degli ormoni femminili naturali si basa sulla valutazione dei benefici e dei danni degli ormoni sintetici, nonché sul raggiungimento o meno degli obiettivi di tale terapia.

I principi della terapia sono l'appuntamento nelle donne sotto i 60 anni, nonostante il fatto che l'ultima mestruazione non stimolata fosse nella donna non prima di dieci anni fa. La preferenza è data alle combinazioni di estrogeni con progestinici mentre le dosi di estrogeni sono basse, corrispondenti a quelle delle giovani donne nella fase di proliferazione endometriale. La terapia deve essere avviata solo dopo aver ottenuto il consenso informato da parte del paziente, confermando che ha familiarità con tutte le caratteristiche del trattamento proposto ed è consapevole dei suoi pro e contro.

Quando iniziare

I farmaci ormonali sostitutivi sono indicati per:

  • disturbi vasomotori con alterazioni dell'umore,
  • disordini del sonno,
  • segni di atrofia del sistema genito-urinario,
  • disfunzione sessuale,
  • menopausa precoce e precoce,
  • dopo aver sterilizzato,
  • con scarsa qualità della vita sullo sfondo della menopausa, anche a causa del dolore ai muscoli e alle articolazioni,
  • prevenzione e trattamento dell'osteoporosi.

Prenotate immediatamente che sostanzialmente questo è il modo in cui i ginecologi russi osservano il problema. Perché questa prenotazione, considera un po 'più in basso.

Le raccomandazioni nazionali, con qualche ritardo, sono formate sulla base delle opinioni dell'International Menopause Society, le cui raccomandazioni nell'edizione 2016 elencano quasi gli stessi articoli ma già integrati, ciascuno dei quali è supportato dal livello di evidenza, così come le raccomandazioni dell'American Association of Clinical Endocrinologists nel 2017 sulla comprovata sicurezza di alcune varianti di gestageni, combinazioni e forme di droghe.

  • Secondo loro, le tattiche per le donne durante la transizione menopausale e nelle categorie di età avanzata varieranno.
  • Gli appuntamenti devono essere rigorosamente individuali e tenendo conto di tutte le manifestazioni, della necessità di prevenzione, della presenza di patologie concomitanti e della storia familiare, dei risultati della ricerca, nonché delle aspettative del paziente.
  • Il supporto ormonale è solo una parte della strategia generale per normalizzare lo stile di vita di una donna, compresa la dieta, l'esercizio razionale e l'abbandono delle cattive abitudini..
  • La terapia sostitutiva non deve essere prescritta senza chiari segni di carenza di estrogeni o conseguenze fisiche di questa carenza..
  • Il paziente che riceve la terapia è invitato dal ginecologo almeno una volta all'anno per un esame di routine..
  • Le donne la cui menopausa naturale o postoperatoria si è verificata prima dei 45 anni hanno maggiori rischi di osteoporosi, malattie cardiovascolari e demenza. Pertanto, per loro, la terapia deve essere eseguita almeno fino alla mezza età della menopausa.
  • La questione della terapia continua viene decisa individualmente, tenendo conto dei benefici e dei rischi per un particolare paziente, senza limiti di età critici.
  • Il trattamento deve essere effettuato con il dosaggio efficace più basso..

Controindicazioni

In presenza di almeno una delle seguenti condizioni, anche se ci sono indicazioni per la terapia sostitutiva, nessuno prescrive ormoni:

  • sanguinamento genitale, la cui causa non è chiara,
  • tumore al seno,
  • tumore endometriale,
  • trombosi venosa profonda acuta o tromboembolia,
  • epatite acuta,
  • reazioni allergiche ai farmaci.

Gli estrogeni non sono indicati per:

  • carcinoma mammario ormono-dipendente,
  • carcinoma dell'endometrio, anche in passato,
  • insufficienza epatica delle cellule,
  • porfiria.

progestinici

  • in caso di meningioma

L'uso di questi fondi potrebbe non essere sicuro se:

  • fibromi uterini,
  • carcinoma ovarico in passato,
  • endometriosi,
  • trombosi venosa o embolia in passato,
  • epilessia,
  • emicrania,
  • malattia del calcoli biliari.

Variazioni dell'applicazione

Tra le vie di somministrazione degli ormoni sostitutivi sono note: compressa orale, iniettabile, transdermica, locale.

Tabella: pro e contro di diversi preparati ormonali.

Pillole di estrogeni

Professionisti:Lati negativi:
  • Prendi e basta.
  • Ottima esperienza nell'applicazione.
  • Farmaci economici.
  • Molti di loro.
  • Può essere combinato con progestin in una compressa.
  • A causa del diverso assorbimento, è necessaria una dose maggiore della sostanza..
  • Ridotto assorbimento dovuto a malattie dello stomaco o dell'intestino.
  • Non indicato per carenza di lattasi.
  • Influisce sulla sintesi proteica del fegato.
  • Più contengono estrone meno efficace dell'estradiolo.

Gel per la pelle

  • Conveniente da applicare.
  • La dose di estradiolo è ottimamente bassa..
  • Il rapporto tra estradiolo ed estrone è fisiologico.
  • Non metabolizzato nel fegato.
  • Deve essere applicato quotidianamente.
  • Più costoso delle pillole.
  • L'aspirazione può variare.
  • Il progesterone non può essere aggiunto al gel.
  • Effetto meno efficace sullo spettro lipidico.

Cerotto

  • Basso estradiolo.
  • Non influenza il fegato.
  • L'estrogeno può essere combinato con progesterone.
  • Esistono forme con dosaggi diversi.
  • Puoi interrompere rapidamente il trattamento.
  • L'aspirazione fluttua.
  • Si attacca male quando è bagnato o caldo.
  • L'estradiolo nel sangue inizia a diminuire nel tempo.

iniezioni

  • Può essere prescritto per fallimento della pillola.
  • Forse l'appuntamento in pazienti con ipertensione arteriosa, alterato metabolismo dei carboidrati, patologie del tratto gastrointestinale, emicrania.
  • Forniscono un apporto rapido e senza perdite del principio attivo nel corpo..
Possibili complicazioni da lesioni dei tessuti molli durante l'iniezione.

Esistono diverse tattiche per diversi gruppi di pazienti.

Un farmaco contenente estrogeni o progestinici.

  • La monoterapia con estrogeni è indicata dopo la rimozione dell'utero. Nel corso di estradiolo, estradiolavalerato, estriolo in modo intermittente o continuo. Pillole, cerotti, gel, supposte vaginali o compresse, iniezioni sono possibili.
  • In isolamento, la gestagen è prescritta nella transizione menopausale o perimenopausa sotto forma di progesterone o dydrogesterone in compresse ai fini della correzione del ciclo e della terapia dei processi iperplastici..

La combinazione di estrogeni con progestinico

  • In modalità ciclica intermittente o continua (a condizione che non vi siano patologie endometriali) - di solito praticata durante la transizione della menopausa e la perimenopausa.
  • Per le donne in postmenopausa, una combinazione di estrogeni e progestinici viene spesso scelta per un uso continuo..

Alla fine di dicembre 2017, si è tenuta una conferenza di ginecologi a Lipetsk, dove uno dei posti centrali è stato occupato dalla questione della terapia ormonale sostitutiva nella postmenopausa. V.E.Balan, MD, professore, presidente della Russian Menopause Association ha espresso le aree preferite della terapia sostitutiva.

La preferenza dovrebbe essere data agli estrogeni transdermici in combinazione con progestinico, in cui si desidera il progesterone micronizzato. Il rispetto di queste condizioni riduce il rischio di complicanze trombotiche. Inoltre, il progesterone non solo protegge l'endometrio, ma ha anche un effetto anti-ansia, contribuendo a migliorare il sonno. I dosaggi ottimali sono 0,75 mg di estradiolo percutaneo per 100 mg di progesterone. Per le donne in perimenopausa, si raccomandano gli stessi farmaci in un rapporto di 1,5 mg per 200.

Donne con insufficienza ovarica precoce (menopausa precoce)

con maggiori rischi di ictus, infarti, demenza, osteoporosi e disfunzioni sessuali, dovrebbero ricevere dosi più elevate di estrogeni.

  • Allo stesso tempo, i contraccettivi orali combinati possono essere utilizzati per loro fino al momento dell'inizio della menopausa, ma la combinazione percutanea preferita di estradiolo e progesterone.
  • Per le donne con basso desiderio sessuale (specialmente sullo sfondo di ovaie distanti) è possibile utilizzare il testosterone sotto forma di gel o cerotti. Poiché non vengono sviluppati specifici preparati femminili, usano gli stessi mezzi degli uomini, ma a dosaggi più bassi.
  • Sullo sfondo della terapia, ci sono casi di insorgenza dell'ovulazione, cioè la gravidanza non è esclusa, quindi i farmaci per la terapia sostitutiva non possono essere considerati entrambi i contraccettivi.

Pro e contro della terapia ormonale sostitutiva

Stimando la correlazione dei rischi di complicanze della terapia con ormoni sessuali e dei loro benefici nella lotta contro i sintomi di carenza di questi ormoni, vale la pena esaminare separatamente ogni elemento del profitto e del danno stimati, facendo riferimento a seri studi clinici con un campione rappresentativo decente.

Cancro al seno con terapia sostitutiva: oncofobia o realtà?

  • Recentemente, il British Medical Journal ha fatto molto rumore, in precedenza si è distinto in pesanti battaglie giudiziarie con gli americani sulla sicurezza e il regime di dosaggio delle statine ed è emerso da questi scontri molto, molto meritevoli. All'inizio di dicembre 2017, la rivista ha pubblicato i dati di uno studio di quasi dieci anni in Danimarca, che ha analizzato la storia di circa 1,8 milioni di donne dai 15 ai 49 anni che hanno utilizzato diverse varianti dei moderni contraccettivi ormonali (una combinazione di estrogeni e progestinici). I risultati sono stati deludenti: esiste il rischio di carcinoma mammario invasivo nelle donne che hanno ricevuto contraccettivi combinati, ed è maggiore rispetto a quelli che si astengono da tale terapia. Il rischio aumenta con la durata della contraccezione. Tra coloro che usano questo metodo di protezione durante tutto l'anno, i farmaci danno un ulteriore caso di cancro per 7690 donne, cioè l'aumento assoluto del rischio è piccolo.
  • Le statistiche degli esperti presentate dal presidente della Russian Menopause Association secondo cui solo ogni 25 donne al mondo muoiono per cancro al seno e la causa più comune di morte sono episodi cardiovascolari, è un conforto.
  • Lo studio WHI ispira speranza, a seguito del quale la combinazione di estrogeni - progestinici inizia ad aumentare significativamente il rischio di cancro al seno non prima di dopo cinque anni di utilizzo, stimolando principalmente la crescita di tumori esistenti (inclusi zero e primi stadi mal diagnosticati).
  • Tuttavia, la società internazionale della menopausa nota anche l'ambiguità degli effetti degli ormoni sostitutivi sui rischi del cancro al seno. I rischi sono maggiori, maggiore è l'indice di massa corporea di una donna e meno mobile è il suo stile di vita.
  • Secondo la stessa società, i rischi sono minori con l'uso di forme transdermiche o orali di estradiolo in combinazione con progesterone micronizzato (contro le sue varianti sintetiche).
  • Pertanto, la terapia ormonale sostitutiva dopo 50 aumenta i rischi di aggiunta di progestinici agli estrogeni. Un profilo di sicurezza più ampio mostra progesterone micronizzato. Allo stesso tempo, il rischio di recidiva nelle donne che hanno precedentemente avuto un carcinoma mammario non consente loro di ricevere una terapia sostitutiva..
  • Per ridurre i rischi, vale la pena selezionare le donne con un basso rischio iniziale di carcinoma mammario per la terapia sostitutiva e le mammografie annuali dovrebbero essere eseguite sullo sfondo della terapia..

Episodi trombotici e coagulopatie

  • Questo è, innanzitutto, il rischio di ictus, infarto del miocardio, trombosi venosa profonda ed embolia polmonare. Basato sui risultati WHI.
  • Nelle prime donne in postmenopausa, questo è il tipo più comune di complicanza dell'uso di estrogeni e aumenta con l'aumentare dell'età dei pazienti. Tuttavia, con rischi inizialmente bassi nei giovani, è basso.
  • Estrogeni percutanei relativamente sicuri combinati con progesterone (dati provenienti da meno di dieci studi).
  • L'incidenza della trombosi venosa profonda e dell'embolia polmonare è di circa 2 casi per 1000 donne all'anno.
  • Secondo WHI, il rischio di embolia polmonare è inferiore rispetto alla normale gravidanza: +6 casi per 10.000 con terapia di combinazione e +4 casi per 10.000 con monoterapia con estrogeni in donne di età compresa tra 50 e 59 anni.
  • La prognosi è peggiore per coloro che sono obesi e hanno precedentemente avuto episodi di trombosi..
  • Queste complicanze sono più comuni nel primo anno di terapia..

Tuttavia, va notato che lo studio WHI era mirato più a identificare gli effetti a lungo termine della terapia sostitutiva per le donne che hanno avuto più di 10 anni dopo la menopausa. Lo studio ha anche utilizzato solo un tipo di progestinico e un tipo di estrogeno. È più adatto per verificare le ipotesi e non può essere considerato impeccabile con un livello massimo di evidenza..

Il rischio di ictus è maggiore nelle donne la cui terapia è iniziata dopo i 60 anni, e questo è un disturbo ischemico della circolazione cerebrale. Allo stesso tempo, esiste una dipendenza dalla somministrazione orale a lungo termine di estrogeni (dati provenienti dagli studi WHI e Cochrane).

L'oncoginecologia è rappresentata dal cancro dell'endometrio, della cervice e delle ovaie

  • L'iperplasia endometriale è direttamente correlata all'assunzione di estrogeni isolati. Allo stesso tempo, l'aggiunta di progestinico riduce il rischio di neoplasie uterine (dati dello studio PEPI). Tuttavia, lo studio EPIC, al contrario, ha notato un aumento delle lesioni endometriali durante la terapia di associazione, sebbene l'analisi di questi dati abbia attribuito i risultati alla probabilmente minore aderenza delle donne studiate alla terapia. Finora, l'International Society for Menopause ha temporaneamente proposto che il progesterone micronizzato fosse considerato sicuro per l'utero ad una dose di 200 mg al giorno per 2 settimane in caso di terapia sequenziale e 100 mg al giorno quando combinato con estrogeni per uso continuo.
  • Un'analisi di 52 studi ha confermato che la terapia ormonale sostitutiva aumenta il rischio di carcinoma ovarico di circa 1,4 volte, anche se è stata utilizzata per meno di 5 anni. Per coloro che hanno almeno progetti in questo settore, si tratta di rischi gravi. Un fatto interessante è che i primi segni di carcinoma ovarico non ancora confermato possono mascherarsi da menopausa, ed è proprio per loro che può essere prescritta una terapia ormonale, che indubbiamente porterà ai loro progressi e ad accelerare la crescita del tumore. Ma oggi non ci sono dati sperimentali in questa direzione. Finora, è stato concordato che non vi sono dati confermati sulla relazione tra l'assunzione di ormoni sostitutivi e il carcinoma ovarico, poiché tutti e 52 gli studi differivano almeno in qualche tipo di errore.
  • Il cancro cervicale oggi è collegato al papillomavirus umano. Il ruolo degli estrogeni nel suo sviluppo è poco compreso. Gli studi di coorte a lungo termine non hanno trovato una connessione tra di loro. Ma allo stesso tempo, i rischi di cancro sono stati valutati in paesi in cui regolari studi citologici consentono la rilevazione tempestiva del cancro di questa localizzazione nelle donne prima della menopausa. Valutazione dei dati di ricerca WHI e HERS.
  • Il cancro al fegato e ai polmoni non era associato all'assunzione di ormoni, ci sono poche informazioni sul cancro allo stomaco e si sospetta che sia stato ridotto a causa della terapia ormonale, come il cancro del colon-retto.

Benefici previsti

Patologia del cuore e dei vasi sanguigni

Questa è la principale causa di disabilità e mortalità nelle donne in postmenopausa. Si noti che l'uso di statine e aspirina non ha lo stesso effetto che negli uomini. In primo luogo dovrebbe andare la perdita di peso, la lotta contro il diabete, l'ipertensione. La terapia con estrogeni può avere un effetto protettivo sul sistema cardiovascolare quando si avvicina l'ora della menopausa e influisce negativamente sul cuore e sui vasi sanguigni se la sua insorgenza è ritardata di oltre 10 anni dall'ultima mestruazione. Secondo l'OMS, nelle donne di età compresa tra 50 e 59 anni, raramente gli attacchi di cuore erano meno probabili durante la terapia, e se la terapia fosse iniziata prima dei 60 anni, si sarebbe avuto un beneficio nello sviluppo della malattia coronarica. Uno studio osservazionale in Finlandia ha confermato che i preparati di estradiolo (con o senza progestinico) hanno ridotto la mortalità coronarica.

I più grandi studi in quest'area sono stati DOPS, ELITE e KEEPS. Il primo studio danese, principalmente dedicato all'osteoporosi, ha notato per inciso una diminuzione delle morti coronariche e dei ricoveri per infarto del miocardio tra donne con recente menopausa che hanno ricevuto estradiolo e noretisterone o sono rimaste senza terapia per 10 anni, e sono state seguite per altri 16 anni.

Il secondo ha valutato prima e successivamente la nomina di tablet estradiolo (nelle donne di età inferiore ai 6 anni dopo la menopausa e dopo 10 anni). Lo studio ha confermato che l'inizio precoce della terapia sostitutiva è importante per i vasi coronarici.

Un terzo ha confrontato gli estrogeni equini coniugati con placebo ed estradiolo percutaneo, senza riscontrare differenze significative nello stato dei vasi di donne sane relativamente giovani nell'arco di 4 anni.

Urogenicologia: la seconda direzione, la cui correzione è prevista dalla nomina di estrogeni

  • Sfortunatamente, ben tre studi di grandi dimensioni hanno dimostrato che l'uso sistemico di estrogeni non solo aggrava l'incontinenza urinaria esistente, ma contribuisce anche a nuovi episodi di incontinenza da stress. / Tale circostanza può degradare notevolmente la qualità della vita. L'ultima analisi del tappetino, condotta dal gruppo Cochrane, ha osservato che solo i farmaci per via orale hanno un tale effetto e che gli estrogeni locali sembrano ridurre queste manifestazioni. Come ulteriore vantaggio, è stato dimostrato che gli estrogeni riducono il rischio di infezioni ricorrenti del tratto urinario..
  • Per quanto riguarda i cambiamenti atrofici della mucosa vaginale e del tratto urinario, gli estrogeni sono al loro meglio, riducendo secchezza e disagio. In questo caso, il vantaggio è rimasto con le preparazioni vaginali locali.

Aspirazione ossea (osteoporosi postmenopausale)

Questa è una vasta area, la lotta con la quale è dedicato molto tempo e sforzi ai medici di varie specialità. Le sue conseguenze più terribili sono le fratture, incluso il collo del femore, che disabilita rapidamente una donna, riducendo significativamente la qualità della sua vita. Ma anche senza fratture, la perdita di densità ossea è accompagnata da dolore cronico alla colonna vertebrale, alle articolazioni, ai muscoli e ai legamenti, che vorrei evitare.

Qualunque usignolo i ginecologi sui benefici degli estrogeni per preservare la massa ossea e prevenire l'osteoporosi siano inondati, anche l'Organizzazione internazionale per la menopausa nel 2016, le cui raccomandazioni sono essenzialmente cancellate dai protocolli di trattamento di sostituzione domestica, ha semplificato che gli estrogeni sono l'opzione più adatta per prevenire le fratture in le prime donne in postmenopausa, tuttavia, la scelta del trattamento per l'osteoporosi dovrebbe basarsi su un equilibrio tra efficacia e costo.

I reumatologi a questo proposito sono ancora più categorici. Quindi i modulatori selettivi dei recettori degli estrogeni (raloxifene) non hanno mostrato efficacia nella prevenzione delle fratture e non possono essere considerati i farmaci di scelta per la gestione dell'osteoporosi, lasciando il posto ai bifosfonati. Inoltre, la prevenzione delle alterazioni osteoporetiche è data alle combinazioni di calcio e vitamina D3.

  • Pertanto, gli estrogeni possono inibire la perdita ossea, ma le loro forme orali sono state principalmente studiate in questa direzione, la cui sicurezza è alquanto discutibile in relazione all'oncologia..
  • Non sono stati ricevuti dati sulla riduzione del numero di fratture dovute alla terapia sostitutiva, ovvero oggi gli estrogeni sono inferiori ai farmaci più sicuri ed efficaci in termini di prevenzione ed eliminazione delle gravi conseguenze dell'osteoporosi.