Principale / Patologia

Discarico postpartum

Ultimo aggiornamento: 14/12/2019

Il contenuto dell'articolo

Al fine di evitare possibili complicazioni postpartum, è necessario essere attenti al proprio corpo e osservare la quantità e la composizione delle secrezioni, la temperatura corporea e il dolore. Dopotutto, le dimissioni dopo il parto indicano che il canale del parto è aperto e che la superficie interna dell'utero è ancora in fase di guarigione, quindi qualsiasi infezione che arriva lì può causare seri problemi.

Quanto costa la dimissione dopo il parto?

Ogni giovane madre è interessata a quanto dura la dimissione dopo il parto, quanto dura e in quale situazione una durata eccessiva di lochia può essere un segno di disturbi nel corpo? Naturalmente, ogni caso è individuale, ma di solito la dimissione nelle donne dopo il parto cessa entro il 42 ° giorno - questo è quanto dura il periodo postpartum.

Durata della dimissione dopo il parto

Scarico dopo il parto: norma e patologia

Quale scarico postpartum è considerato normale? Hanno un odore e dovrebbero essere scuri o di colore chiaro? Sono accompagnati dal dolore? A volte si scopre che una donna non conosce la risposta a queste domande e può essere molto spaventata dal fatto che le dimissioni siano comparse dopo il parto. Scopriamo quale dovrebbe essere la normale lochia e dopo quanti giorni di solito si interrompe la dimissione dopo il parto?

Normalmente, Lochia è molto abbondante nelle prime ore dopo il parto. In questo caso, è estremamente importante controllare il loro volume dal medico. Per questo, alle donne non è raccomandato l'uso di assorbenti, ma di privilegiare i pannolini assorbenti, che consentiranno al medico di valutare con maggiore precisione l'intensità dello scarico e di non perdere tali complicanze come il sanguinamento uterino.

Per stimare approssimativamente il volume di lochia, vale la pena considerare che il peso dell'utero immediatamente dopo la nascita è di circa 1 chilogrammo, mentre dopo lo scarico, la riduzione e la guarigione della superficie interna dell'utero, il suo peso non supera i 60 grammi.

È interessante notare che nel periodo postpartum, la lochia è composta per l'80% da sangue nella sua forma invariata (piastrine, leucociti e globuli rossi), pertanto la secrezione può avere un caratteristico odore dolciastro. Il restante 20% delle dimissioni normali nelle prime ore dopo il parto è un segreto speciale delle ghiandole uterine, che sono responsabili del rapido ripristino e della guarigione della superficie dell'utero.

Nei giorni successivi, i segni di una normale scarica postpartum avranno un'intensità gradualmente decrescente. Nei primi giorni, il volume di scarico non deve essere superiore a 400 ml e si osserva una completa cessazione della lochia 6-8 settimane dopo la nascita del bambino.

I primi giorni in coaguli di sangue di Lochia possono essere evidenti. Tuttavia, dopo 7-10 giorni, tali coaguli nelle secrezioni normali non vengono osservati. Nel tempo, lo spotting dopo il parto cambia colore. All'inizio del periodo postpartum, la lochia ha un colore rosso vivo, entro la metà del periodo lo scarico marrone dopo il parto diventa la norma e nell'ultimo periodo di tempo sono sostituiti da uno scarico mucoso trasparente. Il muco indica la guarigione uterina.

Scariche che possono essere un segno di patologia

Se hai scariche ridotte dopo il parto o si interrompono improvvisamente, questo potrebbe essere un chiaro segno di patologia: lochiometri. La causa della riduzione o della completa cessazione della lochia può essere uno spasmo della cervice, che semplicemente "non rilascia" lo scarico. Ciò vale soprattutto per i primi giorni dopo la nascita del bambino. Questa deviazione dalla norma è caratterizzata da un ritardo nell'utero della lochia, a causa del quale l'organo viene allungato. In questo caso, la donna sente pesantezza e dolore nell'addome inferiore, l'utero aumenta di dimensioni, la febbre inizia con una febbre fino a 38-40 gradi. Se non si consulta un medico in tempo, è possibile lo sviluppo di infiammazione dell'endometrite uterina. Per il trattamento, i lohiometri di solito prescrivono farmaci antispasmodici e riducenti, meno comunemente antibiotici. A volte l'eliminazione degli accumuli di lochia è possibile solo svuotando la cavità uterina.

Donna dopo il parto

Un altro motivo per consultare immediatamente un medico è l'abbondanza abbondante e forte dopo il parto. Questo sintomo può essere un segno di anomalie nel processo di contrazione uterina, nonché segnalare una violazione della coagulazione del sangue. Entrambe le condizioni rappresentano una minaccia per la vita di una donna, pertanto richiedono un'azione urgente..

Inoltre, a volte nelle prime ore dopo la nascita, si verifica sanguinamento da suture imposte a lacune nel canale del parto. Di solito ciò accade se non vengono rispettati i requisiti per garantire il massimo riposo di queste zone: esclusione dell'attività fisica, riposo sessuale, controllo dell'affaticamento e natura delle feci, mancanza di pressione sulle articolazioni. Se si verifica questa situazione, è importante consultare immediatamente un medico.

Altri segni di patologia nella natura e nella quantità di scarico

Sospensione della dimissione prima di 6 settimane dopo la nascita (40-50 giorni). L'eccezione è rappresentata dai casi di interruzione anticipata dell'allattamento al seno. In tali situazioni, la giovane madre può iniziare a ripristinare il ciclo mestruale, mentre nella donna che allatta, la prima mestruazione di solito arriva molto più tardi. Ciò è dovuto alla produzione nel corpo di una madre che allatta di un ormone speciale (prolattina), che è responsabile dell'allattamento. Un certo livello di prolattina impedisce la formazione di un nuovo uovo e può sopprimere il processo di ovulazione (ma questo non fornisce contraccezione al 100%), impedendo alle mestruazioni di iniziare fino alla cessazione dell'alimentazione.

Se si osserva sanguinamento luminoso 7-10 giorni dopo la nascita, è necessario informare immediatamente il medico. Una situazione simile può verificarsi se la guarigione dell'utero è lenta o errata..

Se la dimissione con coaguli di sangue dopo il parto è terminata e ricominciata, vale anche la pena contattare l'ospedale il più presto possibile. Ciò può indicare un improvviso inizio di sanguinamento uterino..

A volte, dopo il parto, appare uno scarico purulento verdastro o giallo con un odore sgradevole. Questa situazione di solito indica un'infezione nell'utero. Spesso, un tale odore è un segno di endometrite già iniziata, il cui trattamento richiede il ricovero in ospedale e un trattamento graduale complesso.

Una miscela di fiocchi bianchi con un odore aspro, che ricorda la consistenza di una cagliata, con prurito e arrossamento della vagina, nonché una minzione dolorosa, indicano il mughetto. Questo dovrebbe anche essere segnalato al medico, poiché l'infezione con lievito porta molti disagi per una donna..

Ulteriori segni che dovrebbero allertare nel periodo postpartum

Oltre a un brusco cambiamento nella natura e nell'intensità di dimissione, una donna dovrebbe essere vigile per altri sintomi spiacevoli. Il primo è il dolore nell'addome inferiore. Naturalmente, nei primi giorni, l'utero si contrae intensamente, causando disagio parossistico nell'addome inferiore, particolarmente intensificato dall'allattamento al seno. Tuttavia, l'intensificazione delle sensazioni dolorose, il verificarsi di spasmi acuti dovrebbe essere la ragione per una visita urgente dal ginecologo.

Un altro sintomo sicuro di un malfunzionamento nel corpo è un aumento della temperatura corporea. È solo necessario escludere la comparsa di ristagno di latte nel torace - lattostasi, che provoca un forte e forte aumento della temperatura corporea. Se non c'è dolore e "pesantezza" nel torace e la temperatura corporea è superiore a 37 gradi, vale la pena pianificare una visita dal medico. Forse, un'infezione che è entrata nella cavità uterina si manifesta in questo modo. Tra i sintomi aggiuntivi di complicanze infettive, si possono distinguere malessere generale, mal di testa, vertigini, dolori nel corpo e nelle articolazioni.

Il corpo di una donna nel periodo postpartum, video

Ostetrico, ginecologo Kovaleva Irina Vladimirovna nel periodo postpartum. Fonte - Cliniche scandinave

Scarico mensile e postpartum

Come accennato in precedenza, l'inizio del ciclo mestruale nel periodo postpartum dipende dalla natura dell'alimentazione del bambino. Se è completamente allattato al seno, le mestruazioni di solito sono assenti durante l'intero periodo di allattamento. In caso di alimentazione mista, il ritorno delle mestruazioni avviene dopo 4-5 mesi. Bene, se per qualche motivo la madre non allatta (ad esempio in assenza di latte), il ripristino del ciclo avviene dopo un paio di mesi.

In ogni caso, ogni volta che una donna inizia le mestruazioni, le giovani madri spesso notano la comparsa di secrezioni acicliche dopo il parto, l'instabilità del ciclo e i ritardi nei tempi della prima mestruazione. Se hai uno di questi sintomi, non preoccuparti, ma assicurati di informare il tuo medico per la tua tranquillità..

Recupero postpartum

Ogni donna nel periodo postpartum dovrebbe sapere che l'allattamento al seno è un'ottima prevenzione di tutti i tipi di complicanze. Dopotutto, quando un bambino viene applicato al torace, si verifica un rilascio immediato dell'ormone ossitocina, che provoca anche contrazioni uterine. Dopo l'alimentazione, una donna può osservare un aumento visibile delle secrezioni, che è associato a una riduzione dei muscoli dell'utero e non dovrebbe causare preoccupazione.

Per accelerare la contrazione dell'utero, la vescica dovrebbe essere svuotata in modo tempestivo. Nel periodo postpartum, è consigliabile farlo ogni tre ore, anche se la donna non ha una pronunciata sensazione di pienezza della vescica e previene la costipazione.

Entro 1-2 mesi dalla nascita, lo scarico non può essere assorbito con i tamponi e solo perché non rimuovono la lochia, ma semplicemente li assorbono. Ciò può portare alla moltiplicazione di batteri e microrganismi patogeni. Invece di tamponi, si consiglia di utilizzare pad o pannolini. Scegli prodotti non aromatizzati, in quanto devi controllare non solo il colore e la quantità delle ventose, ma anche il loro odore.

È indispensabile seguire le regole di igiene personale. È particolarmente attento monitorare l'igiene dei genitali una o due settimane dopo la nascita, quando lo scarico è ancora sanguinante. In questo momento, è vietato fare il bagno, limitato solo da una doccia. Il flusso d'acqua dalla doccia deve essere reso non molto forte e diretto nella direzione da davanti a dietro - e solo dall'esterno. Per la pulizia sicura dei genitali esterni e della mucosa vaginale, si consiglia l'uso di prodotti speciali, ad esempio il lavaggio dei gel per l'igiene intima Ginocomfort. Questi fondi sono stati sviluppati dagli specialisti della società farmaceutica VERTEX, sono caratterizzati da una composizione sicura, che include ingredienti attivi naturali e hanno anche tutti i certificati, i certificati e gli altri documenti necessari.

Il riposo sessuale dura fino a 42 giorni e le relazioni intime riprendono solo dopo un'ecografia pelvica, l'esame da un ostetrico-ginecologo e un'adeguata selezione del metodo contraccettivo.

Sport dopo il parto
fonti:

  1. DIAGNOSTICA ANTICIPATA E PREVENZIONE DELLA SOTTOVOLUZIONE DELL'UTERO POST-NASCITA. Naumkin N.N., Ivanyan A.N., Smirnova T.I. // Bollettino delle nuove tecnologie mediche. - 2008. - N. 2. - S. 46-48.
  2. CITOLOGIA DELLE SERRATURE UTERINE ALLA ENDOMETRITE DOPO LA CONSEGNA. Cupert M.A., Cupert A.F., Solodun P.V. // Acta Biomedica Scientifica. - 2004. - N. 2. - S. 172-175.

Fibrosi cistica: progressi attuali e problemi attuali. Kapranov N.I. e altri // M., - 2005.

Il valore dello studio citologico di Lochia nella valutazione dello stato dell'utero nel periodo postpartum. Z.K. Fursova. A.P. Nikonov, N.A. Lutfulaeva, E.A. Kuchuchurova // Ostetricia e ginecologia. - 1991. - N. 1. S. 45-49.

Complicanze purulente-settiche postoperatorie in ostetricia (prognosi, prevenzione, diagnosi precoce e terapia). Kryukovsky S.B. // Dis. Drs. miele. Scienze. - M., -2002. - S. 266.

Quale dovrebbe essere la dimissione dopo il parto?

Nell'ultimo periodo del parto, si verifica la nascita del parto, il che significa il completamento del processo di nascita. Questo è accompagnato dal rilascio di una grande quantità di sangue e muco: poiché la superficie dell'utero è danneggiata, una ferita dal precedente attaccamento della placenta rimane su di essa. Fino a quando la superficie dell'utero non guarisce e la membrana mucosa viene ripristinata, il contenuto della ferita sarà secreto dalla vagina della puerpera, cambiando gradualmente colore (ci saranno sempre meno impurità nel sangue) e diminuendo in quantità. Queste secrezioni postpartum sono chiamate lochia..

Immediatamente dopo il completamento del parto, una donna viene iniettata con un farmaco per stimolare l'attività contrattile dell'utero. Di solito è ossitocina o metilegrometro. La vescica viene svuotata attraverso il catetere (in modo che non prema sull'utero e non interferisca con le sue contrazioni) e un riscaldatore di ghiaccio viene posizionato sull'addome inferiore. Questa volta è molto pericoloso scoprire il sanguinamento uterino ipotonico, quindi due ore dopo il puerperale sono ancora osservati nella sala parto.

Lo spotting è ora molto abbondante, ma non dovrebbe ancora superare la norma. La donna non avverte alcun dolore, ma il sanguinamento porta rapidamente a debolezza e vertigini. Pertanto, se ritieni che il sangue scorra molto fortemente (ad esempio, il pannolino sotto di te è tutto bagnato), assicurati di dirlo allo staff medico.

Se la dimissione durante queste due ore non supera mezzo litro e le condizioni della donna durante il parto sono soddisfacenti, verrà trasferita nel reparto postpartum. Ora devi seguire la tua dimissione, e per questo devi sapere cosa sono e quanto durano. Non preoccuparti: ovviamente l'infermiera controllerà tutto. E il medico verrà sicuramente, anche per valutare la natura e la quantità di dimissione. Ma per essere sicuri e calmi, è meglio sapere in anticipo cosa ti succederà la prima volta dopo il parto e quale carattere dovrebbe avere la normale dimissione postpartum.

Quali sono le dimissioni dopo il parto?

Lochia sono composti da cellule del sangue, saccarosio, plasma, frammenti della mucosa della cavità uterina (epitelio morente) e muco dal canale cervicale, quindi noterai muco e coaguli in essi, specialmente nei primi giorni dopo la nascita. Con la pressione sull'addome, nonché con il movimento, può aumentare la scarica del contenuto della ferita. Tienilo a mente, se vuoi alzarti dal letto, ti allagerai immediatamente. Pertanto, si consiglia di posizionare prima un pannolino sotto i piedi.

Lochia cambierà costantemente il loro carattere. All'inizio assomigliano allo scarico durante le mestruazioni, solo molto più abbondantemente. Questo va bene, poiché c'è una pulizia della cavità uterina dal contenuto della ferita. Entro pochi giorni, la lochia diventerà un po 'più scura di colore e meno in quantità. Nella seconda settimana, lo scarico sarà giallo-brunastro, acquisirà una consistenza mucosa e dopo il terzo - bianco-giallastro. Ma le impurità del sangue possono essere osservate per un mese intero dopo il parto - questo è normale.

Per evitare sanguinamenti?

Anche dopo che il puerperale è stato trasferito nel reparto postpartum, la probabilità di sanguinamento è ancora elevata. Se la quantità di scarico aumenta bruscamente, chiamare urgentemente un medico. E per prevenire il sanguinamento, procedi come segue:

  • Capovolgi regolarmente lo stomaco: questo aiuterà a svuotare la cavità uterina dal contenuto della ferita. E ancora meglio: sdraiati più sullo stomaco che sulla schiena o sul fianco.
  • Vai in bagno il più spesso possibile, anche se non senti l'impulso. In modo ottimale ogni 2-3 ore, poiché una vescica piena preme sull'utero e ne previene la contrazione.
  • Più volte al giorno, metti una piastra riscaldante con ghiaccio sull'addome inferiore: le navi si contrarranno, impedendo anche il sanguinamento.
  • Non sollevare nulla di pesante: durante l'esercizio fisico, la quantità di scarico può aumentare.

Inoltre, nelle madri che allattano, lochia finisce molto più velocemente. Pertanto, allattare al seno il bambino su richiesta: durante l'allattamento, l'ossitocina viene prodotta nel corpo materno, provocando la contrazione dei muscoli uterini. Allo stesso tempo, la donna avverte dolori crampi e la scarica stessa si intensifica.

La natura e l'aspetto dello scarico dopo il parto, quanto vanno, possibili deviazioni dalla norma

Dopo il parto, le neo-mamme nel giro di poche settimane scoprono la dimissione dai genitali. Di solito sono sanguinanti, brunastri o acquosi. La comparsa di sangue sul lino può spaventare, causare preoccupazione per la presenza di sanguinamento uterino dopo il parto. Vale la pena preoccuparsi di una madre che, dopo la comparsa del bambino, ha notato insolite perdite vaginali? Considera le circostanze in cui un tale fenomeno è riconosciuto dai medici come la norma e per quanto tempo la dimissione dopo il parto.

Cause di dimissione femminile dopo il parto

Il sanguinamento dopo il parto si chiama "lohia". Le allocazioni dopo la nascita di un bambino si verificano non solo nelle donne che hanno partorito in modo naturale, ma anche in quelle che hanno avuto un taglio cesareo.

Perché compaiono le dimissioni postpartum? Per rispondere a questa domanda, è necessario capire cosa succede all'utero dopo la nascita del bambino.

Nonostante il fatto che il bambino sia già nelle mani di un'ostetrica, il processo, che si chiama postpartum, continua per la donna. L'utero lascia l'utero.

La placenta è composta da diversi strati, il primo è formato dall'endometrio dell'utero ed è chiamato membrana basale deciduale. È penetrato dai vasi sanguigni e comprende scanalature piene di sangue materno. A causa del fatto che le arterie e i capillari della madre e del feto escono nella placenta, si verifica la diffusione tra i due flussi sanguigni e il bambino riceve i nutrienti di cui ha bisogno.

Quando la placenta si stacca dalla parete uterina ed esce, la superficie dell'organo ricorda una ferita aperta. Il sangue scorre da vasi spalancati, specialmente intensamente nei primi minuti dopo il parto.

Dopo un po ', l'organo inizia a ridursi, diminuendo e raggiungendo la sua dimensione originale. Questo fenomeno si chiama involuzione. Durante la contrazione, i muscoli restringono i vasi sanguigni, contribuendo a fermare l'emorragia postpartum, guarire le ferite e fermare la lochia. I singoli fattori influenzano la velocità con cui l'utero si riduce alla sua dimensione originale..

Colore e altre caratteristiche delle secrezioni normali

Quale dovrebbe essere la dimissione normale subito dopo la nascita? La tonalità dovrebbe cambiare gradualmente da rosso sangue a biancastro e trasparente:

  1. Scarico sanguinante immediatamente dopo la nascita (vedi anche: perché la scarica marrone può apparire un mese dopo la nascita?). Ciò è dovuto al fatto che i vasi sanguigni danneggiati durante la separazione della placenta non hanno avuto il tempo di stringere e il sangue quasi puro viene rilasciato dalla vagina della donna dopo il parto, quindi se sanguina, questo è normale. È necessario fare scorta in anticipo con gli elettrodi destinati a periodi pesanti o ai pazienti urologici. I medici vietano l'uso di tamponi e coppette mestruali.
  2. Entro una settimana dall'apparizione del bambino, la lochia scarlatta postpartum diventa marrone o marrone. I coaguli di sangue possono essere mescolati con le secrezioni anche dopo 5-6 giorni dopo la gravidanza.
  3. Alla fine della settimana, lo scarico dopo il parto diventa giallastro. Il liquido ricorda un sacro che trasuda da piccole ferite durante la guarigione. Questo colore di colonia è dovuto al contenuto di linfociti e leucociti in essi, che contribuiscono al ripristino dei vasi strappati all'interno dell'utero.
  4. A poco a poco, lo scarico acquisisce una consistenza mucosa o diventa trasparente. Questo è un segno che la rigenerazione del rivestimento interno dell'utero ha avuto successo e che la lochia dopo il parto è stata sostituita da perdite vaginali.

Quanto può durare la scarica normale??

I medici dividono il periodo postpartum nelle seguenti fasi:

  • presto - le prime 2-3 ore dopo il parto;
  • in ritardo - dura fino a 8 settimane.

All'inizio del periodo postpartum, la madre che ha partorito è ancora nella sala parto. Durante questo periodo, si osserva il sanguinamento più attivo. Quanto sangue perde una donna? Circa 400 ml. L'ostetrica controlla attentamente la donna durante il parto al fine di notare tempestivamente il sanguinamento patologico alla nascita, che è un sintomo di ipotensione, trauma e lacrimazione..

Quanto lochia va dopo la nascita? La durata dipende dalle dimensioni dell'utero, che accorciando aiuta a stringere le ferite. L'utero diminuisce di circa 1 cm al giorno. Al compleanno del bambino, il fondo dell'organo viene palpato a metà dell'addome, dopo 3-4 giorni si trova nel mezzo tra l'ombelico e la vagina. Entro 9-10 giorni, l'utero si trova ad un'altezza di 1-2 cm dalla vagina. Se negli ultimi giorni di gravidanza l'organo pesa circa 1 kg, alla fine del periodo postpartum restituisce il peso iniziale di 70 g.

Il 9-10 ° giorno, quando l'utero è quasi tornato al suo stato originale, lo scarico diventa scarso e non causa gravi disagi. Dopo il parto, lochia può fermarsi completamente in un mese.

Per quanto tempo Lochia dopo il parto a seguito di un intervento chirurgico? Dopo il taglio cesareo, lochia, di regola, impiega più tempo rispetto al parto naturale (più nell'articolo: quanto dura l'allocazione dopo il taglio cesareo?). Qualsiasi intervento chirurgico è stress per il corpo umano e la riabilitazione dopo è più difficile. Quanto tempo ci vuole dopo il parto per fermare tutto questo? 8 settimane circa Nel primo mese dopo il parto, lochia è di solito più abbondante.

La durata dello scarico dipende dal tipo di alimentazione??

Quanto dura questo sintomo dopo la comparsa del neonato se la madre si nutre di latte materno? Con l'allattamento al seno, lo scarico è più rapido che se la donna che ha partorito nutre il bambino con miscele.

Il latte appare nelle ghiandole mammarie di una donna sotto l'influenza dell'ossitocina. È prodotto a causa dei movimenti di suzione del bambino: il cervello riceve un segnale e la ghiandola pituitaria inizia a produrre ormone, che provoca la contrazione delle cellule mioepiteliali e spinge il latte al capezzolo.

L'ossitocina ha un effetto simile sull'utero. Sotto l'influenza di questo ormone, i muscoli uterini si contraggono più fortemente, il che significa che l'involuzione, e con essa la guarigione, avviene più velocemente. Se la madre vuole sottoporsi rapidamente a riabilitazione dopo il parto, dovrebbe nutrire il neonato con latte. Quanto tempo dovrebbe durare l'allattamento con l'allattamento al seno e quanto velocemente terminano? Questo è un processo individuale, ma alcune donne segnalano la cessazione alla fine del mese..

Scarico patologico e sintomi associati

Cosa devo fare se un mese dopo il parto scorre di nuovo il sangue o se lochia non si ferma nemmeno dopo 3 mesi? Ciò indica la presenza di anomalie nell'involuzione uterina. Come determinare che la riabilitazione postpartum è compromessa? Prima di tutto, è necessario prestare attenzione alla natura dello scarico, al loro colore e odore.

Come determinare la presenza di una malattia dal colore di Lochia è mostrato nella tabella:

ColoreAltri sintomiPossibili malattie
Rosso, sanguinante o marrone 1-2 mesi dopo la nascita del bambinoDisegno, sensazioni doloranti nell'addome inferiore.Endometriosi: la crescita dell'endometrio al di fuori dell'utero. Il mioma è un tumore benigno del miometrio. Polipi: escrescenze sullo stelo, che possono penetrare nella vagina attraverso il canale cervicale, a volte degenerano in tumori cancerosi. Tuttavia, la causa potrebbe essere l'inizio delle mestruazioni, nelle donne che si rifiutano di allattare al seno, il ciclo mestruale può iniziare immediatamente dopo il parto.
Rosso chiaro o rosaDolore acuto nell'addome inferiore.Lesioni durante il parto, divergenza di suture, ectopia della cervice, polipi.
Giallo accesoPrurito, cattivo odore, febbre.Endometrite - un processo infiammatorio nell'endometrio uterino.
verdePrurito, bruciore, odore sgradevole, scarico schiumoso.Infezione dell'utero, della vagina o delle tube di Falloppio. Vaginosi batterica: a causa delle fluttuazioni ormonali, si verifica un cambiamento nel pH della vagina, che provoca l'inibizione dei batteri benefici e la crescita della microflora patogena. Gonorrea e clamidia - malattie a trasmissione sessuale.
biancaPrurito, bruciore, odore acido, consistenza traballante.Il mughetto è un'infezione causata dai funghi Candida. Sono costantemente presenti nella vagina e iniziano a moltiplicarsi a causa delle fluttuazioni degli ormoni o della ridotta immunità..

Indipendentemente da quale fase apparissero, le dimissioni purulente sono un'occasione per prendere immediatamente un appuntamento con un ginecologo. Molto spesso sono accompagnati da letargia, mal di testa, affaticamento, febbre. Il pus può essere un sintomo di salpingooforite. Questa è un'infiammazione delle appendici, che si sviluppa a causa dell'ingresso nelle tube di Falloppio e nelle ovaie di stafilococchi, streptococchi, gonococchi. Come appare lo scarico patologico, può essere visto nella foto.

Lo scarico mucoso è la norma, specialmente a 3-4 settimane. Indicano una patologia se vanno troppo in abbondanza o compaiono in un momento in cui c'è ancora sangue.

E se lochia si fosse improvvisamente interrotta prematuramente? Questo indica la presenza di lohiometri. Con questo disturbo, la lochia non può lasciare l'utero per i seguenti motivi:

  • blocco del canale cervicale;
  • nodo dell'utero;
  • contrazione di organo debole.

Qualsiasi deviazione dai valori normali in termini di colore, odore, consistenza è un'occasione per consultare un medico. Non trascurare i segnali di pericolo, possono essere sintomi di malattie pericolose..

Caratteristiche di igiene nel periodo postpartum

A proposito delle regole igieniche durante il periodo di riabilitazione dopo il parto, dirà al medico che ha guidato la gravidanza e ha partorito quando la donna in travaglio è ancora in ospedale. Alcuni consigli su come monitorare correttamente la purezza della vulva e del perineo per evitare l'infezione:

  1. Durante Lochia, è necessario utilizzare le guarnizioni. I tamponi e le coppette mestruali contribuiscono alla riproduzione della microflora patogena e al ristagno delle secrezioni. Nelle farmacie, puoi acquistare i cuscinetti postpartum, ma se lo scarico è abbondante, puoi usare i pannolini con uno strato assorbente. Con scarsa lochia, sono adatti i soliti rimedi per le mestruazioni.
  2. Devi lavarti almeno due volte al giorno. Non usare il sapone troppo spesso. È necessario lavarsi sotto la doccia, non nella vasca. Non puoi stare a lungo in acqua calda, questo può influire negativamente sul ripristino dell'integrità vascolare e causare sanguinamenti profusi. Durante il lavaggio, è necessario eseguire movimenti dalla parte anteriore a quella posteriore, dalla vagina all'ano. Se fai il contrario, la microflora intestinale può entrare nella vagina, causando infiammazione.
  3. Se una donna ha punti, devono essere trattati regolarmente. Per questo, sono adatti farmaci antisettici: una soluzione di permanganato di potassio o furatsilina.

Se si rispettano le regole di igiene, si osserva la natura dello scarico, quindi il rischio di infezione può essere ridotto al minimo. Qualsiasi malattia è più facile da trattare nelle fasi iniziali che in uno stato trascurato..

Scarico postpartum: segni di patologia

La secrezione vaginale è un evento naturale. I cambiamenti nella secrezione sono più attivi nell'età riproduttiva e influenzano non solo il ciclo mestruale e la gravidanza, ma anche il periodo postpartum. Quando si concepisce e si porta un bambino nel sistema riproduttivo, ci sono molti seri cambiamenti volti a prepararsi al parto. Il parto stesso diventa anche un test per il corpo femminile e lo ferisce.

Le allocazioni dopo il parto causano molte domande e recensioni contrastanti nelle madri appena coniate, poiché indicano come viene ripristinato il loro corpo.

Caratteristiche della secrezione dopo il parto

Le allocazioni che compaiono dopo la nascita di un bambino sono chiamate lochia. Come un normale segreto, sono costituiti da muco. Tuttavia, la loro composizione è resa speciale da sangue, plasma e tessuto uterino strappati via.

Nel terzo periodo di nascita e nel primo periodo postpartum, che è circa due ore dopo la nascita del bambino, la placenta viene respinta. Il processo lascia una ferita aperta sull'utero.

La quantità di leucorrea sanguinante in questo periodo può essere il doppio del tasso delle mestruazioni.

La contrazione dell'utero, che provoca il rilascio di lochia, è potenziata dall'influenza di speciali farmaci stimolanti. Ciò è necessario per evitare il ristagno di dimissione, tuttavia aumenta il rischio di sanguinamento patologico, che rende necessaria una costante supervisione medica. Con dinamiche positive, dopo alcune ore, la donna in travaglio viene trasferita nel reparto, dove un'infermiera o un medico visita periodicamente.

I primi 3 o 4 giorni dopo la nascita, lo scarico è abbondante, simile per colore e odore alle mestruazioni. Quindi il loro volume diventa gradualmente più piccolo. Dopo circa 7 giorni, la leucorrea diventa più mucosa e la quantità di sangue nella composizione inizia a diminuire rapidamente..

Quando la lochia finisce, vengono sostituiti dalla solita secrezione vaginale.

La prima ovulazione si verifica 1,5 o 2 mesi dopo la nascita e lo scarico inizia a cambiare sotto l'influenza del normale ciclo mestruale. E ci sono anche casi in cui il recupero ha luogo già nella quarta settimana.

Se l'assegnazione di Lochia si è fermata troppo presto, devi assolutamente visitare un medico per assicurarti che il corpo sia stato in grado di recuperare finalmente e non ci sono patologie.

Se, dopo un mese e mezzo o due dopo la nascita, è iniziata la sanguinosa leucorrea, ciò può essere spiegato con l'inizio delle mestruazioni. Ma non dovrebbero essere più abbondanti del normale sanguinamento mestruale.

Criteri di valutazione postpartum

L'intero processo ha lo scopo di ripristinare le funzioni del sistema riproduttivo, nonché di pulire e rigenerare l'utero. Comprendere le sue caratteristiche è importante per capire cosa ti sta succedendo, nonché qual è la norma e le deviazioni nella dimissione dopo il parto.

Per capire se c'è motivo di preoccuparsi, è necessario valutare la leucorrea, in base alle seguenti caratteristiche:

  • durata
  • volume;
  • aspetto;
  • benessere generale.

Poiché il sistema immunitario e tutto il corpo sono troppo deboli, il periodo postpartum diventa non solo il momento di trovare le gioie della maternità, ma anche il tempo di accompagnamento delle ansie per la madre.

Quale dovrebbe essere la dimissione immediatamente dopo il parto e nel tardo periodo postpartum sono influenzati dalle caratteristiche individuali del corpo, nonché da come sono passati i periodi di gestazione e parto.

I cambiamenti nel background ormonale sono anche alla base di ciò che sta accadendo. Se all'inizio della gravidanza gli ormoni sono stati ricostruiti per supportare il processo di sopportare e proteggere il feto, ora il loro compito principale è tornare alla loro norma non incinta. Inoltre, non dobbiamo dimenticare che è apparso un nuovo compito: l'allattamento al seno e il lavoro degli ormoni sono attivamente volti a mantenere l'allattamento.

Durata e quantità di secrezione segreta

Quanto può durare un bambino dopo il parto? Normalmente, l'apparizione di lochia continuerà fino alla completa guarigione dell'utero e al rinnovamento dell'endometrio. Nelle donne in buona salute, questo processo dura da uno a un mese e mezzo (4-6 settimane). A causa delle caratteristiche individuali, questo processo può durare un po 'più a lungo, quindi, in un normale lasso di tempo, vengono considerati due mesi.

All'inizio, l'emorragia è molto abbondante e richiede l'uso di un pannolino, quindi speciali cuscinetti postpartum. A poco a poco, quando l'utero viene ripristinato, il volume delle secrezioni diminuirà fino a quando la lochia non passa e il normale ciclo mestruale migliora.

Gli ormoni secreti durante l'allattamento e l'allattamento al seno possono migliorare le contrazioni uterine, rispettivamente, più spesso una donna allatta al seno, maggiore è la quantità di secrezione. Se non allatti al seno, lo scarico tornerà rapidamente alla normalità e arriveranno le mestruazioni.

Se la lochia viene assegnata per troppo tempo e il loro numero non diminuisce, la giovane madre deve consultare un ginecologo, poiché esiste il pericolo di violazioni del periodo di recupero.

Cambiamenti di colore

I primi giorni dopo la nascita del bambino, la lochia avrà un'intensa tonalità scarlatta.

A poco a poco, la quantità di impurità nel sangue diminuirà e dopo 10 giorni si verificherà una scarica rossa sotto forma di piccoli coaguli rossi nella composizione del muco liquido. Le impurità di una tonalità gialla possono avere un carattere sacro.

L'aspetto di un saccarosio non parla di patologia, è isolato da ferite curative.

Tuttavia, non dimenticare che i microrganismi condizionatamente patogeni presenti nella microflora vaginale possono trarre vantaggio da questo stato di cose..

La leucorrea di colore giallo brillante o scuro non può essere considerata normale, poiché possono essere i messaggeri del processo infiammatorio causato dai batteri.

Per determinare le opzioni per l'aspetto normale di Lochia in diverse fasi del periodo postpartum, puoi confrontarle dalle foto disponibili sulla rete. Ma vale la pena ricordare che questa non è una guida per l'autodiagnosi e se sospetti anomalie, dovresti consultare un medico.

Circa 2 settimane dopo la nascita, il sangue nelle perdite diventa molto piccolo. Il colore cambia in bianco giallastro con impurità marroni o rosa, come alla fine delle mestruazioni.

Ci sono casi in cui, già nel mezzo del periodo di recupero, eventuali impurità del sangue cessano di emergere e disturbare la giovane madre. Tuttavia, ciò può non accadere e lo spotting si intensificherà soprattutto durante l'allattamento, provocato da contrazioni muscolari più intense nell'utero.

Dolori crampi e secrezione rossa durante l'allattamento dopo la seconda nascita si sentono molto più forti rispetto a dopo la prima.

Succede anche che invece di ventose rosa o marroni, dopo 15 giorni compaia la scarica nera. Se non sono accompagnati da malessere e odore sgradevole e il volume della secrezione non è aumentato, si può presumere che i disturbi ormonali siano i colpevoli di questo processo. Di per sé, questo non è un segno di patologia, ma richiede l'attenzione di un ginecologo.

Benessere generale

Naturalmente, dopo la nascita di un bambino, una donna si sente indebolita e dolorosa. Le contrazioni uterine possono causare dolori crampi nell'addome inferiore nei primi giorni del periodo postpartum. Quindi un sintomo simile può disturbare una donna durante l'allattamento..

Tuttavia, l'aspetto irragionevole del dolore, così come il dolore intenso, richiede una visita urgente dal medico e non è la norma.

Non puoi ignorare l'aumento della temperatura corporea. Un forte aumento può essere innescato da violazioni durante l'allattamento o infiammazione uterina. È particolarmente utile fare attenzione se vertigini, abbondante sbiancamento sanguinante e nausea accompagnano questo sintomo..

Chiamare immediatamente un'ambulanza per i sintomi sopra descritti. Tale salute può segnalare una minaccia alla vita di una donna.

Disturbi patologici

Un piccolo numero di dimissioni dopo il parto o la loro interruzione improvvisa prematuramente spesso indicano disturbi patologici del sistema riproduttivo. Lochia scarsa o la loro assenza di solito indicano la loro stagnazione nella cavità uterina.

Questa patologia si chiama lochiometro. Questa condizione si verifica per due motivi:

  1. Qualcosa impedisce la normale uscita del goof. Il motivo più spesso è l'ostruzione della cervice con coaguli, che includono muco, sangue ed elementi organici rifiutati.
  2. Insufficiente contrattilità dell'utero. Diversi fattori possono indebolirlo, inclusi disturbi del travaglio, spasmo della faringe interna, polidramnios e taglio cesareo.

La minaccia di questa condizione nello sviluppo dell'endometrite è l'infiammazione uterina acuta. Per evitare tali complicazioni, le contrazioni sono causate artificialmente dall'azione dei farmaci. Se la causa non è un'attività contrattile o la condizione è troppo trascurata, potrebbe essere necessario pulire la cavità uterina da ventose stagnanti.

Esiste anche il pericolo di un fenomeno inverso. Quando la lochia scompare gradualmente e l'emorragia si intensifica bruscamente. Anche le patologie dell'attività contrattile o lo sviluppo dell'anemia possono provocare questa situazione..

Se si verifica un sanguinamento improvviso e pesante, è necessario chiamare immediatamente un'ambulanza. Questa condizione è molto pericolosa per la vita di una donna..

Lo scarico postpartum con un colore innaturale e un odore sgradevole indica un'infezione durante la riabilitazione. Leucorrea di colore verde chiaro, grigio o giallo brillante derivano dall'attività batterica e dallo sviluppo dell'infiammazione infettiva..

Di solito hanno un pesce sgradevole o un aroma marcio. La candidosi è chiamata "mughetto" a causa del caratteristico odore di latte fermentato e della struttura cagliata dello scarico bianco.

L'infezione infettiva è accompagnata da sintomi come bruciore, prurito e arrossamento dei genitali.

Oltre ai batteri penetrati, i microrganismi condizionatamente patogeni possono interrompere una microflora sana. Il ricevimento di antibiotici, l'immunità indebolita e i cambiamenti ormonali portano a una diminuzione del numero richiesto di lattobacilli. L'ambiente acido viene sostituito da alcalino, che è favorevole alla propagazione dei ceppi batterici.

La penetrazione di infezioni dannose può anche provocare infiammazione nella cavità uterina e portare a gravi complicazioni e sanguinamenti che minacciano la salute di una donna e future gravidanze.

Il periodo postpartum è un momento difficile nella vita di una donna. Prendersi cura del bambino tanto atteso richiede molto tempo e fatica, ma la madre appena nata non dovrebbe dimenticare il proprio benessere. Devi essere particolarmente attento alla secrezione postpartum e monitorare il processo di recupero del corpo..

Quale dimissione dovrebbe essere dopo il parto?

Le allocazioni dopo il parto sono chiamate lochia. Accompagnano il processo di purificazione e restauro dell'utero e durano più di un mese. Dal loro aspetto, odore e durata, si può giudicare lo stato di salute di una giovane madre.

La natura della scarica normale

La durata e la profusione della lochia dipendono dalla fisiologia e dalla salute della donna, dal corso della gravidanza e dal parto. Normalmente, dovrebbero durare da un mese e mezzo a due mesi o 42 giorni. Deviazioni minori in una direzione o nell'altra sono accettabili. Ma se lo scarico si interrompe prima di dopo 5 settimane o dura più di 9, ci sono problemi di salute.

Nelle prime ore, una donna perde fino a 400 ml di liquido, principalmente costituito da sangue, quindi il suo colore è rosso vivo e c'è un odore di ferro. Un fenomeno simile si verifica a causa di un danno vascolare. L'abbondante perdita di sangue dura tre giorni. Durante questo periodo, si consiglia di utilizzare guarnizioni speciali. Un pezzo dura circa 2 ore. Non c'è dolore intenso, ma debolezza e vertigini sono possibili a causa della forte perdita di sangue..

Quindi Lochia assume la forma di una mestruazione regolare. Le particelle di endometrio e placenta escono dalla vagina. Anche la secrezione di muco postpartum non è considerata un problema. Questi sono solo i prodotti di scarto del feto all'interno dell'utero. Questo fenomeno continua per tutta la settimana..

Per circa 7 giorni, i colpi brunastri rimangono sul pad. Il resto del tempo, la lochia è trasparente, forse non chiara con una tinta gialla appena percettibile. Hanno un odore leggermente ammuffito..

Nelle ultime settimane di pulizia dell'utero, è anche possibile una scarica rosa dopo il parto. Per coerenza, assomigliano al muco con vene sanguinanti. Anche il nero non è motivo di preoccupazione. Questa tonalità è ottenuta a causa di cambiamenti nei livelli ormonali e nella composizione del sangue.

Durante tutto il periodo di recupero, lochia si intensifica durante l'allattamento. Provoca il rilascio dell'ormone ossitocina, che migliora la contrazione delle pareti dell'utero. Più spesso il bambino viene applicato sul seno, più veloce è la pulizia.

Le donne che hanno avuto un taglio cesareo dovrebbero essere preparate per il fatto che il loro utero tornerà alla normalità molto più a lungo. Sanguinano per circa 2 settimane. È importante per queste madri monitorare attentamente la natura dello scarico, poiché un gran numero di punti aumenta il rischio di infezione.

Possibili complicazioni

Di solito le giovani madri sono felici quando la lochia si ferma prima di un mese dopo. In effetti, un tale fenomeno è assolutamente anormale e persino pericoloso. Durante questo periodo, l'utero semplicemente non ha tempo di riprendersi. La sporcizia rimane all'interno, causando infiammazione. Ciò è dovuto allo scarso tono muscolare o alle valvole ostruite. Ciò è dimostrato anche dalla scarsa perdita di sangue nella prima settimana.

Se il sangue dura più di 9 settimane o mantiene la profusione dopo 10 giorni, stiamo parlando di sanguinamento interno. Forse la rottura dell'utero o del canale del parto non è stata cucita. Inoltre, i punti o l'infezione a volte servono come causa..

Il colore delle ventose non ha poca importanza. Una scarica gialla brillante dopo il parto segnala lo sviluppo del processo infiammatorio nell'endometrio. Anche i coaguli verdi di pus sono un segno di infezione. Il muco bianco con chicchi è un sintomo di mughetto.

Quando la candidosi appare odore aspro. Se la lochia odora di marciume, nell'utero si trova un utero di infezione. Si verifica a causa di malattie croniche a trasmissione sessuale o di ristagno di secrezioni, che sono un ambiente favorevole per il funzionamento della microflora patogena. A volte un ostetrico può accidentalmente lasciare un tampone nel canale del parto. Le donne con problemi simili hanno febbre, brividi e dolore nell'addome inferiore. Tali pazienti sono mostrati curettage.

Un altro segnale allarmante è lo scarico acquoso dopo il parto. Forse questo deriva dalla linfa dei vasi danneggiati. Se insieme a questo c'è un odore di pesce marcio, stiamo parlando di gardnerellosi.

Se la lochia è passata e dopo un paio di settimane o addirittura mesi è tornata sotto forma di muco, molto probabilmente è iniziata l'ovulazione. Ciò significa che l'utero si è completamente ripreso ed è pronto per una nuova concezione. Ma è troppo presto per rimanere di nuovo incinta, quindi dovresti prenderti cura della contraccezione. La comparsa di sangue durante questo periodo può segnalare l'inizio del ciclo mestruale. Ma non sarebbe male verificare con un ginecologo. Un fenomeno simile a volte avverte di infiammazione o fibromi uterini..

Tutto quanto sopra è motivo di grave preoccupazione. Se compaiono segni di avvertimento, consultare immediatamente un medico..

Come evitare complicazioni nel periodo postpartum?

Per accelerare il processo di recupero e non interferire con la normale pulizia, è necessario osservare alcuni punti importanti. È necessario non ritardare la minzione e prevenire la costipazione al fine di evitare la pressione sull'utero. Le giovani madri raccomandano di dormire e rilassarsi a pancia in giù. Ciò contribuisce a una migliore contrazione muscolare..

Dopo il parto, non è possibile utilizzare i tamponi. Assorbe lo sporco, creando condizioni favorevoli per la microflora patogena. Esistono cuscinetti speciali per le donne che hanno partorito. I prodotti senza igiene dovrebbero essere preferiti. Tali sostanze possono causare allergie. Interferiscono anche con l'odore delle secrezioni, che è molto importante.

L'igiene intima deve essere trattata con particolare attenzione. Si consiglia di lavare il più spesso possibile. Non puoi fare un bagno. Le procedure idriche sono consentite solo nella doccia ed è importante assicurarsi che il flusso d'acqua non penetri nella vagina.

Alle donne di recente parto viene mostrato riposo sessuale. Dovrebbe durare fino al completamento completo delle ventose. Puoi tornare al sesso solo dopo un esame medico di follow-up e la selezione di un contraccettivo.

La pulizia dell'utero dopo il parto è un punto importante per il ripristino del corpo. La natura e la durata della scarica aiutano a identificare i processi patologici nel tempo. Pertanto, è così importante notare il colore, l'odore e la consistenza di Lochia fino al loro completamento.

Scarico mucoso giallo nelle donne dopo il parto dopo 1-4 mesi

Scarico mucoso giallo nelle donne dopo il parto dopo 1-4 mesi

Alle giovani madri, in particolare a quelle che hanno partorito per la prima volta, tutto sembra strano e incomprensibile. Non solo si deve imparare un nuovo ruolo: per essere una madre, imparare ad allattare, è anche necessario monitorare il proprio corpo. Ad esempio, lo scarico giallo dopo il parto spaventa le donne appena nate. Vale la pena conoscere il lato fisiologico del loro aspetto.
Quando una donna dà alla luce un bambino, il suo corpo inizia a cambiare rapidamente. Non è più necessario trasportarlo nell'utero, ma perché tutto ritorna allo stato pre-incinta.

Dura abbastanza a lungo: da due settimane a un mese e mezzo. La ragione di un processo così lungo è il rilascio della placenta, che era saldamente attaccata alla parete uterina. Ora forma una ferita che guarirà. Questo è ciò che provoca emorragia postpartum. Di norma, lo scarico con esso è rosso brillante. Tuttavia, le sfumature di ogni donna in particolare possono variare: dal marrone scuro al rosa chiaro.

Da ciò dipende anche il loro colore. All'inizio sono più luminosi, bordeaux e dopo un paio di settimane sono già più leggeri.

La secrezione cambia consistenza. Qualsiasi deviazione, come il colore e il numero di secrezioni, allarma ogni nuova madre.

Se il periodo di recupero dopo il parto procede senza complicazioni, la dimissione dura non più di otto settimane. In generale, circa un mese. Durante questo periodo, vengono assegnati fino a 1,5 litri di lochia. Nella prima settimana, lo scarico per sensazione e aspetto è simile alle mestruazioni. Ma allo stesso tempo sono più abbondanti e contengono coaguli di sangue e muco.

Nella quarta settimana, quando termina il primo mese dopo la nascita, le perdite di muco nel sangue diventano scarse e acquisiscono un carattere imbrattato. E da circa la sesta settimana, la lochia cessa completamente, lo scarico diventa lo stesso e perde il suo colore e il suo odore, come nel periodo precedente la gravidanza. Le giovani madri che allattano al seno il loro bambino notano che la loro lochia si ferma molto più velocemente.

La cosa principale è monitorare attentamente il tuo benessere e le tue condizioni e, in caso di sospetto, chiedere il parere di un medico. Al fine di accelerare il processo di guarigione delle lesioni e prevenire lo scarico eccessivo, è meglio rimanere in piedi il meno possibile nei primi 5-6 giorni dopo il parto e in nessun caso sovraccaricare e non sollevare pesi. In generale, la quantità di dimissione postpartum dipende dalle caratteristiche individuali del corpo della donna e dalle sue condizioni.

L'apparizione di un bambino è un momento molto riverente e gioioso nella vita di ogni donna. Con l'aspetto del bambino nel corpo femminile, si verificano cambiamenti cardinali. Uno di questi è la comparsa di lochia - dimissione nelle donne dopo la comparsa del bambino. Questo fenomeno indica l'inizio della pulizia uterina da tutto ciò che non è necessario.

Durante questo periodo, puoi notare che i coaguli di sangue, i resti della placenta e la membrana amniotica lasciano la vagina. Questo è del tutto normale per una nuova mamma. A volte una donna può notare nella sua secrezione mucosa gialla un mese dopo il parto. È importante capire se questa è la norma o la patologia al fine di evitare future complicazioni.

Cosa fare

Quando una donna ha sintomi insoliti per lei dopo il parto, dovrebbe monitorare attentamente la sua salute. Nel primo mese, dalla vagina vengono rilasciati coaguli di sangue, resti di placenta e membrane amniotiche. Si forma un ambiente piuttosto favorevole per la diffusione di microbi e batteri, che possono provocare sintomi spiacevoli.

Puoi evitare la malattia se:

  • seguire le regole di una iena personale (lavare dopo ogni visita in bagno);
  • cambiare regolarmente i prodotti per l'igiene (i cuscinetti postpartum devono essere cambiati abbastanza spesso - almeno 5-6 volte al giorno);
  • andare a fare la doccia due volte al giorno (è severamente vietato fare il bagno);
  • utilizzare uno speciale sapone o gel antibatterico;
  • privilegiare l'intimo realizzato con tessuti naturali e dimenticare i sintetici;
  • Non indossare abiti troppo stretti o attillati;
  • utilizzare solo cuscinetti (tamponi e coppette mestruali sono severamente vietati durante questo periodo).

Se una ragazza ha notato cambiamenti in se stessa o alcuni dei suoi sintomi sono allarmanti, dovresti consultare immediatamente un medico.

Non automedicare o ignorare completamente la malattia.

L'uso di metodi di medicina tradizionale o l'acquisto di medicinali da soli è molto pericoloso per la salute. Dovresti stare attento a qualsiasi cambiamento nel corpo..

Perché si verificano escrezioni?

Lo scarico giallo dopo il parto è abbastanza comune. Per molte donne, ciò solleva molte domande: è normale o dovrei vedere un medico? Maggiori informazioni su questo nel nostro articolo..

Alle giovani madri, in particolare a quelle che hanno partorito per la prima volta, tutto sembra strano e incomprensibile. Non solo si deve imparare un nuovo ruolo: per essere una madre, imparare ad allattare, è anche necessario monitorare il proprio corpo. Ad esempio, lo scarico giallo dopo il parto spaventa le donne appena nate. Vale la pena conoscere il lato fisiologico del loro aspetto.

La dimissione postpartum dura abbastanza a lungo: da due settimane a un mese e mezzo. La ragione di un processo così lungo è il rilascio della placenta, che era saldamente attaccata alla parete uterina.

Tuttavia, le sfumature di ogni donna in particolare possono variare: dal marrone scuro al rosa chiaro.

Il loro colore dipende dalla durata dello scarico dopo il parto. All'inizio sono più luminosi, bordeaux e dopo un paio di settimane sono già più leggeri.

La secrezione vaginale dopo il parto cambia consistenza. Qualsiasi deviazione, come il colore e il numero di secrezioni, allarma ogni nuova madre.

Si ritiene che una donna che allatta al seno il suo bambino passi la fase di dimissione postpartum molto più velocemente. L'utero si contrae più intensamente e quindi piuttosto ritorna allo stato postpartum. Tuttavia, durante questo periodo, le ragazze devono essere il più attente possibile in termini di igiene.

Lo scarico giallo può apparire proprio quando questa regola non viene rispettata. Inoltre, i medici vietano severamente l'uso di qualsiasi cosa diversa dai cuscinetti. Ad esempio, tamponi. Ritardano il normale processo di pulizia della cavità uterina.

Con le normali mestruazioni, questo è acritico, tuttavia, immediatamente dopo il processo di nascita, il sangue dovrebbe fluire liberamente.

Succede che anche nella fase finale della dimissione postpartum, una donna nota di aver depositato una striscia di sangue. Questa è anche la norma, poiché l'utero ha bisogno di un tempo sufficiente per guarire..

Durata

Ogni donna inesperta in travaglio è interessata da quanti giorni trascorrono le dimissioni dopo il parto. Le donne disinformate si fanno prendere dal panico quando durano più a lungo delle normali mestruazioni. Ciò deriva dall'ignoranza della fisiologia del processo. Le mestruazioni hanno l'obiettivo di liberare un uovo "inutilizzato".

Lochia pulisce la cavità uterina, contribuendo alla sua riduzione precoce. Pertanto, la loro durata è molto più lunga. Normalmente sono dalle tre alle otto settimane. In alcune ragazze, soprattutto giovani, questo processo può andare più veloce. Nel caso in cui la dimissione duri più a lungo di quanto dovrebbe essere, è necessario consultare un medico.

È possibile che questo processo sia stato complicato dal sanguinamento.

Ci sono momenti in cui una donna partorisce con pause interne. Allo stesso tempo, non può muoversi attivamente e nemmeno sedersi per evitare danni alle cuciture. Tuttavia, non tutti riescono a rispettare una regola così rigorosa. In questo caso, le cuciture sono strappate e iniziano a sanguinare..

Più si avvicina al completamento del processo di isolamento di lochia, più diventano luminosi. Il dolore nell'addome scompare, la secrezione diventa meno abbondante. Se lo scarico è giallo un mese dopo la nascita, non dovresti avere paura. Questo è un fenomeno normale che predice la fine di Lochia..

Patologia

Lo scarico giallo in alcune situazioni può segnalare malattie del sistema genito-urinario. Il corpo della madre è più vulnerabile a varie infezioni. Dovresti stare attento se alcuni di questi sintomi sono stati aggiunti a tali secrezioni:

  • Mal di stomaco. Soprattutto taglio. All'inizio, questo è normale, poiché l'utero si contrae. Ma, per esempio, in un mese questo fenomeno è molto probabilmente una patologia.
  • Cattivo odore. Ciò può indicare una malattia infettiva..
  • Lo scarico giallo-verdastro dopo il parto con una miscela di pus suggerisce che la ragazza ha urgentemente bisogno di vedere un medico. C'è probabilmente un'infiammazione.
  • Prurito e bruciore.
  • Scarico troppo lungo (più di due settimane) giallo.
  • Temperatura corporea superiore a 37.

Se una donna è attenta alla sua salute, allora un'infezione che potrebbe entrare nella vagina sarà curata abbastanza rapidamente. Tuttavia, se si avvia questo processo, le conseguenze possono essere disastrose. La malattia più innocua è l'erosione cervicale nella fase iniziale. Ma se non viene diagnosticato e non trattato in tempo, può assumere una forma maligna.

L'immunità ridotta di una giovane madre può portare a mughetto o colpite. In questo caso, l'evidenziazione non sarà solo gialla, ma anche una consistenza cagliata.

endometrite

La presenza di secrezione gialla patologicamente prolungata può indicare endometrite. Questa malattia è caratterizzata dall'infiammazione della mucosa che copre la cavità uterina. Chiunque abbia sperimentato l'endometrite sa quanto sia difficile liberarsene..

Oltre allo scarico insolito, una donna si lamenta di dolore nell'addome inferiore, che può irradiarsi alla schiena. Se noti tali sintomi in te stesso, assicurati di consultare un medico.

raccomandazioni

Affinché nessuna delle donne incontri problemi associati alle secrezioni dopo il parto, gli esperti raccomandano il rigoroso rispetto delle norme igieniche.

L'utero viene completamente ripulito dai prodotti vitali del bambino nell'utero, e quindi il sangue che fuoriesce è completamente diverso dal mestruale.

Per questo motivo, le precauzioni dopo la nascita del bambino devono essere seguite più attentamente..

  1. Utilizzare solo guarnizioni; i tamponi sono vietati. Oggi le farmacie vendono speciali sacchetti igienici postpartum. Consentono alla pelle di respirare e possono assorbire un bel po 'di sangue..
  2. I prodotti per l'igiene devono essere cambiati il ​​più spesso possibile. È preferibile farlo una volta ogni tre ore o, se necessario, prima.
  3. Assicurati di lavarti più volte al giorno. In presenza di lacune esterne, è possibile utilizzare una soluzione debole di permanganato di potassio o un decotto di camomilla.
  4. La biancheria intima dovrebbe essere il più confortevole e naturale possibile..
  5. Lo scarico giallo dopo il parto è di solito comune, solo se non durano a lungo. Pertanto, per prevenire l'infezione nella vagina, fai una doccia, non un bagno.
  6. Dovresti astenersi dal sesso. Una ferita aperta nell'utero durante il rapporto sessuale può essere molto malata e iniziare a sanguinare più abbondantemente.
  7. Fai attenzione se la lochia è finita dopo un mese e mezzo e poi improvvisamente riprende di nuovo. Forse questo non è uno scarico postpartum, ma l'inizio del sanguinamento.

Conclusione

Informazioni su quanti giorni trascorrono le dimissioni dopo il parto, informazioni sulla loro natura e fisiologia sono estremamente necessarie per le donne primogenee. Se noti che hai troppa lochia gialla, una sensazione di bruciore è apparsa nella tua vagina e la tua salute è peggiorata: consulta immediatamente un medico. Questo probabilmente indica l'inizio di una malattia infettiva..

Nel caso in cui non si osservino sintomi concomitanti, non si deve avere paura. Lo scarico giallo nella maggior parte dei casi è la versione più comune della norma e non influisce sulla salute di una giovane madre.

Dopo un esame approfondito, un diagnostico qualificato prescrive metodi terapeutici efficaci. Tra le molte opzioni, dovresti scegliere quella più adatta. Tra i trattamenti efficaci ci sono:

  • antibiotici
  • agenti antibatterici;
  • farmaci antifungini;
  • vitamine;
  • candele (contro funghi o scopi antibatterici).

Per non danneggiare il bambino, si raccomanda di rifiutare l'allattamento durante il trattamento.

Se il caso viene trascurato o viene fatta una diagnosi seria, è semplicemente indispensabile assumere pillole. Lo specialista ha il diritto di nominare un'operazione programmata e chirurgicamente per rimuovere le particelle di tessuto in eccesso, i resti di coaguli e tessuti cariati.

Un tale intervento non fa assolutamente male e gioverà solo alla giovane madre. L'operazione richiede un po 'di tempo e il suo risultato si manifesta immediatamente. Il recupero del corpo avverrà molto più rapidamente dopo tale manipolazione..

Infiammazione infettiva del rivestimento interno dell'utero - endometrite. In questo caso, una donna si preoccupa, prima di tutto, non di una tonalità verde, ma di altri sintomi:

  • Dolore addominale acuto;
  • Aumento della temperatura fino a 39-40 gradi;
  • Intossicazione - vertigini, vomito, sudore freddo.

Ma a volte l'endometrite si sviluppa gradualmente, quindi c'è una temperatura di 37-37,5 gradi, dolore e debolezza moderati, scarico verde con un odore sgradevole.

Quasi un quadro clinico simile si verifica con annessite e salpingite, quando l'infiammazione è localizzata nell'area delle appendici e delle ovaie.

In presenza di erosione cervicale dopo il parto, a volte si verifica un'infiammazione dell'area interessata, che è accompagnata da secrezioni con una leggera tinta verdastra, dolore appena percettibile della natura della cintura.

L'erosione è spesso infetta, quindi il bianco diventa saturo di verde o giallo con un odore sgradevole.

Se il segreto ha un persistente flusso di decadimento ed è accompagnato da una scarsa contrazione dell'utero, allora, forse, lochia si è accumulato all'interno dell'organo, che semplicemente marcisce. In tali pazienti, l'addome non diminuisce per molto tempo e gli ultrasuoni mostrano che l'utero è ancora grande e gli schizzi di liquido in esso.

Attenzione! Una qualsiasi delle condizioni descritte, ad eccezione dell'erosione, è estremamente pericolosa per una donna. Il risultato è sepsi e morte..

Se il processo infiammatorio inizia nell'utero, la giovane madre noterà i seguenti sintomi:

  • Sensazioni spiacevoli e dolorose nell'addome inferiore.
  • Debolezza, vertigini, dolori muscolari, ecc..
  • Febbre non lattostasi.
  • Cambiamenti di colore, odore e scarico abbondante.

Infiammazione degli organi interni

Succede che il processo infettivo dopo il parto non si sviluppa nella vagina, ma nell'utero e nelle appendici della donna. Ciò è dovuto al danno ai tessuti su cui si sviluppano i microbi patogeni. Endometrite, cervicite, annessite, salpingite: questi termini indicano un'infiammazione dell'area genitale femminile nella posizione. Se la malattia non viene curata, sono possibili 2 opzioni:

  1. Transizione allo stadio cronico. Lo sviluppo lento porta a organi compromessi, aderenze, infertilità.
  2. L'infiammazione purulenta in forma acuta è pericolosa a causa della rottura dei tessuti e della fuoriuscita del liquido infetto nel peritoneo. Come risultato di peritonite, sepsi, morte.
  • Allocazioni di un'ombra gialla, verde con un odore putrefattivo;
  • Dolore nell'addome inferiore;
  • Malessere generale;
  • Aumento della temperatura.

Durata

Ogni donna inesperta in travaglio è interessata da quanti giorni trascorrono le dimissioni dopo il parto. Le donne disinformate si fanno prendere dal panico quando durano più a lungo delle normali mestruazioni. Ciò deriva dall'ignoranza della fisiologia del processo. Le mestruazioni hanno l'obiettivo di liberare un uovo "inutilizzato". Lochia pulisce la cavità uterina, contribuendo alla sua riduzione precoce.

Pertanto, la loro durata è molto più lunga. Normalmente sono dalle tre alle otto settimane. In alcune ragazze, soprattutto giovani, questo processo può andare più veloce. Nel caso in cui la dimissione dura più a lungo di quanto dovrebbe essere, è necessario consultare un medico. È possibile che questo processo sia stato complicato dal sanguinamento.

Quando è necessario un medico?

Ogni giovane madre deve sapere in quali casi la dimissione dopo il parto indica che ha urgentemente bisogno di consultare uno specialista.

  1. Ad esempio, se il pus è apparso nelle secrezioni, hanno un odore molto acuto e sgradevole, sono diventati verde, giallo, giallo-verde o verdastro. Tutto questo è un motivo serio per andare urgentemente dal tuo ginecologo. Dopotutto, molto probabilmente, questi segni indicano l'insorgenza di un processo infettivo nell'utero. Oltre al colore e all'odore, l'endometrite postpartum è accompagnata dalla comparsa di alte temperature e dolore all'addome. Dopo un po ', la donna inizierà a provare debolezza e disagio generali..
  2. Un'altra causa di preoccupazione è se la dimissione dopo il parto prima naturalmente diminuiva, come dovrebbe essere, e quindi il loro numero aumentava di nuovo. O nel caso in cui la lochia sanguigna non finisca per molto tempo. La loro durata dovrebbe essere di 3-4 giorni. Ciò accade se quest'ultimo è rimasto nella cavità uterina, il che impedisce la sua normale contrazione naturale..
  3. Potrebbe anche apparire uno scarico bianco di formaggio. Questi sono segni di sviluppo del mughetto. Inoltre, questa spiacevole malattia è caratterizzata da arrossamento della vagina e prurito spiacevole. Il mughetto appare spesso se una donna usa antibiotici.
  4. Il caso deve essere avvisato se la dimissione dopo il parto si interrompe improvvisamente bruscamente. Lochia deve avere una certa durata. Prima di sei settimane, la loro brusca cessazione indica lo sviluppo di un'infezione e altri possibili problemi. In questo caso, solo un medico esperto aiuterà a gestire la situazione..
  5. Se la lochia è così abbondante che a una donna mancano anche diversi cuscinetti per un'ora, quindi in questo caso non puoi andare dal medico da solo, è meglio chiamare un'ambulanza a casa. Dopotutto, tale disidratazione attiva può privare completamente una giovane madre di forza. In questo caso, è necessario chiamare l'ospedale il più presto possibile e non trascinarlo per molto tempo, altrimenti dopo un po 'la ragazza peggiorerà solo.

Al fine di evitare ogni tipo di conseguenza pericolosa, è necessario monitorare attentamente il proprio benessere, la natura degli sciocchi nel periodo successivo alla nascita del bambino e quanto tempo durano. Soprattutto il primo mese. Se qualcosa preoccupa la giovane madre, è meglio consultare immediatamente il medico.

Cosa indica patologia

Ma succede che dopo il parto, dalla vagina appare uno scarico mucoso giallo brillante con particelle di pus. A volte hanno una tinta verdastra. Hanno un odore sgradevole e putrefattivo. Allo stesso tempo, la donna si sente letargica, la sua temperatura aumenta, c'è un dolore lancinante nell'addome inferiore. In questo caso, molto probabilmente, ha endometrite o infiammazione della mucosa uterina. Si sviluppa in travaglio grave, quando l'utero è ferito. Un altro motivo potrebbe essere il trauma all'utero durante le manipolazioni postpartum.

La comparsa di secrezione gialla con pus indica anche endometrite. Può fuoriuscire in una forma letargica. Solo l'abbondanza di pus indica una malattia. È il risultato della decomposizione della lochia, che, a causa di una debole contrazione dell'utero, si accumula nella sua cavità. La malattia richiede un ricovero immediato. Se il processo viene ritardato e la malattia non viene curata, la sterilità è probabile in futuro.

L'endometrite viene solitamente trattata con antibiotici, inoltre, per via topica. A una donna viene prescritto un ciclo di multivitaminici. Nei casi più gravi, i medici ricorrono alla chirurgia. In anestesia locale, l'utero viene raschiato, lo strato superiore del vecchio epitelio viene rimosso per ripristinare la mucosa dell'organo.

Il muco e lo scarico giallo dopo il trattamento della malattia indicano che la membrana uterina è quasi guarita. Dopo un po 'si fermano.

Igiene di base

  • Fare la doccia 2-3 volte al giorno (il bagno non è permesso!);
  • Sostituire le guarnizioni ogni 3-4 ore. Le guarnizioni devono avere una superficie morbida (senza rete), non aromatizzata;
  • È vietato l'uso di tamponi.!
  • Douching è proibito!
  • L'astinenza da una relazione intima è raccomandata per 4-6 settimane dopo la nascita, fino al.

Vale anche la pena notare che l'allattamento al seno promuove una più rapida involuzione uterina. Quando un bambino è attaccato al seno a causa del rilascio dell'ormone ossitocina nel sangue, l'utero si contrae più intensamente, le secrezioni postpartum passano più velocemente, il che significa che la superficie della ferita nella cavità guarisce meglio.

Di solito la secrezione gialla dopo il parto è la norma. Il fatto che siano secreti indica che il processo di guarigione dell'utero è completato. Ma in alcuni casi, i sintomi gialli e correlati indicano gravi complicanze o malattie..

Per evitare complicazioni postpartum, è importante aderire alle seguenti regole dopo il parto per ripristinare il corpo:

  • Lavati ogni volta dopo essere andato in bagno usando speciali prodotti per la cura personale o sapone per bambini. Ciò contribuirà a prevenire l'infezione..
  • Non fare il bagno. Questo può anche portare a infiammazione e infezione. Per lo stesso motivo, non puoi fare la doccia.
  • Non salvare su pad postpartum. Modificali il più spesso possibile.
  • Non usare i tamponi. Secondo le recensioni delle donne durante il parto, questo è un modo sicuro per l'endometriosi.
  • Vestirsi calorosamente nella stagione fredda per evitare ipotermia e infiammazione.
  • Non sollevare pesi. Il peso massimo che puoi sollevare è il tuo bambino e una fotocamera per foto felici.

In modo che nel periodo postpartum non ci siano complicazioni infettive, una giovane madre deve monitorare attentamente la sua igiene. Ciò contribuirà a combattere con un odore sgradevole. Soprattutto le prime sei settimane, quando lochia continua a distinguersi. È necessario che si verifichi il corretto deflusso tempestivo delle secrezioni dalla cavità uterina. Altrimenti, la microflora patogena può iniziare a svilupparsi in loro, il che nella maggior parte dei casi porta a infiammazione.

Fino al momento in cui lochia è completamente finita, la ragazza deve assolutamente usare speciali cuscinetti postpartum. Allo stesso tempo, è importante cambiarli molto spesso, almeno ogni tre ore. E così l'intero primo mese. Altrimenti, i patogeni possono iniziare a moltiplicarsi su di loro..

Ma è meglio per una giovane madre rifiutare i cuscinetti aromatici che hanno un odore chimico nelle prime settimane dopo il parto, poiché aumentano il rischio di allergie. Non puoi usare i tamponi, perché possono impedire l'uscita del goof dal corpo. In questo caso, le secrezioni mucose postpartum rimarranno all'interno..

Se la ragazza sta mentendo, è meglio semplicemente posare un pannolino sulla superficie. Spesso i ginecologi consigliano nel complesso di rifiutarsi di acquistare tamponi bianchi già pronti, ma è meglio cucirli da soli in cotone morbido lavato e stirato. Si ritiene che tali cuscinetti riutilizzabili fatti in casa che possono essere lavati respirino bene e riducano il rischio di infezione..

La ragazza dovrebbe lavarsi nelle prime settimane non solo dopo aver cambiato la guarnizione, ma anche dopo ogni viaggio in bagno. Non è consigliabile fare il bagno durante questo periodo, è meglio usare una doccia calda. E quante volte al giorno per andare sotto la doccia, ogni ragazza decide da sola. L'acqua dovrebbe lavare l'area intorno alla vagina e alle labbra, ma in nessun caso all'interno.

In nessun caso dovresti fare un lavaggio vaginale. Ciò è particolarmente vero per le speciali docce vaginali. I genitali possono essere lavati solo all'esterno per diversi giorni dopo il processo di nascita. Ciò è necessario per lavare lo scarico dopo il parto, ma non per danneggiare le ferite esistenti.

Trattamento farmacologico

Quando si sceglie un farmaco per il trattamento delle patologie, è necessario tenere conto del fatto che la madre allatta al seno più spesso, quindi il medicinale non dovrebbe danneggiare il bambino.

endometrite

L'endometrite è di solito trattata in ospedale. Alla donna vengono prescritti antibiotici sotto forma di iniezioni e misure aggiuntive: assunzione di immunomodulatori e somministrazione di ossitocina per ridurre più attivamente l'utero.

I medici possono utilizzare la terapia locale:

  • aspirazione sotto vuoto per pulire la cavità organica;
  • curettage enzimatico - trattamento delle pareti dell'utero con una soluzione speciale per rimuovere le cellule morte.

Ma se la patologia viene rilevata in una fase precoce, il ginecologo può prescrivere un trattamento ambulatoriale. Medicinali comuni:

  • Vilprafen (compresse) è un antibiotico che aiuta con vari tipi di malattie, che vanno dalle malattie del sistema genito-urinario alle infezioni respiratorie. Gli effetti collaterali sono rari, tra cui nausea, bruciore di stomaco, orticaria. Quando l'allattamento al seno è controindicato;
  • Longidasi (supposte): gli effetti collaterali di questo farmaco sono rari e pochi, il principale è l'orticaria allergica. Durante l'allattamento, non puoi prendere.

Infezione uterina

Mentre c'è una dimissione, il rapporto sessuale è controindicato per lei. L'utero è aperto in questo momento, il suo guscio è danneggiato e deve essere ripristinato. Pertanto, è molto importante non infettare.

Le mucose puzzolenti, eccessive di colore giallo della vagina nel periodo postpartum a volte indicano un'infezione dell'organo. Ulteriori prove di ciò sono febbre, prurito nella vagina, sensazione di bruciore durante la minzione. Inoltre, i genitali esterni si gonfiano. Lo scarico stesso continua senza interruzione per lungo tempo. Tira lo stomaco, parte bassa della schiena. Molto probabilmente, una donna sviluppa vaginosi.

Anche una abbondante scarica giallastra con macchie cagliate e un odore sgradevole pungente indicano un'infezione. In questo caso, stiamo parlando di candidosi. È inoltre caratterizzato da:

  • arrossamento dei genitali esterni;
  • prurito nella vagina, bruciore;
  • dolore durante la minzione.

In questi casi, è necessario sottoporsi immediatamente a ricerche, consultare un medico per un aiuto.

Diagnosi e terapia

Ai primi segni, che possono essere spaventosi, dovresti consultare immediatamente un medico. Solo un medico esperto è in grado di condurre un esame approfondito, determinare la malattia e prescrivere metodi di trattamento appropriati per un caso particolare..

Per fare una diagnosi accurata, il medico ha bisogno di:

  • condurre un'ispezione personale;
  • prendere un tampone dalla vagina;
  • dirigere la consegna di esami (sangue e urina) per ricerche di laboratorio;
  • condurre un esame ecografico degli organi interni;
  • fare una diagnosi ottica dell'utero e della cervice usando dispositivi speciali.

Tali manipolazioni possono consentire di effettuare una diagnosi accurata ed eliminare la malattia il più presto possibile. I metodi di trattamento dipenderanno dal caso particolare, dal grado di complessità della malattia, dal benessere generale del paziente, dalla presenza di controindicazioni e da altri fattori.

Non intraprendere l'automedicazione, è anche vietato utilizzare qualsiasi metodo di medicina tradizionale senza consultare un medico.

Se ritardi una visita dal medico, puoi ottenere una serie di complicazioni che sono difficili da trattare in futuro. Se una donna ha notato una tinta gialla nella sua dimissione, che è accompagnata da un odore sgradevole e pungente, febbre alta, vertigini, debolezza, nausea, vomito o altre manifestazioni aggiuntive, un'ambulanza deve essere chiamata urgentemente. Tali segni possono avere conseguenze irreversibili e possono essere molto pericolosi per una giovane madre appena coniata.

Prevenzione delle infezioni

Per prevenire l'infezione, una donna dovrebbe fare la doccia più volte al giorno, lavare con sapone naturale. Ogni tre ore o più spesso, sostituire le guarnizioni. Le guarnizioni devono essere realizzate con materiali naturali, sempre puliti..

Non è consentito l'uso di guarnizioni, che includono fibre sintetiche. Non dovrebbero essere aromatizzati. È severamente vietato fare la doccia, usare i tamponi.

Mentre ci sono perdite vaginali, non è consigliabile vivere sessualmente. I rapporti sessuali possono essere la causa non solo dell'infezione. Inoltre, è possibile un danno vaginale. E questo è estremamente indesiderabile dopo il parto, poiché è irto di possibili complicazioni.

La gravidanza consiste in una piacevole seccatura di preparazione al parto. Quando raccogli il sacchetto del parto, non dimenticare di metterlo in un pacchetto e preferibilmente due assorbenti. Sono necessari per una donna dopo la nascita del bambino. La secrezione sanguinante, marrone, gialla o bianca dopo il parto che dura diverse settimane è normale, il che significa che l'utero pulisce dopo il parto.

Come sbarazzarsi di un problema?

Nel 90% dei casi, lo scarico verde è un segno di infezione, quindi è necessario un trattamento antibatterico. Ma le complicanze postpartum, come l'endometrite, i resti della placenta nell'utero, la suppurazione delle suture richiedono soluzioni speciali e persino un intervento chirurgico. Pertanto, l'automedicazione è esclusa.

Diagnostica

Quando appare una scarica verdastra, una donna viene attentamente esaminata:

  1. Una ecografia mostrerà quanto l'utero si è contratto, se all'interno c'è fluido o tessuto estraneo, o le condizioni delle tube e delle ovaie..
  2. La colposcopia viene eseguita per esaminare la cervice e la vagina alla ricerca di erosione, danni al parto, aree di infiammazione.
  3. Un tampone del tratto genitale viene esaminato al microscopio nel solito modo e mediante PCR per rilevare la composizione della microflora e la presenza di agenti patogeni.
  4. La panificazione è necessaria per la selezione di medicinali.
  5. L'isteroscopia viene eseguita con risultati dubbi della diagnostica ecografica. Questo studio ti permetterà di esaminare la cavità uterina per verificare le patologie..

Bastano pochi sintomi affinché uno specialista riconosca una grave complicazione postpartum, quindi è così importante che anche quelle donne che hanno partorito a casa arrivano in ospedale per i primi 3-5 giorni sotto la supervisione dei medici. In ogni caso, non essere timido, con aumento del sanguinamento, dolore o febbre con secrezione purulenta, dovresti chiamare un'ambulanza.

Trattamento

Se nell'utero si trovano residui di placenta o accumulo di sangue, viene eseguita un'operazione per risolvere il problema. Questo è curettage nel solito modo o attraverso l'isteroscopia. Quindi disinfettare l'organo con antisettici. Successivamente, viene prescritto un ciclo di antibiotici a seconda del tipo di infezione..

Con l'erosione, la flora patogena viene prima eliminata dalle supposte vaginali e quindi, ad esempio, viene eseguito il trattamento della cervice con Surgitron.

Se una donna ha vaginosi batterica, è sufficiente utilizzare supposte con un antibiotico, ad esempio Metronidazolo per 5-7 giorni.

Con le malattie sessualmente trasmissibili, un venereologo prescrive la terapia, tenendo conto dei risultati del bacosowing. Questi sono sia farmaci sistemici che bonifiche locali.

Un'infezione virale è incurabile, ma ci sono modi medicinali per tenere sotto controllo l'herpes o l'HPV senza causare esacerbazioni.

Quale dovrebbe essere la dimissione dopo il parto

Il colore delle ventose dipende da come durano e scorrono. Inizialmente hanno un colore scarlatto, nella loro composizione ci sono molti coaguli di sangue e pezzi di epitelio morto. Dopo una settimana, la lochia diventa marrone. In questo caso, il numero di lochia diminuisce al volume delle mestruazioni. Alla fine del periodo di purificazione dell'utero, sono gialli con strisce e strisce di sangue.

Questo è un lasso di tempo approssimativo, per ogni donna tutto va individualmente. Molti fattori influenzano la durata dello scarico, la loro quantità e composizione. Per esempio:

  • progressione della gravidanza;
  • parto;
  • metodo di consegna (parto naturale o cesareo);
  • l'intensità delle contrazioni uterine (più sono forti, più velocemente finisce la lochia)
  • struttura degli organi femminili;
  • la presenza di allattamento (con l'allattamento al seno, l'utero viene attivamente ridotto e lo scarico scompare più rapidamente);
  • il corso del recupero postpartum (presenza o assenza di infiammazione, infezioni, ecc.).

Normalmente, la secrezione di un sanguinoso segreto continua fino a quando i tessuti dell'organo genitale non sono completamente guariti. Tuttavia, ci sono deviazioni di Lochia in termini di durata, frequenza e colore.

Quanti giorni trascorrono le dimissioni dipende dalla capacità del corpo femminile di riprendersi. Pertanto, la durata del processo di nascita, l'intensità delle contrazioni è diversa. I medici non possono dare una risposta definitiva su quanta lochia segue il parto. Possono solo determinare la fine media della riabilitazione..

Che cos'è lochia?

Lochia - dimissione postpartum che si verifica immediatamente dopo la comparsa del bambino. L'obiettivo principale della reazione difensiva del corpo è quello di pulire l'utero dai resti della placenta e prevenire la sua infezione secondaria.

Lo scarico contiene parti delle membrane, liquido cervicale e cellule morte del rivestimento uterino. Il colore scarlatto del segreto è dovuto al contenuto di un gran numero di globuli rossi in esso..

Recupero dell'utero dopo il parto

Alcuni giorni di Lochia sembrano sangue normale con una consistenza densa. L'abbondante lochia finisce in una settimana. Sono sostituiti da una piccola quantità di secrezione giallastra o brunastra, che indica la rigenerazione del tessuto epiteliale uterino.

Le allocazioni dopo un mese dovrebbero assomigliare ai sintomi caratteristici della fine delle mestruazioni. Un sintomo a lungo termine non deve spaventare le donne, poiché è normale. Devi avere paura se il segreto assume una tonalità verdastra o viene osservato 2 mesi dopo il parto.

Consideriamo più in dettaglio cosa sono le ventose, a seconda di quanto durano:

  1. I primi 2-3 giorni - un sanguinante e luminoso segreto scarlatto di consistenza liquida.
  2. Una settimana. Acquisizione di muco con consistenza più spessa e colore scuro. Il segno indica il ripristino dei vasi sanguigni.
  3. 2-3 settimane - riducendo la quantità di secrezione secreta e cambiando il loro colore in marrone.
  4. Da 3-4 settimane - un segreto trasparente.

In media, le dimissioni dopo un parto naturale vanno dalle 6 alle 8 settimane. Tuttavia, nelle donne ci sono sia il rispetto della norma, sia deviazioni dal programma specificato.

Lievi deviazioni dal periodo di tempo stabilito non sono considerate anormali se la donna non nota un deterioramento del benessere e altri sintomi patologici.

Una donna dovrebbe assolutamente consultare un medico quando lochia finisce in meno di 5 settimane o dura più di 2 mesi.

Una donna in travaglio dovrebbe prestare attenzione all'odore e al colore dell'oca. Colore di scarico consentito: brunastro, rosso e giallastro.

Una donna dovrebbe essere vigile per un breve periodo di dimissione. Dopo un po ', i frammenti di tessuto non rimossi si decompongono, causando infiammazione dell'utero o del collo.

Esistono diversi fattori che influenzano la quantità di sanguinamento dopo il parto:

  • peso del bambino (la nascita di bambini grandi è accompagnata da un maggiore trauma all'organo fertile);
  • malattie sessualmente trasmissibili croniche non trattate prima della consegna;
  • livello di coagulazione del sangue;
  • metodo di consegna;
  • metodo di alimentazione.

Prima che il paziente venga dimesso dall'ospedale, gli ostetrici dovrebbero darle informazioni su quanto dura la dimissione e di cosa si tratta. Normalmente, la durata della dimissione va da 40 a 62 giorni.

Al termine della scarica, il segreto acquisisce un colore giallo o chiaro. Non dovrebbe avere un odore.

Lo scarico giallo è un segno di guarigione efficace dell'epitelio uterino.

I seguenti sintomi indicano malattie progressive:

  • scaricare con un odore;
  • sensazione di prurito e bruciore nel perineo;
  • ipertermia;
  • dolore addominale.

La consistenza appiccicosa e gelatinosa del segreto giallo è anche un'occasione per contattare un ginecologo. Un sintomo è caratteristico dello sviluppo di infezione e endometrite.

È difficile dire esattamente quanto dopo lo scarico arriva il colore giallo. Di solito questo periodo dura fino a 2 settimane, dopodiché il segreto acquisisce una leggera sfumatura.

Lo scarico verde dopo il parto è un segno di anomalie che si verificano nel corpo femminile. Il sintomo è considerato patologico, indipendentemente dal periodo di recupero..

Lo scarico purulento indica:

In questo caso, alla donna verrà prescritto un trattamento antibatterico. Sarà annullato solo al termine dell'allocazione.

Lo scarico con un odore sgradevole non dovrebbe passare inosservato. Consideriamo più in dettaglio quale scarico dovrebbe essere normale. Nei primi 3-4 giorni, il segreto viene assegnato più attivamente e ha un caratteristico odore di sangue. Entro il decimo giorno la sua quantità diminuisce e acquisisce un odore leggermente acido.

Una donna dovrebbe essere allertata dall'odore di pesce di scarico dopo il parto. Il problema si sviluppa a causa dell'esacerbazione del mughetto, con il mancato rispetto dell'igiene personale.

L'odore putrido è caratteristico di:

  • endometrite;
  • vaginite;
  • colpitis;
  • peritonite postpartum.

Per diverse settimane, si osserva anche sanguinamento dal tratto genitale dopo taglio cesareo. Consideriamo più in dettaglio la quantità di lochia assegnata dopo il parto.

Come sembrano?

La durata e la profusione di lochia dopo taglio cesareo sono le stesse di dopo il parto naturale. Colore normale del segreto:

Il segreto di un colore rosso vivo dovrebbe essere assegnato dopo un taglio cesareo per non più di 7 giorni. Il reparto non deve essere accompagnato da dolore, bruciore.

Quanto dura il sanguinamento dopo taglio cesareo? In media, questo periodo va dalle 8 alle 10 settimane. Il colore brunastro del segreto indica il completamento del periodo di recupero. In questo momento, la signora dovrebbe visitare un medico per prendere uno striscio di controllo e controllare la cervice per infiammazione ed erosione. Anormale se la dimissione dopo il parto persiste per più di 2,5 mesi.

Ogni donna è individuale, quindi il processo di lochia può richiedere intervalli di tempo diversi a seconda delle caratteristiche fisiologiche del corpo.

Lo scarico consentito durante la gravidanza è leggero o trasparente. Tutti gli altri cambiamenti si riferiscono a segni patologici e indicano possibili malattie. Soprattutto durante la gravidanza, lo scarico rosso brillante è pericoloso. Indicano una minaccia di aborto.

Caratteristiche del periodo postpartum

Dopo il rigetto della vescica fetale e della placenta dalle pareti dell'utero, rimane una superficie della ferita da vasi aperti che sanguina per un po 'prima della guarigione. Pertanto, 6-8 settimane dalla vagina ci sono perdite speciali - lochia. Nei primi 2-3 giorni - questo è un sanguinamento stabile con coaguli, come con le mestruazioni pesanti. Quindi il liquido diventa brunastro e in quantità minori. Entro la fine del mese, si tratta di macchie rossastre o giallastre di natura spalmabile che diventano gradualmente trasparenti..

Mentre il sangue è presente nelle secrezioni, hanno l'odore del ferro. In futuro, quando si verifica la stagnazione del sangue vecchio, appare un fleur prelary leggero. Nel tempo, questi aromi scompaiono.

Nelle prime settimane dopo il parto durante l'allattamento, una donna avverte dolori crampi di natura moderata - questo riduce l'utero. Dopo 2 mesi, tutti i sintomi descritti scompaiono, il corpo femminile si è completamente ripreso. Le allocazioni diventano trasparenti o biancastre, inodori o impurità, non c'è dolore, prurito o altri sintomi patologici.

Attenzione! Dopo il parto, è severamente vietato l'uso di tamponi. Interferiscono con la pulizia dell'utero e diventano anche una fonte di infezione..